Mondoposte.it
Aprile 04, 2020, 04:07:32 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: 1 [2]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: LA TUA OPINIONE LASCIA IL SEGNO  (Letto 17977 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
ataru
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2025



« Risposta #30 inserito:: Maggio 23, 2015, 12:29:22 »

Mah!
Dovrebbe essere PIù CHE EVIDENTE a chi ha fatto e fa il portalettere che cambiare zona ogni giorno o ogni settimana o ogni mese riduce le prestazioni del portalettere.
Quando ero scorta, SE volevo finire la zona completamente (e gli scarti sono esclusi dal "completamente") dovevo rimanere BEN OLTRE L'ORARIO.
Portando indietro anche lettere di cognomi presenti (e riportandole in giro nei giorni e nelle settimane successive), dato che possono sfuggire.
Possono sfuggire anche al titolare, ma molto di meno DI SICURO.
Il titolare invece finiva sempre BEN PRIMA dell'orario.
E mi pare che bene o male le cose siano ancora così, tranne qualche caso dove il titolare sia eccessivamente lento o eccessivamente preciso (e qui, bisogna capire se l'essere preciso è una cosa buona o cattiva, dato che RALLENTA la lavorazione, però dopo NON ci sono problemi attribuibili al postino e a Poste).
O tranne i MOLTI casi di zone aumentate a dismisura (aumentate col numero di utenti! Ovviamente non aumentate di numero).

Vedo che l'evidenza per voi NON è abbastanza. Mi arrendo.
« Ultima modifica: Maggio 23, 2015, 12:39:24 da ataru » Registrato

Non fare agli altri ciò che non vorresti che fosse fatto a te stesso.
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1020


« Risposta #31 inserito:: Maggio 23, 2015, 12:39:02 »

Mi dici che dopo un anno di lavoro ( e parlo di titolari) non riescono a conoscere 4/6 zone di areola?
Tanto per capirci
Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1020


« Risposta #32 inserito:: Maggio 23, 2015, 12:41:27 »

Certo vorrei capire come mai  nelle indagini prove fatte con i clienti vien fuori che Sail post conosce meglio le zone

La risposta la so sia certo
Registrato
ataru
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2025



« Risposta #33 inserito:: Maggio 23, 2015, 12:43:26 »

Per conoscere la zona a menadito ci vogliono mesi o anni.
Se si rimane nella stessa areola per 10 anni, cambiando zona ogni 2, si può anche dire di conoscere perfettamente tutte le zone dell'areola. Ma ciò non capita.
E comunque è assurdo e non ha senso cambiare ogni anno.

Certo vorrei capire come mai  nelle indagini prove fatte con i clienti vien fuori che Sail post conosce meglio le zone

La risposta la so sia certo

Non so né dove lavorano né cosa consegnano, quindi non posso risponderti.
Comunque, non credo che conoscano meglio le zone.
A meno che non inseriscano in un database tutti i numeri civici con tutti i cognomi e nomi dei presenti, e il numero delle buche (buca 1, cognome 1 e 2; buca 2, cognome 3 e 4; e cosivvia) e lo aggiornino ogni mese!
Che, per inciso, è un lavoro da super-precisi e super-affidabili, ma porta via un sacco di tempo (per cui, non credo che lo abbiano fatto).
Magari hanno dei clienti precisi, nel senso che mandano la posta SOLAMENTE a chi esiste e non è trasferito o deceduto da DECENNI!
E a noi (P.I.), arrivano quel tipo di lettere (deceduti, trasferiti, nr civ inesatti, vie inesistenti magari perché sbagliano cap e città, ecc).
E continuano ad arrivare nonostante continuiamo a mandargliele indietro con scritto che sono trasferiti, deceduti, ecc
« Ultima modifica: Maggio 23, 2015, 13:00:16 da ataru » Registrato

Non fare agli altri ciò che non vorresti che fosse fatto a te stesso.
jobel
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2396


« Risposta #34 inserito:: Maggio 23, 2015, 12:53:49 »

io do' ragione a te ataru ...xche' il mio pensiero collima con il tuo......dopo tanti anni e con lotte sindacali siamo riusciti ad ottenere di avere una zona fissa da titolari.....senza dover scerverllarsi e sbarbicarsi ogni giorno quando eravamo scorte adesso escono i pivellini a dire che ogni postino deve essere flessibile e conoscere e fare zone diverse?....
Registrato
Sciatt
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 422



« Risposta #35 inserito:: Maggio 23, 2015, 16:48:17 »

