Mondoposte.it
Aprile 01, 2020, 12:48:44 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Trattative sindacato/ azenda  (Letto 4177 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Tatola
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 3462


.......


« inserito:: Settembre 01, 2015, 18:05:19 »

Riporto una discussione della UIL POSTE DI VARESE (mi permetto di modificarla là dove ritengo che le parole di Gianni il Vecchio dette nei mesi scorsi su vari interventi siano state dette da chi ci ha visto lungo....le metto in rosso)


Settembre 2015
Dopo la pausa estiva si riprenderanno a breve i lavori sui punti fondamentali che ci vedranno coinvolti e che riassumiamo in :
PRIVATIZZAZIONE
RIORGANIZZAZIONE PCL
CONTRATTO DI LAVORO
*PRIVATIZZAZIONE :
Anche la UIL con le dichiarazioni del nostro Segretario Generale si allinea alla UILPoste, definendo fondamentale mantenere l’ unicità Aziendale ed aprire un confronto negoziale tra GOVERNO, Poste Italiane e Parti Sociali per la “definizione di un patto per lo sviluppo e l’ occupazione”.
*RIORGANIZZAZIONE PCL :
L’ Azienda vorrebbe comunque procedere alla RIORGANIZZAZIONE delle Aree REGOLATE da AGCOM ( che riguardano per la Lombardia alcuni territori di Brescia, Pavia, Como e Sondrio ) prescindendo dal possibile Accordo complessivo con le OO.SS.? Noi non ci stiamo!
Ricordiamo cosa non condividiamo:
• Che si proceda con le Zone alterne ovunque tranne in 9 Aree Metropolitane.
• Che vi siano le zone –definite, “regolate” da AGCOM- dove si procederà con le Zone alterne pure ( previsione passaggio da 5 a 3 operatori applicati a zone alterne );
• Che vi siano le zone – definite “non regolate” su tutto il territorio (tranne le 9 Aree Metropolitane^ comunque alterne, ma con l’ ausilio del Postino Plus ( portatore di oggetti a firma e consegne dedicate); previsione passaggio da 5 a 4 operatori applicati a zone alterne + Plus;
• Che vengano superate le figure di Messo e di ASI, passandoli di fatto al recapito senza meriti per gli impegni profusi nel tempo sull’ attività commerciale;
• Che venga proposta la eliminazione della titolarità di zona e la flessibilità totale sui ruoli;
• Che venga diminuita la scorta all’ 8 %;
Che non venga garantito l’ orario di lavoro del portalettere, introducendo una forma di flessibilità operativa ( ex abbinamento ) a costo “zero”.
*CONTRATTO DI LAVORO
Abbiamo più volte ribadito la necessità di rivedere non solo la parte economica ma anche la parte normativa del Contratto che rimarrà DEL GRUPPO POSTE ITALIANE.
Ad Ottobre devono quindi aprirsi le trattative per il RINNOVO DEL C.C.N.L. 2016/2019
Vi terremo come sempre informati !!
Registrato

inviperito2006
Utente non iscritto
« Risposta #1 inserito:: Settembre 11, 2015, 16:54:18 »

. . Hanno aspettato 3 anni dalla scadenza e proprio adesso che inizia la "Svendita" di Poste vogliono discutere il nuovo ccnl. . Perchè non lo hanno fatto prima? ? E perchè le OO.SS. (cgil CISL e Uil) hanno fatto finta di niente? ? . .. .Probabilmente perchè del rinnovo del CCNL non importa una minchia (scusatemi il termine) proprio a nessuno ! ! . . Alla fine chi ci rimette siamo sempre gli stessi. .
Registrato
mits
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 904


« Risposta #2 inserito:: Settembre 11, 2015, 17:41:13 »

non sei informato abbastanza se dai un visione completa degli articoli sindacali del rinnovo contrattuale e la quotazione in borsa se ne parlava da un 1 anno  ed anche i quotidiani nazionali milano finanze e il sole 24 ore ed avvenire ne an parlato documentarsi prima di discutere
Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!