Mondoposte.it
Novembre 25, 2020, 01:11:31 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 7   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Quei 15.000 con lo scivolo  (Letto 61959 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Se7ven
Sr. Member
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1832



« Risposta #60 inserito:: Gennaio 25, 2018, 22:09:55 »

Quanto tempo fa hanno fatto questi accordi?

La postina dei 10  anni fine scorsa estate, l'altro credo un 5/6 mesi prima. Ma non ho i dati precisi
Registrato

" Siamo ancora in tempo per convertirci e riparare i peccati del mondo, perché, come disse profeticamente una veggente di Kibeho, dopo sarà troppo tardi. Ma nessuno potrà dire di non essere stato avvertito" .
Se7ven
Sr. Member
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1832



« Risposta #61 inserito:: Gennaio 25, 2018, 22:18:38 »

Anche a me le cifre di se7ven non tornano.
Negli ultimi anni diversi colleghi ptl hanno approfittato dell'incentivo all'esodo e so per certo che la massima cifra che hanno spuntato è di 95K Euro lordi che al netto della tassazione si sono ridotti a circa 72K netti.
poi se li sono gestiti come volevano, chi versando circa 9K euro all'anno per le volontarie, e chi invece non versandoli e utilizzandoli per campare e arrivare alla pensione: ciascuno si è fatto i suoi calcoli.
Tutto questo però non ha niente a che fare con il fondo di solidarietà che non è stato mai attivato.
Per quanto ne so io ora per poter chiedere l'incentivo bisogna essere a meno di tre anni dalla data di pensionamento. Salvo le eccezioni che nel nostro mondo sono tante e varie........

Io ti dico quello che i colleghi mi han detto. Quella dei 10 anni ci metto il  testicolo destro sul fuoco, e' una coscritta e siamo andati a scuola insieme fino alle superiori, la conosco come le mie tasche e mi fido.
L'altro lo conosco meno ma non ho ragione di dubitare, mi ha fatto la rivelazione emntre eravamo in sala d'attesa dal dottore e non credo che fosse stato in un momento particolarmente 'eccitativo'..

La terza cosa e' che in base alla mia esperienza dei 'pagliacci' che girano in poste, la contrattazione personale particolarmente efficace o tramite sindacato,  e' capace di farti ottenere cifre molto differenti tra loro a seconda della 'testa che chiede'..
Inoltre conosco anche alcuni casi 'umani' che sono stati trattati in maniera particolare.., parlando a quattr'occhi, da noi chi 'decide' è il capo regionale delle risorse umane. Sei tu che gli guardi in tasca se mette 20'000 euro in piu' o meno..?

Meditaci su su. O fai come alcuni furbacchioni qui dentro che credono solo a cifre e normative.
« Ultima modifica: Gennaio 25, 2018, 22:22:56 da Se7ven » Registrato

" Siamo ancora in tempo per convertirci e riparare i peccati del mondo, perché, come disse profeticamente una veggente di Kibeho, dopo sarà troppo tardi. Ma nessuno potrà dire di non essere stato avvertito" .
D_Mirko
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 79


« Risposta #62 inserito:: Gennaio 25, 2018, 22:45:22 »

La postina dei 10  anni fine scorsa estate, l'altro credo un 5/6 mesi prima. Ma non ho i dati precisi

Non chiedevo le date precise, era solo per capire se erano accordi di anni precedenti o attuali,
quindi qualche speranza c'è, anche a chi manca più di tre anni alla pensione.
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #63 inserito:: Gennaio 26, 2018, 10:12:48 »

la cifra di 850 euro la tiro fuori semplicemente perché ho visto i bollettini di pagamento di nostri colleghi postini ed amici andati via con l'incentivo, il livello b penso debba versare un po di più avendo uno stipendio tabellare più alto.
forse non mi spiego bene.
Gli 850 di cui parli tu possono anche essere corretti e non metto in discussione che a questi colleghi abbiano dei bollettini precompilati da pagare ma hanno mai chiesto come viene fuori quella cifra? si sono assicurati che sia corretta? personalmente senza un razionale non è un valore affidabile su cui fare riferimento.
Su questi moduli di versamento si riesce a capire se sono contributi versati in forma volontaria o che altro? anche questo incide sul calcolo

inoltre ti faccio di nuovo notare chei calcoli che ti ho esposto sono proprio per un livello B:
la cifra che ho provato a calcolare su base annuale (7093), come ho scritto precedentemente, è basata proprio sui valori tabellari di un livello B: minimo tabellare + contingenza nessuna altra voce stipendiale; ovviamente se nelle buste paga di questi colleghi di cui parli ci sono altre voci (es ad personam o altre voci) bisognerebbe aggiungerle al calcolo. Se mi dai i razionali di calcolo ti faccio il calcolo preciso.