Ataru e jobel, voi ragionate sulla base della vostra esperienza di scorte con le attuali zone “disordinate” (buche mancanti o senza nomi, quintalate di invii con indirizzo incompleto o errato, decine di consegne personalizzate in base ad accordi privati tra utente e titolare ecc. ecc.).
Se le zone fossero “ordinate”, le difficoltà non ci sarebbero, tutti i portalettere avrebbero la stessa resa e garantirebbero sempre lo stessa qualità di servizio (lavativi e furbetti qui non li considero, sono un altro discorso).  E non ci sarebbero neanche difficoltà per i CTD che oggi impazziscono su certe zone di certi titolari.
Avere “zone ordinate” è secondo me il primo passo per avere un servizio postale migliore. Lasciare un solo postino su una zona, permettendogli di gestirsi il lavoro come meglio gli pare, aggirando regole che devono essere uguali per tutti, significa lasciare le cose come sono. Vale a dire casino, anarchia, sperequazione, disorganizzazione e inefficienza.
« Ultima modifica: Maggio 23, 2015, 16:49:48 da Sciatt » Registrato

"... E la mia giustizia calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare e infine a distruggere i miei fratelli..." (Jules Winnfield)
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #36 inserito:: Maggio 23, 2015, 17:50:18 »

Mi dici che dopo un anno di lavoro ( e parlo di titolari) non riescono a conoscere 4/6 zone di areola?
Tanto per capirci
eh si . un po tanardi direi.
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #37 inserito:: Maggio 23, 2015, 17:51:15 »

domanda ad ataru: quanto ci metti tu ad impare una zona? quante zone conosci della tua areola e quanto ci hai messo ad impararle? ed ancora. se e quando toglieranno la titolarità di zona resterà comunque una, chiamiamoli così, maxi zona formata principalmente dalle zone che prima facevi in abbinamento. credi che  accorpando in una unica zona le 3/4/5 o 6 che facevi in abbinamento le tue conoscenze svaniranno?
« Ultima modifica: Maggio 23, 2015, 17:54:02 da gianni il vecchio » Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
ataru
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2025



« Risposta #38 inserito:: Maggio 23, 2015, 18:41:31 »

50 mesi / 4 zone = 12 mesi ... i 2 rimanenti per coprire le altre 3 zone.
Considerando gli anni sulla zona baricentrica e comprendendo le settimane e i mesi di scorta.

Dell'areola attuale faccio fatica già a conoscere la mia zona, anche se ci sto da 2 anni.
Nella zona precedente, 1 anno e mezzo.
Ma io continuo a ricordarmi bene solo la mia prima zona, anche se magari non ricordo i cognomi di tutti (e i nomi e le macchine e dove lavorano, all'interno della zona): se ci ritornassi, la reimparerei in un mese (escludendo i pezzi che hanno aggiunto  knuppel2).
Quindi?
Accorpando in un'unica zona le 7 zone di abbinamento credo che le mie conoscenze svaniranno?
No, credo che sarebbe impossibile farle.
A meno che non comincino ad arrivare raccomandate, lettere e stampe già in gita, organizzata da me (e liberamente modificabile nel corso dei mesi), in modo da arrivare in ufficio, partire subito, e tornare a lavoro finito e naturalmente le CAD e CAN dovrebbero uscire già compilate e dentro la loro busta, firmate elettronicamente.
Allora forse riuscirei a farne due in un giorno (un giorno lavorativo, cioè dentro l'orario di lavoro).
Naturalmente, le altre due moto necessarie a portare la corrispondenza arriverebbero DA SOLE, quando avessi finito la corrispondenza nella prima moto.

Ataru e jobel, voi ragionate sulla base della vostra esperienza di scorte con le attuali zone “disordinate” (buche mancanti o senza nomi, quintalate di invii con indirizzo incompleto o errato, decine di consegne personalizzate in base ad accordi privati tra utente e titolare ecc. ecc.).
Se le zone fossero “ordinate”, le difficoltà non ci sarebbero

Sbagliato, perché il titolare di zona (che sta sulla stessa zona per mesi/anni) conosce bene la sua zona e finirebbe comunque prima di un altro messo lì per un giorno o per una settimana.
Anche se le buche fossero tutte fuori dai portoni, in luogo liberamente accessibile, con il cognome e il nome degli abitanti scritto bene in grande e se non arrivassero quintali di posta ERRATA (scarti).

