Mondoposte.it
Gennaio 19, 2021, 08:51:37 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: 1 2 [3]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: sentenze contratti art.2 comma 1 bis sub d.lvo 368/2001  (Letto 62393 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
caterina.anaclerio
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 7


« Risposta #60 inserito:: Marzo 04, 2012, 17:45:05 »

UN CONTRATTO DEL 2006 FULL TIME COME PORTALETTERE UNICO CONTRATTO HA VINTO A GENNAIO 2012
Registrato
MicheleRC85
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 39



« Risposta #61 inserito:: Marzo 08, 2012, 15:51:02 »

UN CONTRATTO DEL 2006 FULL TIME COME PORTALETTERE UNICO CONTRATTO HA VINTO A GENNAIO 2012

Qualcosina in più... tipo motivazioni, zona di recapito, ecc...Huh?
Registrato
MicheleRC85
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 39



« Risposta #62 inserito:: Marzo 18, 2012, 18:58:15 »

Piccola nota di speranza, attendo approfondimenti da un ricorsista vincente Contratto di un mese e mezzo 2011 reintegrato per causa vinta nei giorni scorsi... appena saprò di più vi farò sapere...
Registrato
Azimutuno
Utente non iscritto
« Risposta #63 inserito:: Marzo 18, 2012, 19:34:43 »

Meglio leggere la sentenza.
Registrato
bluempire82
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 132


« Risposta #64 inserito:: Marzo 22, 2012, 18:27:54 »

http://www.ilpostale.it/SENTENZAbrescia12GEN2012CTDsportelleria.pdf
Registrato

in attesa del 21 aprile.........!!!!! 2 udienza!!!
luca_1966
Utente non iscritto
« Risposta #65 inserito:: Marzo 24, 2012, 00:06:56 »

Ho sviluppato il link di cui sopra qui:

CORTE D'APPELLO DI BRESCIA, Sezione Lavoro
Sent. n. 145 del 12/1/2012 (dep. 20/1/2012)
Registrato
MicheleRC85
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 39



« Risposta #66 inserito:: Marzo 25, 2012, 08:36:28 »

Avv Duccio Bardi... sentenza del 6 marzo 2011 contratto unico febbraio marzo 2011 ha vinto il ricorso a pistoia... non appena avrò la sentenza se riesco la posto...
Registrato
foreverinever
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 24


« Risposta #67 inserito:: Marzo 27, 2012, 08:15:41 »

Ho sviluppato il link di cui sopra qui:


Io sto facendo ricorso a brescia(febbraio-marzo 2009, ho lavorato al cmp), unico contratto art 2 comma 1 bis, essendo che in quell'anno la soglia del 15% è stata superata, avrei buone possibilità di vincere(se dovesse esserci anche lo stesso giudice??)
Registrato
luca_1966
Utente non iscritto
« Risposta #68 inserito:: Marzo 27, 2012, 12:36:17 »

La Corte d'Appello di Brescia, come puoi leggere, và in quella direzione. La sentenza (a me) pare molto convincente (anche per altre questioni ivi trattate). Speriamo che il tuo giudice la pensi allo stesso modo. Si renderà conto, in ogni caso, che una decisione di segno opposto verrebbe molto probabilmente riformata al grado successivo di giudizio. Naturalmente tutto dipende, alla base, dai motivi del ricorso, cioè dalla sua completezza.
Registrato
foreverinever
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 24


« Risposta #69 inserito:: Marzo 27, 2012, 16:36:07 »

i motivi del ricorso sono sempre sulle basi del 15%, così ha detto il mio avvocato. Spero di vincere...è stato il lavoro più bello e gratificante che abbia mai fatto in vita mia...alla cfsm, si correva, si sudava, si finiva con le mani nere come i meccanici ma a me piaceva un casino...
Registrato
luca_1966
Utente non iscritto
« Risposta #70 inserito:: Maggio 22, 2012, 21:20:01 »

La sentenza della Suprema Corte recentemente diffusa dallo St. leg. Galleano è molto significativa, e non a caso ritengo di doverla allegare anche a questa pagina, con riferimento ad alcuni miei interventi nelle sezioni:

http://www.mondoposte.it/smf/index.php?topic=4694.msg115262#msg115262

http://www.mondoposte.it/smf/index.php?topic=3792.720

L'orientamento della Cassazione appare più scontato che sofistico.

