Mondoposte.it
Marzo 30, 2020, 10:30:46 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1] 2 3   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Assistenza sanitaria integrativa  (Letto 18575 volte)
0 utenti e 2 Utenti non registrati stanno visualizzando questa discussione.
assoa1
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 59


« inserito:: Febbraio 28, 2018, 23:09:18 »

Che ne pensate del Piano sanitario per i dipendenti del gruppo poste ? Possiamo aderire dal 1 marzo al 30 aprile 2018.
Il piano comprende 2 pacchetti 1) base completamente a carico dell'azienda euro 12.50 2) Plus a carico del dipendente euro 10.50 .
La mia impressione è che conviene aderire, in alternativa non avremmo comunque i soldi sullo stipendio, i 10.50 euro per il piano plus sarebbero comunque persi.
Ho capito bene?

Registrato
assoa1
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 59


« Risposta #1 inserito:: Marzo 01, 2018, 05:53:53 »

Nel nuovo contratto collettivo dei dipendenti delle Poste Italiane Spa è stato previsto:

un aumento di 81,50 euro sui minimi tabellari da erogare in due tranche (a febbraio di 40 euro e ad ottobre di 41,50 euro);
12,50 euro su Fondo Sanitario Integrativo;
8,00 euro su Fondo Poste (da 1,9 % a 2,3%);
1,00 euro circa da destinare all’innalzamento delle maggiorazioni per lavoratori Part Time (15% per clausola speciale e lavoro supplementare), per un totale complessivo, a regime, di 103,00 euro medi pro capite.
Quindi se vogliamo aderire al pacchetto plus dobbiamo versare noi 10,50 euro … a livello contrattuale e prevista solo adesione al pacchetto base …..io pensavo invece che era tutto compreso ..  conviene allora aderire al piano plus?
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #2 inserito:: Marzo 01, 2018, 12:16:51 »

Nel nuovo contratto collettivo dei dipendenti delle Poste Italiane Spa è stato previsto:

un aumento di 81,50 euro sui minimi tabellari da erogare in due tranche (a febbraio di 40 euro e ad ottobre di 41,50 euro);
12,50 euro su Fondo Sanitario Integrativo;
8,00 euro su Fondo Poste (da 1,9 % a 2,3%);
1,00 euro circa da destinare all’innalzamento delle maggiorazioni per lavoratori Part Time (15% per clausola speciale e lavoro supplementare), per un totale complessivo, a regime, di 103,00 euro medi pro capite.
Quindi se vogliamo aderire al pacchetto plus dobbiamo versare noi 10,50 euro … a livello contrattuale e prevista solo adesione al pacchetto base …..io pensavo invece che era tutto compreso ..  conviene allora aderire al piano plus?


l'adesione al piano base è gratuita per il dipendente
l'adesione al piano plus invece è a titolo oneroso (quota aggiuntiva di € 10,5 a carico del dipendente)

Il dipendente può estendere il pacchetto per sé prescelto anche al proprio nucleo familiare, versando ulteriori € 18,75 mensili
per il pacchetto “Base” oppure € 34,125 mensili per il pacchetto “Plus” rispetto alla propria quota individuale (per un totale
mensile di € 44,375).
(Fonte: Poste Italiane "COMUNICATO AL PERSONALE ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DEL GRUPPO POSTE ITALIANE.")

La convenienza o meno ad aderire al piano Plus dipende da quanto sei interessato alle prestazioni addizionali che il piano Plus mette a disposizione (coperture sanitarie facoltative):
1) 12.000 euro di rendita annua pagata per tutta la vita in caso di non  autosufficienza;
2) Ticket sanitari per accertamenti diagnostici e di pronto soccorso (Max 35 euro di rimborso per evento; Max 300 euro l’anno per assistito;)
3) 10.000 euro di capitale fisso pagato alla diagnosi di una grave malattia (tumore, infarto,ictus)
4)  30.000 euro di capitale pagato nel caso di decesso da malattia o infortunio
(Fonte: CISL "Vademecum Fondo Sanitario Per i dipendenti del Gruppo Poste Italiane")

Registrato
brunch
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1020


« Risposta #3 inserito:: Marzo 01, 2018, 17:43:50 »

