Mondoposte.it
Ottobre 22, 2020, 08:07:57 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: 1 [2] 3 4   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: valutazione dipendenti  (Letto 29873 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
mailman
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 438


« Risposta #30 inserito:: Marzo 30, 2014, 10:23:50 »

Ad ogni punteggio assegnato corrisponde sia un giudizio sintetico e sia in automatico elaborato dal sistema un giudizio più dettagliato.

"Non in linea" generalmente viene assegnato a coloro che sono da pochi mesi, che sono nuovi del mestiere, perché per ovvie ragioni non possono avere sufficienti valutazioni in termini di competenze, conoscenze, orientamento al cliente, ecc. ecc. A meno di non essere dei totali imboscati o degli inetti ovviamente o di non stare sulle balle al boss.

Comunque, non vi fasciate troppo la testa per queste valutazioni perché, come ci si potrebbe attendere in un'azienda in mano a politici e sindacati, come è appunto Poste, dietro di esse c'è molta mafia, ovvero pressioni dall'alto perché a un determinato soggetto venga messo un punteggio piuttosto che un altro, ecc. ecc., insomma niente di nuovo, le solite cose all'italiana. Ergo, queste valutazioni in molti casi lasciano il tempo che trovano eppoi non servono ad un cazzo, o meglio servono solo a giustificare carriere sfolgoranti di qualche imboscato, raccomandato. Salvo ovviamente rarissime eccezioni, di gente che veramente merita, che non fanno altro che confermare la regola.

Confidenze fattemi, ma non ve ne era bisogno perchè so bene dove mi trovo, da un mio ex direttore che è mio amico.

Diversa esperienza...personale in questo caso, nessuna confidenza. Ho aiutato il responsabile a stilare le valutazioni e posso assicurarti che nessuno ha influenzato il suo giudizio a riguardo di certe persone piuttosto che altre. L'unica indicazione dall'alto che è ha avuto è stata di alzare la media di punteggio.

Comunque hai ragione riguardo il non fasciarsi la testa. Se devi salire lo decide il sindacato, non il punteggio.
Registrato
Bartman9999
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 65


« Risposta #31 inserito:: Marzo 30, 2014, 10:31:53 »

Diversa esperienza...personale in questo caso, nessuna confidenza. Ho aiutato il responsabile a stilare le valutazioni e posso assicurarti che nessuno ha influenzato il suo giudizio

che ne sai, magari lo avevano già avvisato e sapeva già come comportarsi e non ti ha detto niente per ovvi motivi. Ma non è questo il punto, in un paese dove si taroccano valutazioni e giudizi per ruoli di ben altro spessore e responsabilità, tipo quelli per diventare primario di un ospedale ad esempio, figurati se per ste cazzate... in Poste Italiane poi!  2funny
Registrato
matisse
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 90



« Risposta #32 inserito:: Marzo 30, 2014, 13:31:05 »

Credere che in una azienda come la nostra, le "pagelle" possano essere importanti è da folli.   possono influire sull'erogazione di eventuali premi ad personam. quello si.
Registrato
Se7en
Utente non iscritto
« Risposta #33 inserito:: Marzo 30, 2014, 16:05:45 »

Io sulle pagelle ci piscio sopra.

E non me ne frega un cazzo dei premi sinceramente, e lo dico sul serio, infatti sono almeno 4 anni ( da quando una commerciale mia ex amica prego' il dupy di farmi avere qualcosina x l'aiuto che le avevo dato.. Grin ) che non ne prendo alcuno, eppure nel mio ex ufficio sono quello che ha fatto piu' sim, libretti smart ed altro.
Indi significa che non e' solo l'amara realta' produttiva a significare, ma anche il fatto che stai sul kazzo al dupy o dupessa che sia, ai commerciali od alla filiale.
Che se li tengano i premi e se li spendano di medicine, loro e quelli che per averli danno il culo aggratis.
A  me non mancano tantissimi anni per uscire da questa azienda. Che vadano all'inferno.
« Ultima modifica: Marzo 30, 2014, 16:06:19 da Se7en » Registrato
matisse
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 90



« Risposta #34 inserito:: Marzo 30, 2014, 17:05:07 »

 bene un altro collega che la pensa come la sottoscritta: concordo in pieno Cheesy Cheesy Cheesy Cheesy
Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #35 inserito:: Marzo 30, 2014, 18:10:54 »

sostanzialmente le valutazioni (non pagelle non siamo a scuola) possono valere o non valere, a seconda dei casi.