per quanto riguarda il fondo di solidarietà ripeto e un'altra cosa e stata creata perché noi postali non avevamo nessuna tutela in caso di crisi aziendale, ho chiamato cassa integrazione per far rendere l'idea del fondo, poi può essere aperta in varie forme anche volontaria.

Forse non hai letto la circolare INPS 95 che riguarda proprio  il funzionamento del Fondo Solidarietà.
Se non lo hai fatto ti riporto di nuovo a seguire l'estratto delle prestazioni che dovrebbe erogare e come puoi constatare al punto 3 si parla di "assegni straordinari" per l'agevolazione all'esodo.
Hai qualche altra informazione documentata che dice che questa normativa non è più valida? sarebbe utile averla per capire come l'azienda finanzia gli esodi e gli obblighi che eventualmente avrebbe.

1. Prestazioni
Il Fondo provvede, nell’ambito dei processi di ristrutturazione e/o di situazioni di crisi, e/o di
rilevante riorganizzazione aziendale o di riduzione o trasformazione di attività o di lavoro, nei
confronti dei soggetti aderenti al Fondo:
1. al finanziamento di programmi formativi di riconversione e/o riqualificazione
professionale, anche in concorso con gli appositi Fondi nazionali e/o comunitari;
2. al finanziamento di specifici trattamenti a favore dei lavoratori dipendenti dai soggetti
aderenti al Fondo, interessati da riduzione dell’orario di lavoro o da sospensione
temporanea dell’attività lavorativa anche in concorso con gli appositi strumenti di
sostegno previsti dalla legislazione vigente ed al versamento della contribuzione
correlata;
3. all’erogazione di assegni straordinari per il sostegno al reddito riconosciuti ai lavoratori
ammessi a fruirne nel quadro dei processi di agevolazione all’esodo, e al versamento
della contribuzione correlata dovuta alla competente gestione previdenziale.


per quanto riguarda le pensioni di vecchiaia si può andare a vedere in qualsiasi sito le tabelle che sono 2017-2018  uscita 66 e 7 mesi 2019-2020 67 anni 2021-2022 67 e 3 mesi e cosi via avendo minimo 20 anni di contributi per usufruire al diritto, poi certo ci sono i lavori usuranti etcc ma e un'altra cosa.
il mio appunto riguardava:
- il tuo inesatto riferimento a pensioni di "anzianità" (trattamento abolito)  invece che "vecchiaia"
- il fatto che parlavi in maniera generica del requisito di 67 anni che è appunto la soglia che sarà in vigore per chi andrà in pensione nel biennio 2019-2020 (come ho scritto correttamente)
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #64 inserito:: Gennaio 26, 2018, 10:25:31 »

Banca Popolare di Vicenza era affidabile?
Monte dei Paschi di Siena, salvata dallo Stato?

Sono banche che hanno sportelli fisici principalmente nelle vicinanze delle loro sedi,
poi fanno raccolta online, vuoi essere sicuro al 100%?
Leggi sempre nel foglio informativo se è una banca che aderisce al FITD e tieniti sempre sotto i 100K euro di investimento per ogni intestatario.

purtroppo hai tristemente ragione... è proprio per questo che, da profano del mondo finanaziario, a maggior ragione, non me la sento di rischiare con soggetti poco noti (soprattutto su orizzonti temporali lunghi)
Il meccanismo del fondo di tutela lo conosco ma sono sempre stato scettico sull'effettiva attivazione di questa salvaguardia in caso di effettiva necessità (per capirci, hai notizie di qualcuno che è incappato in problemi di questo tipo con una banca fallita ed è stato risarcito dal fondo? con l'introduzione poi delle regole sul bail-in anche questa tutela mi sembra si sia ridimensionata)
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #65 inserito:: Gennaio 26, 2018, 11:09:00 »

Grazie per la precisazione! meglio così....