Penso che ci sia solo una valutazione da fare: vale la pena o no dare  circa 8 euro netti per aver la copertura dei 1000 € mese e dei 30000 caso morte?
Ognuno farà le sue considerazioni
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #4 inserito:: Marzo 02, 2018, 08:00:08 »

...appunto
Registrato
REBI_P@LIBERO.IT
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1114


« Risposta #5 inserito:: Marzo 02, 2018, 12:56:10 »

Aggiungo le modalità operative per accesso al fondo, ricordando che per switchare da un fondo all'altro occorre comunicarlo entro il 30/11 di ogni anno per rendere effettiva la modifica il primo di ogni anno, che il fondo dura anche quando si va in pensione fino al 75° anno di età (previo pagamento in unica rata anticipata):


-   Per aderire è necessario accedere dal 1° marzo al 30 aprile 2018 alla pagina www.postewelfareservizi.it/adesioneassistito digitando come user id di accesso il proprio codice fiscale

-   Nella pagina iniziale, inserita la user id, si riceveranno le informazioni per creare la password personale di accesso. Digitata la password si accederà alla pagina di adesione on line dalla quale si potrà effettuare la propria adesione scegliendo una delle due tipologie di pacchetti previsti (base o plus) ed estendere al proprio nucleo familiare ( i componenti del proprio nucleo familiare verranno autocertificati dal dipendente ai sensi di legge).

-   I moduli di adesione, una volta compilati e validati on line, dovranno essere stampati e firmati dal dipendente e dagli eventuali componenti maggiorenni del nucleo familiare (se si è scelto di estendere  l’adesione al piano sanitario).

-   Per completare il processo di adesione sarà necessario consegnare la suddetta documentazione entro 15 giorni dalla validazione on line al proprio focal point.

-   Prima della data di decorrenza delle coperture previste dal piano sanitario saranno comunicate all’indirizzo di posta elettronica indicato dal dipendente in fase di adesione le nuove credenziali per accedere alla propria area riservata da sito  http://www.postevitafondosalute.it

P.S: i figli possono essere iscritti fino ad un’età di 26 e solo se fiscalmente a carico.
Registrato
Morpheus
Utente non iscritto
« Risposta #6 inserito:: Marzo 02, 2018, 19:42:37 »

Aggiungo le modalità operative per accesso al fondo, ricordando che per switchare da un fondo all'altro occorre comunicarlo entro il 30/11 di ogni anno per rendere effettiva la modifica il primo di ogni anno, che il fondo dura anche quando si va in pensione fino al 75° anno di età (previo pagamento in unica rata anticipata):


-   Per aderire è necessario accedere dal 1° marzo al 30 aprile 2018 alla pagina www.postewelfareservizi.it/adesioneassistito digitando come user id di accesso il proprio codice fiscale

-   Nella pagina iniziale, inserita la user id, si riceveranno le informazioni per creare la password personale di accesso. Digitata la password si accederà alla pagina di adesione on line dalla quale si potrà effettuare la propria adesione scegliendo una delle due tipologie di pacchetti previsti (base o plus) ed estendere al proprio nucleo familiare ( i componenti del proprio nucleo familiare verranno autocertificati dal dipendente ai sensi di legge).

-   I moduli di adesione, una volta compilati e validati on line, dovranno essere stampati e firmati dal dipendente e dagli eventuali componenti maggiorenni del nucleo familiare (se si è scelto di estendere  l’adesione al piano sanitario).

-   Per completare il processo di adesione sarà necessario consegnare la suddetta documentazione entro 15 giorni dalla validazione on line al proprio focal point.

-   Prima della data di decorrenza delle coperture previste dal piano sanitario saranno comunicate all’indirizzo di posta elettronica indicato dal dipendente in fase di adesione le nuove credenziali per accedere alla propria area riservata da sito  http://www.postevitafondosalute.it

P.S: i figli possono essere iscritti fino ad un’età di 26 e solo se fiscalmente a carico.