Comunque in "tutte" le aziende si viene valutati ( in tutte le aziende grandi in modo formale) e di regola dal diretto responsabile.

alcune questioni
1) che possano essere più o meno condivisibili è un altro paio di maniche
2) c'è la possibilità di controfirmarle oppure non firmarle
3) se tutti  o tanti in una struttura non firmano, state certi che qualcosa RU va a spulciare

Un ultima cosa:

servono a noi oppure no?
discorso lungo e pieno di insidie specialmente se si parte dal presupposto che siano state date in modo non corretto o con altri criteri.
Dal punto d vista oggettivo penso ( ma non sono sicuro) che solo delle valutazioni alte possano aprire le porte ad un'eventuale meritocratica ( quindi diciamo che servono di più ai quadri, ma le meritocratiche e gli ad personam ci sono a tutti i livelli)

Per la mia esperienza personale, nella mia struttura sono quasi sempre condivise ( specialmente il giudizio), poi siamo in poste come "sappiamo" ognuno pensa di averlo più lungo dell'altro e di meritare di più

Debbo dire che anni fa non ne ho condivisa una e non ho firmato oppure ho firmato dicendo che non la condividevo ( non mi ricordo)

in ultima  (non è sempre vero perchè purtroppo ci sono esempi contrari ed altre cose che si prendono in considerazione),  nelle strutture centrali (non di filiale) e per eventuali passaggi sia di livello ( quadri da a2 a a1)e di struttura "bisogna" avere una valutazione altra e bisognerebbe anche dimostrare di aver fatto sempre il budget (diciamo che negli ultimi anni sarebbe ovuto bastare aver fatto meglio dell'anno precedente)
Registrato
Se7en
Utente non iscritto
« Risposta #36 inserito:: Marzo 30, 2014, 20:20:02 »

Tutto questo discorso per dire che a noi "pezzenti" non servono, e che l'unica cosa che puo' tornare utile ( a chi interessa ) e' : Saper leccare ?
Non sei dotato di sintesi ragazzo..
« Ultima modifica: Marzo 30, 2014, 20:20:29 da Se7en » Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #37 inserito:: Marzo 31, 2014, 07:22:02 »

hai una capacità naturale di non capire quello che leggi ( oltre a non spiegare mai quello che affermi) fuori dal comune.

del resto il rosicamento che hai verso i dup e le colleghe ti deve davvero aver roso dentro  in modo irrecuperabile.

ma son sicuro che quando dovevi fare il passaggio da SP a MP hai scodinzolato ben bene ( del resto la schiena faceva male in quei tempi di tanto lavoro) e mamma poste doveva prendersi cura di te, son altrettanto certo che se dalle valutazione dipendesse l'eventuale buonuscita che noi sfigati (sia dal punto di vista previdenziale che per il fatto che lavoreremo sono a 67 anni) ti pagheremo, beh allora sai quante fusa faresti alla gamba del tuo direttore.

ma il tuo problema è che rosichi, che pensi di essere sprecato e nessuno vede quanti bollettini passi e quante sim ( che manco ti ci paghi lo stipendio), ma non sei sprecato, anzi sei andato oltre alle aspettative e devi baciare in terra che sei a lavorare in un carrozzone ( fino a qualche tempo fa) Poste che non ha una politica delle RU adeguata a fare un poco di pulizia ( premettendo che dovrebbe partire dall'alto, ma il basso è uguale)
Registrato
Se7en
Utente non iscritto
« Risposta #38 inserito:: Marzo 31, 2014, 09:45:58 »