...speriamo sia così! però tu dicevi in un post precedente che a te risultava che il fondo non fosse mai stato attivato... se è così allora siamo da punto a capo nel capire come funziona e si finanzia il meccanismo di esodo.
« Ultima modifica: Gennaio 26, 2018, 11:23:36 da albus » Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #66 inserito:: Gennaio 26, 2018, 11:38:38 »

Meditaci su su. O fai come alcuni furbacchioni qui dentro che credono solo a cifre e normative.

esperienza personale e giudizio critico sono fondamentali, ma direi che anche i razionali e le pezze normative sono importanti se puoi uno vuole fare valere le sue ragioni in qualche sede ufficiale
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #67 inserito:: Gennaio 26, 2018, 13:23:45 »

a puro titolo di "pettegolezzo" !! riporto una voce che mi è stata riferita da colleghi di sede centrale (prendetela quindi cn tutti i caveat del caso!!):
pare che l'azendia stia discutendo con i sindacati la possibilità di adottare, almeno per il biennio 2018-2020, una modalità di esodo che si basa sull'istituto della "isopensione", strumento introdotto nella legge fornero

In estrema sintesi questo strumento consente un anticipo dell'età pensionabile sino ad un massimo di 4 anni (7 nel triennio 2018-2020 per effetto di una disposizione contenuta nella finanaziaria 2018) rispetto alla normativa Fornero; l'azienda esodante corrisponde, con oneri interamente a suo carico, un assegno ai lavoratori di importo equivalente alla pensione (isopensione) per l'intero periodo di esodo, sino al raggiungimento dei requisiti per il pensionamento. L'azienda dovrà versare, oltre all'assegno, anche la relativa copertura contributiva (per chi volesse approfondire: http://www.pensionioggi.it/dizionario/isopensione )
Registrato
yin yang
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 95


« Risposta #68 inserito:: Gennaio 26, 2018, 17:29:21 »

a puro titolo di "pettegolezzo" !! riporto una voce che mi è stata riferita da colleghi di sede centrale (prendetela quindi cn tutti i caveat del caso!!):
pare che l'azendia stia discutendo con i sindacati la possibilità di adottare, almeno per il biennio 2018-2020, una modalità di esodo che si basa sull'istituto della "isopensione", strumento introdotto nella legge fornero

In estrema sintesi questo strumento consente un anticipo dell'età pensionabile sino ad un massimo di 4 anni (7 nel triennio 2018-2020 per effetto di una disposizione contenuta nella finanaziaria 2018) rispetto alla normativa Fornero; l'azienda esodante corrisponde, con oneri interamente a suo carico, un assegno ai lavoratori di importo equivalente alla pensione (isopensione) per l'intero periodo di esodo, sino al raggiungimento dei requisiti per il pensionamento. L'azienda dovrà versare, oltre all'assegno, anche la relativa copertura contributiva (per chi volesse approfondire: http://www.pensionioggi.it/dizionario/isopensione )

ho avuto anch'io la stessa notizia.

Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #69 inserito:: Gennaio 26, 2018, 20:18:01 »

Beh almeno non è una voce isolata  Grin
Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #70 inserito:: Gennaio 27, 2018, 10:17:23 »

Ma sostanzialmente è quello che succede oggi
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #71 inserito:: Gennaio 29, 2018, 09:05:17 »

Ma sostanzialmente è quello che succede oggi

sostanzialmente mi sembra proprio di no se, come hanno detto in molti qui, il meccanismo di esodo oggi prevede l'erogazione di una cifra una tantum (non si sa bene come quantificata) con la quale il dipendente si deve pagare i contributi

lo strumento dell'isopensione prevede il pagamento di un assegno pensionistico equivalente per il periodo di esodo e il pagamento dei contributi da parte dell'azienda...mi sembra ben diverso ed almeno chiaramente quantificabile in base ai calcoli della prestazione pensionistica
Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #72 inserito:: Gennaio 29, 2018, 15:12:07 »

Quello che so io e che non fa testo
Alcuni colleghi hanno preso una cifra con la quale si pagavano i contributi volontari all’INPS e gli rimaneva lira più lira meno lo stipendio pulito

Alcuni colleghi a seconda dei casi possono anche non decidere i versare i volontari: spesso questa scelta è data dal fatto che il versarli non gli fa anticipare la data di pensionamento e che il variare della pensione è minimo