Se io accetto l'adesione per me e il nucleo famigliare pacchetto base, ci ripenso, poi posso disdire ?
Non ho capito una cosa
Vado in un centro convenzionato, magari un dentista, mi faccio curare un dente e non pago nulla ?
O pago e poi mi rimborsano ?
Che cosa mostro alla cassa il tesserino di poste con il numero di matricola ?
« Ultima modifica: Marzo 02, 2018, 19:50:50 da Morpheus » Registrato
REBI_P@LIBERO.IT
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1114


« Risposta #7 inserito:: Marzo 03, 2018, 08:03:04 »

Esistono due modalità di rimborso , quello diretto e quello indiretto; con quello diretto tu non anticipi niente , ti devi loggare sul sito o e specificarel e cure di cui necessiti ed il fondo provvederà a rimborsar il dentista, nel rimborso indiretto tu anticipi i la cifra ed il fondo te la rimborsa successivamente, sempre attraverso la registrazione al sito (per quello che in fase di registrazione ti viene chiesto l'IBAN), alla cassa qundi non ci devi passare.
Il fondo si rinnova tacitamente ogni anno ed anche in questo caso per recedere occorre comunicarlo entro novembre di ogni anno.
Registrato
mits
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 906


« Risposta #8 inserito:: Marzo 03, 2018, 19:34:15 »

Mi sembra  che rebi  abbia già le ide  chiare  che tanti non anno  oppure  non anno letto oppure  non sono  stati delicidati  da chi di dovere  altri se ne  fregano  domando a l sig rebi  ai partecipato  a qualche  convegno  in merito grazie  del informazione
Registrato
REBI_P@LIBERO.IT
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1114


« Risposta #9 inserito:: Marzo 03, 2018, 23:13:44 »

Si ho partecipato a delle riunioni specifiche sul tema , aggiungo che il numero indicato del call center nn è ancor attivo , se volete info chiamate al n 800000-006 opzione 6
Registrato
Morpheus
Utente non iscritto
« Risposta #10 inserito:: Marzo 04, 2018, 08:01:02 »

Si ho partecipato a delle riunioni specifiche sul tema , aggiungo che il numero indicato del call center nn è ancor attivo , se volete info chiamate al n 800000-006 opzione 6

Se io non consegno la stampa del cotratto con le firme al focal point entro 15 giorni ovviamente non si attiva nulla.
Registrato
fabio86
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 176


« Risposta #11 inserito:: Marzo 04, 2018, 09:19:34 »

ecco, finalmente qualcuno che sa come si usa
quale sarebbe il sito da registrarsi per usufruire del rimborso diretto o indiretto??
poi un'altra cosa, mettiamo che io devo fare una visita specialistica ambulatoriale , prendo appuntamento con la struttura , magari per telefono, e che gli devo dire??? io ho un fondo sanitario che mi paghera la prestazione??
Registrato
pontello
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 670


« Risposta #12 inserito:: Marzo 04, 2018, 09:50:43 »

Scusate, ma siete davvero convinti che con un fondo sanitario da 10€ al mese abbiate diritto a chissà quali prestazioni??
Registrato
Morpheus
Utente non iscritto
« Risposta #13 inserito:: Marzo 04, 2018, 10:09:01 »

Scusate, ma siete davvero convinti che con un fondo sanitario da 10€ al mese abbiate diritto a chissà quali prestazioni??
18 euro al mese se estendi ai familiari, gratuito se solo per il dipendente (pacchetto base)
Registrato
assoa1
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 59


« Risposta #14 inserito:: Marzo 04, 2018, 16:40:31 »

Per capire meglio il piano assicurativo e usufruire dei suoi servizi voglio fare qualche esempio pratico . Prestazioni odontoiatriche (solo rete convenzionata)  dato che capita spesso di fare la pulizia dei denti , un’otturazione o visite di prevenzione . Leggendo la giuda mi sembra di capire che aderendo al piano base  abbiamo prestazioni gratuite e prestazioni con franchigia .  Pulizia denti Franchigia di 35euro, 2 otturazioni e visite di prevenzione completamente rimborsabili .   Dico bene?