L'unica tua affermazione sensata di quest'accozzaglia di frasi fatte e comuni verso il sottoscritto , e' che sono una persona al di fuori del comune.
Vero.
Sopratutto nel capire e sintetizzare cio' che accade nella realta', non in quello che si legge, anche se per fortuna, non sempre e'' cosi'..  Ma stai sereno che tanto non mi tocca quello che dici anche se sono costretto a replicare, perche' magari qualche " pollastra " potrebbe anche crederti che io rosico, che passo il tempo ad invidiare commerciali dup, che mi fa sempre male la schiena e che non "trombo piu'.. Mentre in realta' ho probabilmente una prestanza fisica doppia rispetto a te ed e tc etc.
Invece io non invidio, io sono perennemente in guerra con i furbi che guarda caso sono aldila' dello sportello.
Sono ad esempio il direttore commerciale del nuovo ufficio dove sono (filiale) che ogni tanto scende dai piani alti x scassare il cazzo agli sportellisti ma sopratutto ai suoi schiavetti per fargli fare sim ad esempio..
Ecco io sono in guerra con questo stronzo che nella realta' non fa nulla  oltre a rompere i coglioni e guadagna piu' di due volte il tuo stipendio senza contare premi ed elargizioni varie dal dir di filiale.
Volevo anche dirti che io non faccio piu' solo sportello, faccio anche una specie di "collaboratore" ma sinceramente non mi attira molto.
Sto cercando un nuovo sbocco lavorativo per i miei "ultimi anni" .

Sinceramente tuo,   Se7en
Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #39 inserito:: Marzo 31, 2014, 17:50:23 »

sì è vero
capisci quello chev edi solo te, topi  nel muro e simili..spiegazioni zero   come richiesto da vari nel forum a più riprese.

pur di levarti dal pubblico ti fan andare anche dietro lo sportello, si vede che fai troppe sim

Registrato
Se7en
Utente non iscritto
« Risposta #40 inserito:: Marzo 31, 2014, 20:09:50 »

Vedi, tu non ci crederai , ma io detesto vincere... Detesto vedere " l'avversario ormai con la cartucciera vuota e sai perche' ? Perche' ho ragione e significa che purtroppo continuiamo a mangiare merda..
Tu mi dirai che se uno non la vede o non sente il puzzo, potrebbe anche essere crema di vaniglia .

Hai ragione ...
Registrato
fr@ncy
Utente non iscritto
« Risposta #41 inserito:: Marzo 31, 2014, 20:25:10 »

sostanzialmente le valutazioni (non pagelle non siamo a scuola) possono valere o non valere, a seconda dei casi.

Comunque in "tutte" le aziende si viene valutati ( in tutte le aziende grandi in modo formale) e di regola dal diretto responsabile.

alcune questioni
1) che possano essere più o meno condivisibili è un altro paio di maniche
2) c'è la possibilità di controfirmarle oppure non firmarle
3) se tutti  o tanti in una struttura non firmano, state certi che qualcosa RU va a spulciare

Un ultima cosa:

servono a noi oppure no?
discorso lungo e pieno di insidie specialmente se si parte dal presupposto che siano state date in modo non corretto o con altri criteri.
Dal punto d vista oggettivo penso ( ma non sono sicuro) che solo delle valutazioni alte possano aprire le porte ad un'eventuale meritocratica ( quindi diciamo che servono di più ai quadri, ma le meritocratiche e gli ad personam ci sono a tutti i livelli)

Per la mia esperienza personale, nella mia struttura sono quasi sempre condivise ( specialmente il giudizio), poi siamo in poste come "sappiamo" ognuno pensa di averlo più lungo dell'altro e di meritare di più

Debbo dire che anni fa non ne ho condivisa una e non ho firmato oppure ho firmato dicendo che non la condividevo ( non mi ricordo)

in ultima  (non è sempre vero perchè purtroppo ci sono esempi contrari ed altre cose che si prendono in considerazione),  nelle strutture centrali (non di filiale) e per eventuali passaggi sia di livello ( quadri da a2 a a1)e di struttura "bisogna" avere una valutazione altra e bisognerebbe anche dimostrare di aver fatto sempre il budget (diciamo che negli ultimi anni sarebbe ovuto bastare aver fatto meglio dell'anno precedente)

dove si tengono comportamenti mafiosi   X far fuori  i dipendenti   scomodi non appartenenti a nessuna casta  e' difficile che qualcuno spulci in nome  dei sani principi.
E ai dipendenti conviene lasciare tutto cosi'  com'e'.
L unica e'  non firmare.
I comportamenti nelle filiali sono differenti..l ho provato sulla mia pelle.
Con tanto di rispetto per chi lavora correttamente  ed obiettivamente  quando fa'  le valutazioni e quindi  bene il suo lavoro..l uguaglianza  di  valutazione   non esiste ...ancora.


Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #42 inserito:: Aprile 01, 2014, 08:06:20 »

se tralasciamo i comportamenti scorretti l'ugualianza di valutazione non puo' esistere: basta aver visto una sessione d'esame universitario, magari con 40 esaminati per capire che le cose ballano

per quel che ne so (non ho mai valutato nessuno e mai penso mi capiterà questa disgrazia), chi fa le valutazioni deve mantenere/ rimanere dentro una certa curva che è data dalle valutazioni complessive, inoltre non ci possono essere eccellenze se poi la struttura va male
infine un valutatore non potrebbe sicuramente dare tutte cose negative o basse alla sua struttura/ufficio o altro senza sputtanare il suo lavoro.

a me pare che invece alla gente "scocci" proprio essere valutata
Registrato
VENUSIA
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 497


« Risposta #43 inserito:: Aprile 01, 2014, 10:35:28 »

Nel mio ufficio sono stati raggiunti tutti gli obbiettivi dello scorso anno. Mi era stato detto che il premio sarebbe stato diviso tra tutti quanti dell'Up. Mi è capitato di vedere alcune buste paghe di colleghe  ( mi hanno chiesto degli estratti conti) ed ho visto che solo i soliti noti, hanno presi tale premio. Mi hanno detto che il premio e' stato diviso tra quelli giudicati positivamente dal Dup. Io a metà Marzo ho chiesto di veder il mio giudizio,  ma il Dup mi ha detto a voce, che per lui era tutto a posto ed ero un buon elemento, non mostrandomi il giudizio in quanto c'erano "problemi" col server. Ora io mi chiedo, visto che sto premio e sempre diviso tra gli interni e i consulenti, e  che nessuno degli sportellisti ha preso nulla, nonostante giudizio detto a voce "positivo", e nonostante abbiamo partecipato tutti attivamente, possso mandarli a quel paese se oggi, o nei prossimi giorni, torneranno a rompere loro, le sim, gli accrediti e quant'altro ?? Se nulla devo avere, nulla voglio fare. Dimenticavo: sono liv. D Junior ... Grazie
Registrato
Bartman9999
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 65


« Risposta #44 inserito:: Aprile 01, 2014, 11:58:17 »

Ve lo ripeto, così come confidatomi dal mio ex DUP, dietro quelle valutazioni c'è moooooooooooolta "mafia", in perfetta linea con l'azienda e con tutto il resto del paese.
Registrato
Se7en
Utente non iscritto
« Risposta #45 inserito:: Aprile 01, 2014, 14:27:43 »

Nel mio ufficio sono stati raggiunti tutti gli obbiettivi dello scorso anno. Mi era stato detto che il premio sarebbe stato diviso tra tutti quanti dell'Up. Mi è capitato di vedere alcune buste paghe di colleghe  ( mi hanno chiesto degli estratti conti) ed ho visto che solo i soliti noti, hanno presi tale premio. Mi hanno detto che il premio e' stato diviso tra quelli giudicati positivamente dal Dup. Io a metà Marzo ho chiesto di veder il mio giudizio,  ma il Dup mi ha detto a voce, che per lui era tutto a posto ed ero un buon elemento, non mostrandomi il giudizio in quanto c'erano "problemi" col server. Ora io mi chiedo, visto che sto premio e sempre diviso tra gli interni e i consulenti, e  che nessuno degli sportellisti ha preso nulla, nonostante giudizio detto a voce "positivo", e nonostante abbiamo partecipato tutti attivamente, possso mandarli a quel paese se oggi, o nei prossimi giorni, torneranno a rompere loro, le sim, gli accrediti e quant'altro ?? Se nulla devo avere, nulla voglio fare. Dimenticavo: sono liv. D Junior ... Grazie

No', non dire : nulla voglio fare.. E' un termine che non suona molto 'empatico' e di squadra..  Grin
Tu di' sempre si', e poi fai solo quello che la coscienza ti detta. E' molto meglio credimi, e tiene conto del tuo giudizio personale che vale molto di piu' di quelle checchette di capi commerciali che quasi ogni giorno vengono ad assilarti, e moltissimo di piu' di quei colleghi 'fessi' che ti ricordano le 'regole'..
Registrato
DOTTPOST
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 109