Per quelli che conosco direttamente hannpreso stipendio oltre a contributi

Ma quello che dico io vale solo per quello che ho visto, facile da verificare perché specialmente a dicembre sonusciti tanti colleghi e loro sanno sicuramente come è andata nel loro caso
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #73 inserito:: Gennaio 29, 2018, 15:39:53 »

Quello che so io e che non fa testo
Alcuni colleghi hanno preso una cifra con la quale si pagavano i contributi volontari all’INPS e gli rimaneva lira più lira meno lo stipendio pulito

Alcuni colleghi a seconda dei casi possono anche non decidere i versare i volontari: spesso questa scelta è data dal fatto che il versarli non gli fa anticipare la data di pensionamento e che il variare della pensione è minimo

Per quelli che conosco direttamente hannpreso stipendio oltre a contributi

Ma quello che dico io vale solo per quello che ho visto, facile da verificare perché specialmente a dicembre sonusciti tanti colleghi e loro sanno sicuramente come è andata nel loro caso

sto appunto dicendo che quello che succede ora e che hai descritto non è sostanzialmente analogo all'isopensione:
con l'isopensione è l'azienda che ha l'obbligo di versare i contributi e non il lavoratore (valutazioni sull'opportunità di versare i contributi a parte)
con l'isopensione il lavoratore, dal momento in cui smette di lavorare fino a quando matura la decorrenza della pensione, percepisce un importo mensile pagato dall'ex datore di lavoro (no assegni una tantum); tale assegno è di d'importo corrispondente a quello del trattamento di pensione maturato in base alle regole vigenti, sia essa di vecchiaia o anticipata (quindi sicuramente non pari allo stipendio mensile)

sono invece d'accordo con te sul fatto che, in alcuni casi, può essere conveniente per il lavoratore farsi liquidare una cifra una tantum sulla quale può fare i suoi ragionamenti circa l'opportunità o meno di versare i contributi volontari (l'equivalente della cifra mensile che si garantirebbe in questo caso sarebbe più vicina allo stipendio non versando la parte contributiva volontaria)
Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #74 inserito:: Gennaio 29, 2018, 22:57:52 »

Fatto sta che i cosiddetti giovani avranno pensioni da schifo e i vecchi già tutelati da retributivo e misto si godono anche lo scivolo per andare in pensione a 61-62 anni.
Un mondo alla rovescia
Registrato
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #75 inserito:: Gennaio 30, 2018, 08:01:17 »

Fatto sta che i cosiddetti giovani avranno pensioni da schifo e i vecchi già tutelati da retributivo e misto si godono anche lo scivolo per andare in pensione a 61-62 anni.
Un mondo alla rovescia

beh, a parte qualcuno i vecchi la pensione se la sono già guadagnata, del resto se dovessero lavorare fino agli 80 con molta probabilità i giovani non avrebbero neppure un lavoro.

questo si che sarebbe un mondo alla rovescia. i giovani che gurdano i vecchi lavorare. angel
« Ultima modifica: Gennaio 30, 2018, 08:02:36 da gianni il vecchio » Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #76 inserito:: Gennaio 30, 2018, 08:32:23 »

sono d'accordo con gianni, non darei la croce sulle spalle ai "vecchi", anche se è verò che quelli veramente penalizzati sono i giovani.

La colpa vera è della miopia, chiamiamola così, dei nostri governanti che ieri, come oggi, guardano solo al risultato politico, altrimenti non si spiega come sia stato possibile creare un sistema previdenziale così sbilanciato (pensiamo, per esempio, ai danni creati dalle baby pensioni del governo Rumor) che ormai è al collasso e può reggere solo allungando le finestre temporali di attività lavorativa sperando che nuovi entrati nel mondo del lavoro possano portare la liquidità necessaria per tenere in piedi il carrozzone (il sistema pensionistico è un perfetto esempio di schema ponzi!).