Mi fate pensare che non abbiate mai (MAI MAI) fatto la scorta.
« Ultima modifica: Maggio 23, 2015, 18:55:32 da ataru » Registrato

Non fare agli altri ciò che non vorresti che fosse fatto a te stesso.
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #39 inserito:: Maggio 23, 2015, 18:53:26 »

riusciresti a fare due zone?

mmmm mi sa che non hai ben capito cosa vuol dire titolari d'areola.

comunque mi pare di capire che dopo un anno massimo due, un postino dovrebbe conoscere la maxizona, sempre che non sia un tanardo.
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
ataru
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2025



« Risposta #40 inserito:: Maggio 23, 2015, 19:09:18 »

A me pare di capire che ci voleva almeno un anno per ogni zona (quando stavano tarate sulle 400-800 famiglie, non ora che stanno fra 800 e 1600).
Ripeto: vi ricordate la differenza fra scorta e portalettere titolare?
Avete mai fatto la scorta?
Vi ricordate quando eravate scorte, che se volevate finire la zona completamente, dovevate rimanere BEN oltre l'orario (e non c'erano nemmeno tutti i prodotti né le pretese che ci sono adesso)?
Oppure dovevate portare indietro un quarto/mezza zona, se volevate finire in orario?
O avete fatto la scorta solo su zone sottodimensionate?

Io personalmente ho fatto la scorta su quasi tutte le zone dell'ufficio, sottodimensionate, normodimensionate e sovradimensionate (all'epoca) e ricordo bene che su quelle sottodimensionate finivo in orario (o addirittura prima), su quelle normali non finivo mai in orario i primi giorni, magari dopo la prima settimana sì, e su quelle sovradimensionate non finivo MAI in orario (avrei dovuto starci forse un mese).

Di sicuro non finivo mai in orario se ci stavo un solo giorno o due (escluse le zone sottodimensionate, anche se però poteva capitarmi di finirci sopra con la giacenza dei giorni precedenti delle altre scorte, o perché erano arrivati chili di stampe e/o lettere, e dunque potevo finire tardi pure lì sopra.)
« Ultima modifica: Maggio 23, 2015, 19:22:22 da ataru » Registrato

Non fare agli altri ciò che non vorresti che fosse fatto a te stesso.
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1020


« Risposta #41 inserito:: Maggio 23, 2015, 21:02:49 »

Perché Sail post fa meglio le zone? Perché i ns portalettere se riportano indietro roba non gli rompe i coglioni nessuno, un titolare di zona non può mandare indietro una lettere per mancanza di civico

D me un ptl si rifiutava di portare posta ad una azienda per mancanza di civico, fai conto che questa azienda occupava un area di tipo un aeroporto...tanto per dire. E nessuno gli rompeva i maroni
Registrato
Sciatt
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 422



« Risposta #42 inserito:: Maggio 24, 2015, 10:49:23 »

A me pare di capire che ci voleva almeno un anno per ogni zona (quando stavano tarate sulle 400-800 famiglie, non ora che stanno fra 800 e 1600).
Ripeto: vi ricordate la differenza fra scorta e portalettere titolare?
Avete mai fatto la scorta?
Vi ricordate quando eravate scorte, che se volevate finire la zona completamente, dovevate rimanere BEN oltre l'orario (e non c'erano nemmeno tutti i prodotti né le pretese che ci sono adesso)?
Oppure dovevate portare indietro un quarto/mezza zona, se volevate finire in orario?
O avete fatto la scorta solo su zone sottodimensionate?

Io personalmente ho fatto la scorta su quasi tutte le zone dell'ufficio, sottodimensionate, normodimensionate e sovradimensionate (all'epoca) e ricordo bene che su quelle sottodimensionate finivo in orario (o addirittura prima), su quelle normali non finivo mai in orario i primi giorni, magari dopo la prima settimana sì, e su quelle sovradimensionate non finivo MAI in orario (avrei dovuto starci forse un mese).

Di sicuro non finivo mai in orario se ci stavo un solo giorno o due (escluse le zone sottodimensionate, anche se però poteva capitarmi di finirci sopra con la giacenza dei giorni precedenti delle altre scorte, o perché erano arrivati chili di stampe e/o lettere, e dunque potevo finire tardi pure lì sopra.)