« Risposta #46 inserito:: Aprile 01, 2014, 20:14:20 »

La valutazione dei dipendenti non sempre risponde alle reali capacità e competenze dei dipendenti. Ci sono diversi fattori che influiscono sulla valutazione e la componente preparazione spesso esula dalla valutazione. Nella nostra azienda è più facile trovare laureati tra postini che tra direttori. Purtroppo la valutazione e la carriera dei dipendenti è pilotata e chi fa carriera la fa non perché è più bravo ma perché è sponsorizzato.
« Ultima modifica: Aprile 01, 2014, 20:19:15 da DOTTPOST » Registrato
VENUSIA
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 497


« Risposta #47 inserito:: Aprile 01, 2014, 21:26:39 »

No', non dire : nulla voglio fare.. E' un termine che non suona molto 'empatico' e di squadra..  Grin
Tu di' sempre si', e poi fai solo quello che la coscienza ti detta. E' molto meglio credimi, e tiene conto del tuo giudizio personale che vale molto di piu' di quelle checchette di capi commerciali che quasi ogni giorno vengono ad assilarti, e moltissimo di piu' di quei colleghi 'fessi' che ti ricordano le 'regole'..


 smitten
Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #48 inserito:: Aprile 01, 2014, 21:39:39 »

No', non dire : nulla voglio fare.. E' un termine che non suona molto 'empatico' e di squadra..  Grin
Tu di' sempre si', e poi fai solo quello che la coscienza ti detta. E' molto meglio credimi, e tiene conto del tuo giudizio personale che vale molto di piu' di quelle checchette di capi commerciali che quasi ogni giorno vengono ad assilarti, e moltissimo di piu' di quei colleghi 'fessi' che ti ricordano le 'regole'..

le colleghe commerciali sono troioni
i capi commerciali checchette

te devi averci grossa crisi di rosicamento

del resto c'era la lobby gay da te, mi scordavo
Registrato
Tatola
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 3462


.......


« Risposta #49 inserito:: Aprile 01, 2014, 21:53:30 »

Nella nostra azienda è più facile trovare laureati tra postini che tra direttori.

Su questo è vero...da me ce ne stanno molti: chi assunto ptl con la laurea e chi si è laureato strada facendo....ma, x il momento, restano al recapito benchè possano ambire ad altre mansioni
Registrato

DOTTPOST
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 109


« Risposta #50 inserito:: Aprile 01, 2014, 22:16:35 »

Purtroppo questa è la situazione di molti laureati e nella nostra azienda ci sono molti laureati che fanno mansioni non adeguate al loro titolo di studio, mentre altri  occupano posizioni migliori pur non avendo una laurea. Mi riferisco a  responsabili e direttori. Anche i nuovi assunti che fanno il percorso di carriera, lo fanno perché sono sponsorizzati da sindacati e sponsor vari che nella nostra azienda valgono molto più della laurea e delle competenze.
« Ultima modifica: Aprile 01, 2014, 22:21:20 da DOTTPOST » Registrato
mailman
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 438


« Risposta #51 inserito:: Aprile 02, 2014, 05:59:37 »

Purtroppo questa è la situazione di molti laureati e nella nostra azienda ci sono molti laureati che fanno mansioni non adeguate al loro titolo di studio, mentre altri  occupano posizioni migliori pur non avendo una laurea. Mi riferisco a  responsabili e direttori. Anche i nuovi assunti che fanno il percorso di carriera, lo fanno perché sono sponsorizzati da sindacati e sponsor vari che nella nostra azienda valgono molto più della laurea e delle competenze.