Registrato
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #77 inserito:: Gennaio 30, 2018, 08:42:16 »

e voi pensate come mi sono incavolato io, vecchio, quando ho visto  andare in pensione dei giovani a 40 anni. tickedoff
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
pontello
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 670


« Risposta #78 inserito:: Gennaio 30, 2018, 08:55:50 »

Le baby pensioni non sono state una sciagura soltanto per i pochi contributi versati, ma soprattutto perché centinaia di migliaia di 35/40enni in salute hanno continuato a lavorare in nero portando via il posto ad altrettante centinaia di migliaia di giovani! Per curiosità ho cercato in rete l'età del più giovane baby pensionato : ebbene abbiamo una ex bidella andata in pensione a 29 anni di età!!
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #79 inserito:: Gennaio 30, 2018, 09:46:07 »

Le baby pensioni non sono state una sciagura soltanto per i pochi contributi versati, ma soprattutto perché centinaia di migliaia di 35/40enni in salute hanno continuato a lavorare in nero portando via il posto ad altrettante centinaia di migliaia di giovani! Per curiosità ho cercato in rete l'età del più giovane baby pensionato : ebbene abbiamo una ex bidella andata in pensione a 29 anni di età!!

tristemente vero!
questo mette in luce un istinto innato nel genere umano (...e soprattutto, ahimè, tra noi italiani): approfittare delle situazioni di vantaggio anche se coscienti che non sono eticamente giuste
Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #80 inserito:: Gennaio 30, 2018, 13:38:39 »

beh, a parte qualcuno i vecchi la pensione se la sono già guadagnata, del resto se dovessero lavorare fino agli 80 con molta probabilità i giovani non avrebbero neppure un lavoro.

questo si che sarebbe un mondo alla rovescia. i giovani che gurdano i vecchi lavorare. angel


È un discorso sbagliato alla radice
Ti sei guadagnato la pensione se prenderai meno di quello che hai versato e altri sconteranno questo?
Per me no

Mia opinione ma quasi un dato di fatto
Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #81 inserito:: Gennaio 30, 2018, 13:43:02 »

Oggi la società è invecchiata e si da più ascolto ai tutelati che ai non
Tutto qui
Vogliamo farci sopra discorsi filosofici oppure economico senza fondamento? È tempo perso
 
Prima o poi il sistema salterà e lo pagheremo noi o i ns figli e nipoti

Mi basterebbe un sistema che manda tutti in pensione a 65 anni ora è anche con i sistemi più vantaggiosi per chi li ha maturati...ma il paradosso è che si va in pensione a 60/62 e gli altri mai...

Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #82 inserito:: Gennaio 30, 2018, 16:03:15 »

Oggi la società è invecchiata e si da più ascolto ai tutelati che ai non
Tutto qui
Vogliamo farci sopra discorsi filosofici oppure economico senza fondamento? È tempo perso
 
Prima o poi il sistema salterà e lo pagheremo noi o i ns figli e nipoti

Mi basterebbe un sistema che manda tutti in pensione a 65 anni ora è anche con i sistemi più vantaggiosi per chi li ha maturati...ma il paradosso è che si va in pensione a 60/62 e gli altri mai...



scusa brunch, capisco l'amarezza, che in parte condivido perchè anche io rientro nella generazione di quelli che non hanno certezze previdenziali future, ma alla tua affermazione finale:

"Mi basterebbe un sistema che manda tutti in pensione a 65 anni ora è anche con i sistemi più vantaggiosi per chi li ha maturati...ma il paradosso è che si va in pensione a 60/62 e gli altri mai..."

ti sei già risposto quando hai detto:

"Vogliamo farci sopra discorsi filosofici oppure economico senza fondamento? È tempo perso
Registrato
yin yang
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 95


« Risposta #83 inserito:: Gennaio 30, 2018, 19:06:42 »

Oggi la società è invecchiata e si da più ascolto ai tutelati che ai non
Tutto qui
Vogliamo farci sopra discorsi filosofici oppure economico senza fondamento? È tempo perso
 
Prima o poi il sistema salterà e lo pagheremo noi o i ns figli e nipoti

Mi basterebbe un sistema che manda tutti in pensione a 65 anni ora è anche con i sistemi più vantaggiosi per chi li ha maturati...ma il paradosso è che si va in pensione a 60/62 e gli altri mai...
e quelli che anno iniziato a 14 anni?
il discorso e che solo in italia esiste prendere i soldi dalla previdenza per l'assistenzialismo,bonus bebe casse integrazioni e quant'altro,
in tutto il mondo questi soldi sono stanziati a parte, quindi e evidente che fare cosi porta l'Inps ad essere perennemente in rosso, ma lo sarebbe anche se vai a 70 anni in pensione.


Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #84 inserito:: Gennaio 30, 2018, 21:06:18 »

Possiamo discutere quanto vogliamo e forse faremmo filosofia.
La questione dell assistenza a carico dell inps è giusta, ma se viene levata da lì poi la pagherà lo stato ugualmente
Partite di giro, ma sono d accordo che non dovrebbe esserci

Fatto sta che la solidarietà tra generazioni è saltata
Registrato
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #85 inserito:: Gennaio 31, 2018, 04:51:07 »

È un discorso sbagliato alla radice
Ti sei guadagnato la pensione se prenderai meno di quello che hai versato e altri sconteranno questo?
Per me no

Mia opinione ma quasi un dato di fatto

è dal 1970 che lavoro, vuoi dire che non me la sono guadagnata?
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #86 inserito:: Gennaio 31, 2018, 11:43:24 »

Ho scritto male
Se prenderai più di quanto hai versato non te la sei guadagnata visto che altri la pagheranno per te

 Ribalto la domanda allora io che prenderò molto meno rispetto ai contributi versati ( paragonandolo al retributivo) sono un coglione?

Esistono dati ( non discorsi) inps sul rapporto tra versamenti contributivi e pensioni attese, divisi per categorie

Visto che i soldi per pagare le pensioni escono dal soloto calderone vorrei capire perché ci siano ampie categorie  di lavoratori che ( anche con il misto) hanno trattamenti migliori?

Certo questi discorsi non lo faremmo se lo stato avesse un bilancio florido...ma visto che siamo pieni di debiti la carrozza la Devon tirare tutti
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #87 inserito:: Gennaio 31, 2018, 13:07:04 »

Esistono dati ( non discorsi) inps sul rapporto tra versamenti contributivi e pensioni attese, divisi per categorie

brunch, sarebbe interessante dare un'occhiata ai dati inps di cui parli, puoi segnalarci un link a questi report?
Registrato
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #88 inserito:: Febbraio 01, 2018, 08:12:45 »

Ho scritto male
Se prenderai più di quanto hai versato non te la sei guadagnata visto che altri la pagheranno per te

 Ribalto la domanda allora io che prenderò molto meno rispetto ai contributi versati ( paragonandolo al retributivo) sono un coglione?

Esistono dati ( non discorsi) inps sul rapporto tra versamenti contributivi e pensioni attese, divisi per categorie

Visto che i soldi per pagare le pensioni escono dal soloto calderone vorrei capire perché ci siano ampie categorie  di lavoratori che ( anche con il misto) hanno trattamenti migliori?

Certo questi discorsi non lo faremmo se lo stato avesse un bilancio florido...ma visto che siamo pieni di debiti la carrozza la Devon tirare tutti

devo essere sincero non ho la minima idea di quanto è stato versato, però SO che è dal 70 che LAVORO, per cui qualsiasi sia la cifra che porterò a casa ME LA SONO PIU CHE GUADAGNATA: ovviamente se la riterrò incongrua mi incazzerò, come fanno tutti, ma questo è un altro discorso.

comunque ti farò sapere. mi son rotto di lavorare in 'sta azienda che non riconosco più, ho chiesto un po di conti e sono in attesa. quando saprò come, quando e quanto te lo farò sapere cosi se avrò un trattamento migliore o peggiore di chi mi ha preceduto.

e, giusto per darti alcune informazioni su come la vedo io: secondo me la pensione di stato dovrebbe essere UGUALE per tutti, a prescindere dal lavoro che hai svolto durante la vita. se poi hai avuto la fortuna, la voglia, l'opportunità di avere uno stipendio superiore alla media ti fai una bella pensione privata e cosi si raggiunge la parità e l'eguaglianza tra chi lavora.

evitando cosi di sentirsi dire: tu non te la sei guadagnata.
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1034


« Risposta #89 inserito:: Febbraio 01, 2018, 13:28:17 »

Il calcolo da fare è facile
Contributi versati contro pensione ricevuta moltiplicata per speranza vita ( il tutto reso congruo )

Per quanto riguarda i dati dovrebbero essere sul sito inps c’è stata grossa polemica mesi fa quando boeri li faceva pubblicate divisi per categorie ( e di sicuro i messi meglio non erano i lavoratori privati ma altre categorie)

Dovrebbe essere facile trovare i dato o comunque gli articoli di giornale
Poi sapete da soli quali categorie sono avvantaggiate
Registrato
Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 7   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!