Giuro che non capisco  Huh? io sono titolare da pochi mesi dopo anni che giro a fare la scorta per vari uffici causa trasferimenti o distacchi. Ho lavorato su zone leggere e su zone pesanti e su zone ordinate e su zone disordinate. Ma qualsiasi tipo di zona fosse, dopo averci passato una decina di giorni, me la sono sempre gestita tranquillamente. Se era lavorabile nelle 7 ore, l’azzeravo. Se non lo era (e ce ne sono di zone non lavorabili nelle 7 ore) non l’azzeravo. Punto. Ma non mi è mai capitato di pensare “non riesco a fare tutto perché non conosco ancora bene la zona”. Quello vale giusto per i primi giorni. Ovvio che ogni giorno che passi su una zona sono minuti guadagnati in velocità, ma dopo un po’ che ci lavori i margini di miglioramento finiscono o comunque diventano minimi.

Continuo a pensare che tu confonda il concetto di “imparare bene una zona” con l’imparare gli usi e costumi tipici degli utenti di quella zona. Cosa che io mi sono sempre ben guardato dal fare  Grin
Registrato

"... E la mia giustizia calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare e infine a distruggere i miei fratelli..." (Jules Winnfield)
Sciatt
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 422



« Risposta #43 inserito:: Maggio 24, 2015, 10:58:21 »

Perché Sail post fa meglio le zone? Perché i ns portalettere se riportano indietro roba non gli rompe i coglioni nessuno, un titolare di zona non può mandare indietro una lettere per mancanza di civico

D me un ptl si rifiutava di portare posta ad una azienda per mancanza di civico, fai conto che questa azienda occupava un area di tipo un aeroporto...tanto per dire. E nessuno gli rompeva i maroni

Io sono un titolare e gli estratti conto delle banche, le bollette e in genere tutta la posta massiva senza numero civico, la mando tranquillamente al mittente. Nessun superiore mi rompe i coglioni, e ci mancherebbe anche. Qualche utente telefona, qualcuno mi ferma per strada, qualcuno si incazza pure. Ma poi gli passa e dopo un paio di mesi le stesse lettere tornano con l’indirizzo completo. Rendo un ottimo servizio al destinatario che riceverà sempre la posta, non solo quando c'è il titolare che lo conosce. Rendo un ottimo servizio al mittente che quando spedisce paga anche per il servizio di reso. Rendo un ottimo servizio a chi mi sostituisce dato che avrà meno difficoltà. Rendo un ottimo servizio all'azienda che ci guadagna qualche spicciolo in più.
Registrato

"... E la mia giustizia calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare e infine a distruggere i miei fratelli..." (Jules Winnfield)
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #44 inserito:: Maggio 24, 2015, 11:29:45 »

Io sono un titolare e gli estratti conto delle banche, le bollette e in genere tutta la posta massiva senza numero civico, la mando tranquillamente al mittente. Nessun superiore mi rompe i coglioni, e ci mancherebbe anche. Qualche utente telefona, qualcuno mi ferma per strada, qualcuno si incazza pure. Ma poi gli passa e dopo un paio di mesi le stesse lettere tornano con l’indirizzo completo. Rendo un ottimo servizio al destinatario che riceverà sempre la posta, non solo quando c'è il titolare che lo conosce. Rendo un ottimo servizio al mittente che quando spedisce paga anche per il servizio di reso. Rendo un ottimo servizio a chi mi sostituisce dato che avrà meno difficoltà. Rendo un ottimo servizio all'azienda che ci guadagna qualche spicciolo in più.

ottimo, direi. io come ALI al T&T se mi accorgo che un indirizzo non va la racc non ci arriva neppure al postino
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
Tatola
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 3462


.......


« Risposta #45 inserito:: Maggio 24, 2015, 12:48:56 »

ottimo, direi. io come ALI al T&T se mi accorgo che un indirizzo non va la racc non ci arriva neppure al postino

da noi invece si..perchè chi mette data, firma (leggibile) e numero della zona sull'adesivo del 24B?? tu che sei 1 ALI (quindi senza zona) Gianni??  Huh?
Registrato

ataru
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2025



« Risposta #46 inserito:: Maggio 24, 2015, 13:39:23 »

Ti contraddici da solo:

Ma non mi è mai capitato di pensare “non riesco a fare tutto perché non conosco ancora bene la zona”. Quello vale giusto per i primi giorni.

Ovvio che ogni giorno che passi su una zona sono minuti guadagnati in velocità, ma dopo un po’ che ci lavori i margini di miglioramento finiscono o comunque diventano minimi.