CASSAZIONE, Sez. civ. VI
Ordinanza n. 2912 del 24/2/2012

<<Il collegio ritiene viceversa manifestamene fondato il 4° motivo di ricorso.

In proposito, va anzitutto ribadito l'orientamento ormai uniforme di questa Corte secondo cui L'ONERE DI DEDUZIONE E PROVA DEL RISPETTO DELLA PERCENTUALE contrattualmente stabilita a livello collettivo DEL PERSONALE ASSUMIBILE A TEMPO DETERMINATO RISPETTO AL PERSONALE STABILE GRAVA SUL DATORE di lavoro mentre il lavoratore che impugna la clausola appositiva del termine può limitarsi ad affermarne l'inosservanza o comunque chiedere che la parte opposta assolva all'onere sulla stessa incombente (cfr., al riguardo, ex plurimis, Cass. nn. 839/10 e 14283/11).

Nel caso in esame, il ricorrente aveva appunto in primo grado svolto le proprie contestazioni in proposito, invitando pertanto la società a provare l'osservanza della prevista percentuale massima.

Costituendosi, LA SOCIETÀ AVEVA "DEDOTTO E ALLEGATO" IL RISPETTO DELLA CLAUSOLA collettiva "DI CONTINGENTAMENTO" (il contenuto della deduzione, CONCERNENTE IL NUMERO MEDIO DI ASSUNZIONI NELL'ANNO DI RIFERIMENTO rispetto al numero del personale stabile, è stato riprodotto dalla società nel controricorso), DEDUZIONE CHE NON RISULTA SIA STATA OGGETTO DI PROVA TESTIMONIALE O DOCUMENTALE in primo grado.

IN APPELLO, IL RICORRENTE AVEVA NUOVAMENTE CONTESTATO (come risulta dal ricorso per cassazione) l'osservanza da parte della società della C.D. CLAUSOLA DI CONTINGENTAMENTO, RICEVENDO COME RISPOSTA CHE TALE LIMITE stabilito dal contratto collettivo "peraltro nella fattispecie qui in esame NON RISULTA IN ALCUN MODO VIOLATO, laddove per giunta nessuno specifico e rituale rilievo sul punto consta da parte della ricorrente".

LA CORTE TERRITORIALE NON INDICA peraltro in alcun modo DA QUALE PROVA ABBIA DESUNTO L'OSSERVANZA DELLA PERCENTUALE PRESCRITTA.

Né appare pertinente nel caso in esame l'eventuale richiamo della Corte territoriale (con la oscura formula sopra riprodotta) alle regole della mancata contestazione dei fatti costitutivi del diritto di procedere alla stipula di un contratto di lavoro a tempo determinato. DATE LE DIMENSIONI DELLA SOCIETÀ e del conseguente ricorso a contratti di lavoro a tempo determinato per le varie esigenze indicate dalla legge e dalla contrattazione collettiva, IL SINGOLO LAVORATORE NON È infatti IN GRADO DI CONTESTARE SPECIFICATAMENTE I DATI NUMERICI in proposito indicati in giudizio, DOVENDOSI LIMITARE A CHIEDERNE LA PROVA, COSA CHE IL RICORRENTE HA FATTO IN PRIMO GRADO E REITERATO poi IN APPELLO, confutando altresì la credibilità dei dati quantitativi dedotti nonché la genericità di contenuto della relativa deduzione (SENZA OTTENERE al riguardo UNA RISPOSTA diversa dalle generiche proposizioni sopra riprodotte).

LA SENTENZA IMPUGNATA APPARE pertanto, sul punto e nei limiti indicati, NON RISPETTOSA DELLA REGOLA DELL'ONERE DELLA PROVA RELATIVAMENTE ALL'OSSERVANZA DELLA PERCENTUALE DELLE ASSUNZIONI a termine E CARENTE SUL PIANO MOTIVAZIONALE, QUANTO AGLI ELEMENTI PROBATORI, anche presuntivi, che potrebbero sostenere la valutazione di rispetto di tale clausola nel caso esaminato.

Concludendo, alla luce delle considerazioni svolte, il ricorso va accolto e la sentenza impugnata va cassata, con rinvio ad altro giudice, che procederà ad una nuova valutazione in ordine alla prova del rispetto della clausola di contingentamento, alla luce della regola dell'onere probatorio enunciata.>>.


Per i dettagli si rimanda al link:

http://www.studiogalleano.it/Art2_c1bis_clusola_contingentamento.htm
Registrato
Pagine: 1 2 [3]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!