C'è anche il rovescio della medaglia, laureati incapaci e in posizioni di "prestigio", e non laureati svegli ma tenuti a freno dalla mancanza del pezzo di carta
Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #52 inserito:: Aprile 02, 2014, 07:01:36 »

certo abbiamo un'azienda:
piena di incapaci nelle posizioni di responsabilità
piena di raccomandati
piena di dirigenti nullafacenti e quadri ignoranti

eppure nonostante tutto va bene, vorrà dire che molto probabilmente lavora in un settore protetto...manco quello è in concorrenza da tutte le parti...sarà un segreto di fatima
e guarda caso va male nel settore dove ci sarebbero le risorse migliori ( ma questo colpa di capi capetti e dirigenza, sempre)

detto questo i problemi di poste sono immani tra cui anche quello che nella gestione di una azienda immensa dentro troviamo di tutto e tutte le storture immaginabili ( che non fanno però la regola)

a me basterebbe che cambiassero le procedure, che non ci siano 100 mani prima di passare un contratto in "attivo", mi accontento di poco
Registrato
nuccia
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


« Risposta #53 inserito:: Aprile 02, 2014, 13:02:15 »

 Pensare che ci siano tanti postini laureati e direttori  diplomati o sportellisti con la terza media non è certo una cosa positiva. Che poi un diplomato non è da meno a un laureato è un altro paio di maniche... Non credo che in altre aziende private ci si deve quasi vergognare o giustificare di essere laureati come da noi. La verità è che avendo direttori non laureati i capi più in alto mantengono una certa asimmetria ...
Registrato
DOTTPOST
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 109


« Risposta #54 inserito:: Aprile 02, 2014, 14:38:47 »

Sono pienamente concorde con nuccia. Purtroppo è la realtà, in questa azienda per fare carriera ti basta la terza media e lo sponsor giusto. I laureati vengono spesso mortificati e derisi perché per quello che li fanno fare in azienda basta la licenza media e chi ha fatto carriera li guarda come a dire che loro non hanno avuto bisogno di una laurea per arrivare dove sono arrivati mentre tu con una laurea te lo puoi sognare di arrivare dove sono arrivati loro. Fanno ridere i comunicati aziendali dove c'è scritto la valorizzazione delle risorse umane, ma a quale valorizzazione si riferiscono, se non riescono a collocare le risorse secondo le proprie capacità e competenze? Beninteso non sto dicendo che per avere capacità e competenze bisogna essere laureati ma se si possiede una laurea almeno si presume che un certo grado di preparazione in più rispetto a chi non l'ha lo dovrebbe avere. Chi ha una laurea in giurisprudenza o in economia ha più competenze rispetto a chi non l'ha, eppure ci sono molti laureati con questi titoli che fanno gli sportellisti mentre i loro direttori sono dei semplici diplomati e nemmeno in materie tecniche.
Certo qualcuno nel forum ha detto si può essere anche laureati e non svegli, essere non svegli non significa essere cretini.  Se metti ai posti di responsabilità persone con un titolo di studio inferiore è normale che poi non ci sono posti per gli altri. E' vero che comunque l'azienda va bene ma se veramente valorizzasse il personale sicuramente avrebbe risultati migliori.
« Ultima modifica: Aprile 02, 2014, 15:04:12 da DOTTPOST » Registrato
nuccia
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


« Risposta #55 inserito:: Aprile 02, 2014, 15:48:10 »

Ecco DOTTPOST questa è la mia situazione , dopotutto in azienda la risorsa umana è solo mortificata e non valorizzata, soprattutto quella laureata... Il laureato non è un figlio di papà o uno che non ha fatto la gavetta eheh ricordiamolo o peggio lo sfigato che è laureato e lavora alle poste... Purtroppo questo è il mio pane quotidiano.  Cose del genere nelle altre aziende non succedono, non ci sono salti di livelli  a cavolo, ma percorsi mirati, possibilità da sfruttare in base a titoli ma soprattutto in base all'indole e alla personalità di ognuno.  
« Ultima modifica: Aprile 02, 2014, 15:48:44 da nuccia » Registrato
REBI_P@LIBERO.IT
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1149


« Risposta #56 inserito:: Aprile 02, 2014, 16:10:17 »