I margini di miglioramento ci sono sempre, fino a quando conosci le persone a memoria (e dove lavorano), perché a quel punto consegni direttamente per strada (mentre se sei titolare da poco non ti puoi permettere questo lusso, ancora meno da scorta o da portalettere che gira ogni giorno/settimana/mese una zona diversa, come sembra che vi piaccia!).
La posta con indirizzo insufficiente o inesatto non sarebbe nemmeno un problema, quando conosci tutti.
L'unica controindicazione dell'essere titolare di una zona da troppo tempo è solamente se si litiga con qualche utente.

A me capitano ancora raccomandate (non solo lettere) che arrivano senza indirizzo o con l'indirizzo sbagliato, e lo faccio notare al destinatario (che naturalmente RICEVE l'invio; quando è possibile, ovvero quando mi ricordo e sono CERTO, ovviamente).
In tutti questi casi non manco mai di far notare al destinatario che l'indirizzo ha qualcosa che non va.


Perché Sail post fa meglio le zone? Perché i ns portalettere se riportano indietro roba non gli rompe i coglioni nessuno, un titolare di zona non può mandare indietro una lettere per mancanza di civico

Ti ho già risposto che non posso rispondere, senza dati. Citare la fonte, no?
A me non risulta che gli altri fanno meglio; per esempio, la postaCERTA/Formula Certa che trovavo e trovo sopra le buche del civico inesatto (perché mancava il barrato!); ma anche al civico esatto le trovo sopra! Wink
Idem per gli altri operatori postali.
E' una brutta abitudine che abbiamo anche noi (o qualcuno di noi), quella di lasciare le lettere sopra le buche.


Io sono un titolare e gli estratti conto delle banche, le bollette e in genere tutta la posta massiva senza numero civico, la mando tranquillamente al mittente. Nessun superiore mi rompe i coglioni, e ci mancherebbe anche. Qualche utente telefona, qualcuno mi ferma per strada, qualcuno si incazza pure. Ma poi gli passa e dopo un paio di mesi le stesse lettere tornano con l’indirizzo completo. Rendo un ottimo servizio al destinatario che riceverà sempre la posta, non solo quando c'è il titolare che lo conosce. Rendo un ottimo servizio al mittente che quando spedisce paga anche per il servizio di reso. Rendo un ottimo servizio a chi mi sostituisce dato che avrà meno difficoltà. Rendo un ottimo servizio all'azienda che ci guadagna qualche spicciolo in più.

La mia esperienza è diversa: ho ben due persone che ricevono lettere dell'enel all'indirizzo sbagliato, mentre loro sono trasferiti da 10 anni (o quasi), uno nella stessa via e l'altro in una via adiacente.
Dopo un anno e mezzo/due sulla zona, e quindi dopo aver mandato indietro le lettere con la giusta motivazione, continuano ad arrivare.
A un'altra persona continua ad arrivare la lettera dell'enel della sorella deceduta dal 2007!
A qualcuno con l'indirizzo sbagliato, bolletta Telecom, continua ad arrivare la bolletta con l'indirizzo sbagliato, nonostante lui mi abbia confermato di averlo comunicato.

A me personalmente è arrivata una lettera importante con l'indirizzo sbagliato, nonostante avessi dato l'indirizzo corretto. Fortunatamente, i colleghi da cui è passata per le mani mi conoscevano e me l'hanno consegnata.
In un altro caso, ho dovuto aspettare 15 mesi prima che mi correggessero l'indirizzo (avevo rifiutato l'indirizzo sbagliato, da portalettere rompi-coglioni che sono non avrei potuto più romperli ai miei utenti Wink).
Insomma, non vedo la velocità che dici tu da parte delle aziende che mandano le lettere massive nel cambiare gli indirizzi sbagliati.
« Ultima modifica: Maggio 24, 2015, 13:52:23 da ataru » Registrato

Non fare agli altri ciò che non vorresti che fosse fatto a te stesso.
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #47 inserito:: Maggio 24, 2015, 15:28:28 »

da noi invece si..perchè chi mette data, firma (leggibile) e numero della zona sull'adesivo del 24B?? tu che sei 1 ALI (quindi senza zona) Gianni??  Huh?
ce lo metto io, dove sta il problema? e che zona ci dovrei mettere se l'indirizzo non esiste o non è completo.
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
Tatola
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 3462


.......


