Mondoposte.it

Utilità => Normativa => Discussione aperta da: teebe - Settembre 08, 2014, 09:00:56



Titolo: Procura Banco Posta
Inserito da: teebe - Settembre 08, 2014, 09:00:56
Buongiorno a tutti, ho un problema da risolvere e non ho che questo mezzo per risolverlo.
Sono residente AIRE e vivo in Asia, fino a Marzo 2014 usavo fare bonifici a favore delle figlie con Banco Posta e carta Maestro.
Quindi la carta é scaduta e le oprazioni on-line sono negate.
Ho un piccolo ammontare sul mio c/c aperto a Monterotondo RM che devo usare per la successione della madre ma non posso, come dicevo.
Ho parlato con l'ufficio e non ho avuto ulteriori informazioni, devo (imperativo categorico) presentari allo sportello per ulteriori operazioni.
Ora, non stó scherzando, il biglietto aereo return costa di piú di quello che c'é sul c/c, forse poco importante dal punto di vista legale ma essenziale per me. Inoltre ho una attivitá che non mi permette nemmeno un giorno di assenza, devo accudire persone piú bisognose di me.
Domanda: Come posso delegare una delle figlie a chiudere il c/c e ritirare i fondi?
In sintesi, posso autenticare firma e manoscritto presso ufficio consolare dell'ambasciata d'Italia, posso inviare copia autentica e fotocopia dell'íscrizione AIRE, posso fare insomma tutte le operazioni per posta possibili, ma non posso viaggiare in Italia per adesso e non só fino a quando sará possibile.
Grazie
T


Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: fr@ncy - Settembre 08, 2014, 11:10:59
Avevo.ipotizzato fossi in Italia...ma rileggendo...lavori e vivi in.Asia..quindi..la procura e'  l unica.


Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: Angelo64 - Settembre 08, 2014, 20:26:45
Ciao Teebe
di sicuro il collega con cui hai parlato fa riferimento agli obblighi di adeguata verifica, ma il collega non è a conoscenza della normativa visto che ha pretesa la tua presenza a sportello.

Pertanto mi limiterò solo a riportare la Normativa italiana

3. Gli obblighi di identificazione e adeguata verifica della clientela si considerano comunque assolti, anche senza la presenza fisica del cliente, nei seguenti casi:

d) per i clienti i cui dati identificativi e le altre informazioni da acquisire risultino da dichiarazione della rappresentanza e dell'autorità consolare italiana, così come indicata nell'articolo 6 del decreto legislativo 26 maggio 1997, n. 153.

http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legislativo:2007-11-21;231!vig



Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: Angelo64 - Settembre 08, 2014, 21:59:05
Continuando  il discorso Ti allego il modulo di adeguata verifica in modo tale quando andrai negli uffici diplomatici "di prima categoria" (che non so cosa significa) per la presentazione del modulo sai già le informazioni di cui abbiamo bisogno.

https://app.box.com/s/hqm71hcj70d5zbcyxqgg

   Angelo



Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: teebe - Settembre 09, 2014, 03:21:30
Grazie Angelo, mi attivo con consolato ed eventualmente riporteró qui gli sviluppi della faccenda.
T


Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: fr@ncy - Settembre 09, 2014, 13:51:14
Quindi questo conto rimane  attivo!


Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: Angelo64 - Settembre 09, 2014, 22:01:45
No, si rivolgerà alle autorità consolari per la compilazione del QAV che la figlia, assieme alla procura per la chiusura del conto, presenterà all'ufficio postale.


Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: teebe - Settembre 12, 2014, 06:24:05
Solo a titolo di curiositá,

Citazione
3. Gli obblighi di identificazione e adeguata verifica della clientela si considerano comunque assolti, anche senza la presenza fisica del cliente, nei seguenti casi:

d) per i clienti i cui dati identificativi e le altre informazioni da acquisire risultino da dichiarazione della rappresentanza e dell'autorità consolare italiana, così come indicata nell'articolo 6 del decreto legislativo 26 maggio 1997, n. 153.

é un estratto dal regolamento di Banco Posta? oppure...?

In attesa appuntamneto con uffico consolare per autentica QAV.



Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: teebe - Settembre 12, 2014, 14:11:08
Trovato!
Decreto Legislativo 231/07, art.28 3-d
Comunque grazie,
Teebe


Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: Angelo64 - Settembre 12, 2014, 21:51:02
E' vero che mi sono dimenticato di indicarti l'articolo, ma Ti ho correttamente indicato il link al decreto, non mi sarei mai permesso di riportarti qualcosa senza darti la possibilità di verificarlo. Guarda che sono particolarmente interessato a sapere come si evolverà la tua storia. Tienimi informato.
A presto
      Angelo



Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: teebe - Settembre 13, 2014, 06:36:14
La mia era curiositá, infatti cercavo se possibile un riferimento alle norme di cui i Decreti che mia hai dato ma dentro un documento di Banco Poste, tanto per vedere se ci fossero note di acquisizione. Legalia e avvocati sono gestori della libertá di ognuno, bisogna sempre imparare!
Riguardo la mia procedura, beh.. sono stato anni fuori dall'Italia e ingenuamente credevo che i call center e il customer service fosse ormai uguali dappertutto, ma no, non é cosí, il consolato Italiano risponde per email solo se le richieste fatte sono pertinenti ai loro servizi senza lasco, cioé dovresti fare un corso per funzionari di Ambasciata MAE e poi chiedere un autenticazione di un documento, nelle forme e i riti dovuti. Perció non danno appuntamneti per email, credo a questo punto mai e a nessuno. Il telefono ovviamente non é il mezzo per ottenere qualcosa. Rimane la visita personale, ci risiamo: ovunque tu vada se hai a che fare con un ufficio pubblico italiano ti devono vedere, c'hanno il dubbio che sei un coatto orientale che mistifica le apparenze elettroniche, imita le voci al telefono, produce documenti photoshop. Giuro che succede solo in Italia, altri paesi piú o meno sviluppati non hanno queste paranoie cosí esternalizzate. Italiani ansiosi? Poi c'é il capitolo cortesia, qui siamo a livelli di inaudita rozzezza, non esiste nessuna professione che giustifichi anche in modo oleografico tali comportamenti, il cittadino resiste perché sá che lí c'é la risposta al suo problema, ma che fatica! Lo dico con distacco, capisco che lavorare front line col pubblico é massacrante, che gli stipendi anzi i mezzi stipendi elargiti farebbero inalberare anche un santo, capisco tutto, sono persone come me, ma perché se la devono prendere con me? Non é assulatemte riferito a Banco Posta e PPTT é un quadro generale: chiami il call center e l'operatore alla seconda domanda ti ride in faccia come se fossi un alunno dell'asilo che vuole andare al bagno, insomma bisogna saperci fare e circumnavigare l'istituzione, mai averci a che fare. Deve essere un retaggio del medio evo, in fondo Italia é paese giovane, 180 anni só niente in confronto ad altri paesi, certe vessazioni devono essere state ereditate dal passato, quando ti dovevi presentare dicendo 'appartengo al tal dei tali'.
Scusa lo sfogo, ma almeno che si sappia, se andate all'estero non contate o contateci molto poco sui servizi Italiani. Só persone come noi.
Ciao


Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: Angelo64 - Settembre 19, 2014, 10:41:02
Notizie ?



Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: teebe - Settembre 19, 2014, 11:03:32
Appuntamento col messo consolare il 15/10, appena un mese di fila.
:)
T


Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: teebe - Febbraio 17, 2015, 17:28:26
Fatto.
Tramite procura speciale a nome di mia sorella e fotocopie di passaporto, patente e tessera sanitaria debitamente autenticate, la vice-direttrice ha autorizzato un assegno circolare a nome del delegato.
I tempi sono lunghi, 5 mesi ma se fossero state pubblicate le regole per sbloccare un c/c un mese forse sarebbe bastato.
Il QAV compilato nella parte della procura era tra i documenti autenticati ma non é stato preso in considerazione, la procura speciale ha un potere maggiore.
Grazie a tutti.
T


Titolo: Re: Procura Banco Posta
Inserito da: Angelo64 - Febbraio 18, 2015, 16:25:27
Sono felice per Te. Sappi che se un giorno avrai nuovamente bisogno siamo sempre qua.