Ragazzi, per quello che puo' contare il mio consiglio, non fatevi abbindolare da gente che non ha nessun interesse a farvi crescere ma ha come unico scopo quello di perseguire i propri interessi. Se avete una laurea, finche' siete in tempo, cercate di spendervela fuori, una delle poche cose buone del nostro lavoro e' il tempo libero, quindi avete tante ore a disposizione per avere altre chance sul piano lavorativo che la nostra azienda non vi da. La mia generazione ha potuto puntare su questa possibilità, diciamo che la nostra formazione e' stata piu' di carattere pratico ed abbiamo potuto sviluppare lavori di carattere pratico (elettricisti, muaratori, idraulici etc) anche perche' entrando in azienda (allora Ministero) a 20 anni avevamo tutti la scuola superiore e niente di piu', tuttavia io poi sono riuscito a fare l'esame di stato ed avere l'abilitazione all'esercizio della professione di consulente del lavoro. Voi, essendovi laureati, siete entrati successivamente con un titolo di studio superiore ma la meritocrazia non esiste pertanto cercate di non vivere con questi stati d'animo ma reagite e non mollate perche' alla fine le persone valide riescono sempre, non mollate alla prima diffcoltà, cercate uno sbocco nel settore in cui vi siete specializzati con caparbietà ed alla fine troverete uno spiraglio.
In bocca al lupo a tutti.
Registrato
Orzaiolina
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 263


« Risposta #57 inserito:: Aprile 02, 2014, 17:34:38 »

Tornando alla questione principale della valutazione, il mio ex direttore del mio ex ufficio mi ha chiamata per farmi firmare la scheda. anche perche senza firma (a meno che non sia falsificata) sembra che non possa essere inviata.

SINTESI:

  • LE VALUTAZIONI VENGONO FATTE A META' FEBBRAIO

solo chi ha l'email aziendale posteitaliane.it riceve la comunicazione. tutti gli altri (ex gli SCF) non hanno nessuna comunicazione se non quella del loro direttore!

la NUOVA scala di valutazione é:

1- NON IN LINEA ( da 1 a 3)
2- QUASI IN LINEA (da 4 a 5+) SEMBRA CHE IN QUESTA FASCIA SIA LA MAGGIOR PARTE DEI DIPENDENTI POSTE ITALIANE
3- COERENTE (da 6 a 7)
4- SUPERIORE (da 8 a 10)

Registrato
Se7en
Utente non iscritto
« Risposta #58 inserito:: Aprile 02, 2014, 20:19:00 »

le colleghe commerciali sono troioni
i capi commerciali checchette

te devi averci grossa crisi di rosicamento

del resto c'era la lobby gay da te, mi scordavo

Allora giusto un oretta fa ero con due di questi della lobby gay a prendermi un spritz aperol, loro hanno preferito due rossi..
La cosa comica e' che fuori dal bar ai tavolini, c'era una commerciale che tu ami definire troione mentre io diversamente sessuale rispetto alla media femminile, che mi guardava inkazzata bere insieme  gli altri"due" e perche' tu mi chiederai..
Perche', io ti rispondo, e' da mesi che vorrebbe  "trombare"..
Io so che questo modo di interloquire ti disturba perche' tu le donne le vedi come tante "madonnine" ma ascoltami, monda questo tuo modo di pensare d'altri tempi... Evolviti... Siamo nel 2014...
Registrato
DOTTPOST
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 109


« Risposta #59 inserito:: Aprile 02, 2014, 20:52:39 »

Ecco DOTTPOST questa è la mia situazione , dopotutto in azienda la risorsa umana è solo mortificata e non valorizzata, soprattutto quella laureata... Il laureato non è un figlio di papà o uno che non ha fatto la gavetta eheh ricordiamolo o peggio lo sfigato che è laureato e lavora alle poste... Purtroppo questo è il mio pane quotidiano.  Cose del genere nelle altre aziende non succedono, non ci sono salti di livelli  a cavolo, ma percorsi mirati, possibilità da sfruttare in base a titoli ma soprattutto in base all'indole e alla personalità di ognuno.  

Purtroppo è la situazione di molti laureati che lavorano in poste. Conosco persone laureate che sono alla soglia della pensione e il massimo di livello che hanno ottenuto è la c. E' vergognoso che un' azienda a capitale pubblico al 100% tratti il titolo di studio come carta stralcia. Quando fanno i percorsi di carriera, dovrebbero tener conto del titolo di studio e far fare il percorso prima a chi ha la laurea. E' vergognoso che ancora oggi non si tenga conto della preparazione dei candidati, è come se si facesse un concorso da funzionario in un ministero senza tener conto dei titoli di accesso. Ma purtroppo questa situazione è avallata dagli stessi sindacati anzi sono proprio loro ad indicare le persone da mettere in percorso di carriera.
Registrato
Pagine: 1 [2] 3 4   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!