« Risposta #48 inserito:: Maggio 24, 2015, 15:43:13 »

ce lo metto io, dove sta il problema? e che zona ci dovrei mettere se l'indirizzo non esiste o non è completo.

regole da me.....la raccomandata si da alla 1' zona di quel paese (non è detto quindi alla 1' zona del Cpd o Pdd) e il ptl mette 24B e scrive come detto, carica la raccomandata sul palmare e poi la scarica con la dicitura appropriata.....
Registrato

gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #49 inserito:: Maggio 24, 2015, 15:52:18 »

l'altro giorno suonano alla porta e vado a vedere chi era, c'è una coppia sui 50 con il viso chiaramente trasformato dalla rabbia. incazzati neri perchè, dicono, sono due ore che provano a telefonare in ufficio e o trovano occupato o risulta inesistenrte.

inveiscono in modo anche troppo volgare verso poste, postali e presenti.

mi calmo, prendo fiato e chiedo: che numero avete fatto? dove lo avete preso?. risposta: l'ho copiato dalle pagine gialle. la cosa mi sembra strana e gli chiedo gentilmente di telefonarmi di nuovo per verificare in diretta se il telefono funziona oppure no. noi usiamo telefoni senza fili per cui il telefono dell'ufficio me lo porto dietro come un cellulare.

beh, non ci crederete ma sentivo il tu tu del cellulare messo in viva voce ma il mio telefono non faceva una pippa.

alla fine è venuto fuori che quel lavativo del gestore telefonico, che non conosco, non ha cercato il mio numero, quello giusto,  per permettere ai suoi clienti di conferire comunque con noi.

non c'è più religione, le stagioni non sono più le stesse, ecc ecc eccc.
mi consolo, i lavativi che ""non cercano"" non li abbiamo solo noi.
« Ultima modifica: Maggio 24, 2015, 16:00:39 da gianni il vecchio » Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #50 inserito:: Maggio 24, 2015, 16:00:15 »

regole da me.....la raccomandata si da alla 1' zona di quel paese (non è detto quindi alla 1' zona del Cpd o Pdd) e il ptl mette 24B e scrive come detto, carica la raccomandata sul palmare e poi la scarica con la dicitura appropriata.....
beh, tati, io a volte lo farei pure, anzi, lo faccio, ma i colleghi postini mi dicono: perchè ce la devo mettere io la firma? non è mica la mia zona? allora, in pratica dovrei cercare, magari, i tre/quattro postini che fanno quel comune e fargli mettere, a tutti, una dichiarazione. ma stiamo mica scherzando? te lo immagini una racc con 19/20 dichiarazioni. assurdo.

se la strada non esiste mando via, se c'è solo il nome del comune mando via, se l'indirizzo non è completo mando via. mi pare di aver recepito che la chiamata non si fa più. una volta,si andava addirittura all'anagrafe. son cambiati i tempi.
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1020


« Risposta #51 inserito:: Maggio 24, 2015, 19:22:15 »

non ho precisato una cosa
quando parlavo di miglior servizio di mail post ( e non parlavo dei privati in genere) è perché sai post lavoro a livello locale,
tnt post no quindi non posso verificare quello che fanno
Registrato
ataru
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2025



« Risposta #52 inserito:: Maggio 26, 2015, 20:56:55 »

Sì, ma c'è una fonte di quello che dici?
Dov'è il sondaggio?
E QUALI clienti?
Gli utenti che ricevono le lettere o i clienti che le spediscono?

Non mi ricordo se oggi o ieri, mi è arrivata una lettera sail post, con l'adesivo di poste italiane.
Naturalmente non l'ha consegnata sail post.
Registrato

Non fare agli altri ciò che non vorresti che fosse fatto a te stesso.
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #53 inserito:: Maggio 26, 2015, 21:08:39 »

anni fa una agenzia privata consegnava dalle mie parti le bollette dell'enel, la "postina", che ora è diventata davvero una postina, affrancava e imbucava le bollette scomode. facevo le buche e ne trovavo sempre parecchie, diceva che gli costava meno il francobollo che la benzina per recarsi sul posto.
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
ataru
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 2025



« Risposta #54 inserito:: Maggio 26, 2015, 21:12:46 »

Beh comunque io non sono in una zona difficile, almeno per il momento.
Cioè, i numeri civici si trovano facilmente, a parte qualche caso dove comunque ci si perde per pochi secondi (se non si conosce la zona).
Quando stavo in una zona più rarefatta, ricevevo più lettere "ri-affrancate".
« Ultima modifica: Maggio 26, 2015, 21:13:44 da ataru » Registrato

Non fare agli altri ciò che non vorresti che fosse fatto a te stesso.
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1020


« Risposta #55 inserito:: Maggio 26, 2015, 21:14:23 »

Macché sondaggio
Ho detto che sto parlando di miei clienti e la fonte son io
Registrato
Pagine: 1 [2]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!