Nella polizza “Piano plus”
Rimborso Ticket Sanitari per accertamenti diagnostici e di pronto soccorso
E’ previsto il rimborso dei ticket sanitari per accertamenti diagnostici e di
pronto soccorso conseguenti a malattia o a infortunio effettuati nel Servizio
Sanitario Nazionale.
L’Assistito per ottenere il rimborso in “forma indiretta”, seguendo le istruzio-
ni descritte nel paragrafo “Modalità previste per usufruire delle prestazioni
sanitarie previste dal proprio Piano Sanitario”, deve trasmettere:
•    copia del ticket.
•    copia della prescrizione medica contenente il quesito diagnostico o la
patologia che ha reso necessaria la prestazione stessa.
Massimo  rimborso per assistito per anno : 300 euro
Massimo rimborso per ticket : 35 euro 

Cosa significa, che se io vado dal medico e mi prescrive una visita e una ecografia posso essere rimborsato  di 75 euro   sul pagamento del ticket ? 
« Ultima modifica: Marzo 04, 2018, 16:47:57 da assoa1 » Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #15 inserito:: Marzo 05, 2018, 13:03:15 »

Per capire meglio il piano assicurativo e usufruire dei suoi servizi voglio fare qualche esempio pratico . Prestazioni odontoiatriche (solo rete convenzionata)  dato che capita spesso di fare la pulizia dei denti , un’otturazione o visite di prevenzione . Leggendo la giuda mi sembra di capire che aderendo al piano base  abbiamo prestazioni gratuite e prestazioni con franchigia .  Pulizia denti Franchigia di 35euro, 2 otturazioni e visite di prevenzione completamente rimborsabili .   Dico bene?

Nella polizza “Piano plus”
Rimborso Ticket Sanitari per accertamenti diagnostici e di pronto soccorso
E’ previsto il rimborso dei ticket sanitari per accertamenti diagnostici e di
pronto soccorso conseguenti a malattia o a infortunio effettuati nel Servizio
Sanitario Nazionale.
L’Assistito per ottenere il rimborso in “forma indiretta”, seguendo le istruzio-
ni descritte nel paragrafo “Modalità previste per usufruire delle prestazioni
sanitarie previste dal proprio Piano Sanitario”, deve trasmettere:
•    copia del ticket.
•    copia della prescrizione medica contenente il quesito diagnostico o la
patologia che ha reso necessaria la prestazione stessa.
Massimo  rimborso per assistito per anno : 300 euro
Massimo rimborso per ticket : 35 euro 

Cosa significa, che se io vado dal medico e mi prescrive una visita e una ecografia posso essere rimborsato  di 75 euro   sul pagamento del ticket ? 

Bisognerebbe innanzitutto fare una premessa sul ticket sanitario.

Per le prestazioni di specialistica ambulatoriale (es. visita specialistica, ecografia, risonanza ecc.), l'importo dovuto dall'assistito è pari alla somma delle tariffe delle prestazioni contenute nella ricetta, fino al tetto massimo di 36,15 euro per ricetta (fatta eccezione per le Regioni Friuli Venezia Giulia e Lombardia, che hanno previsto un tetto massimo di 36 euro, della regione Sardegna, che ha fissato il tetto massimo in 46,15 euro e della regione Calabria, che ha fissato il tetto in 45 euro).

Al ticket vanno aggiunte:
- la quota fissa aggiuntiva da 10 euro introdotta da alcune regioni (Lazio, Liguria, Calabria, Puglia, Sicilia, Campania, Friuli Venezia Giulia, Marche Abruzzo e Molise).
- l'eventuale quota di partecipazione introdotta da alcune regioni (Campania, Molise, Sicilia; il lazio ha abolito da poco questa quota)

facciamo un esempio:
il medico di famiglia prescrive ad un assicurato sulla stessa ricetta:
- prima visita specialistica (€ 20,66, secondo l'ultimo nomenclatore tariffario)
- ecografia addome completo (€ 60,43, secondo l'ultimo nomenclatore tariffario)

Il costo totale di questa prestazione sarà per il SSN di € 81,09

il paziente però sarà tenuto a pagare:
€ 36,15 (valore massimo ticket per ricetta) +
€ 10,00 (quota fissa)
totale: € 46,15

credo, interpretando quanto si legge sulle regole della polizza che parla di "ticket", che il rimborso copra solo la quota corrispondente al "ticket" (€ 36,15) dei € 46,15 euro di di spesa totale, e di questo rimborserà al massimo € 35 (Massimo rimborso per ticket).
Questi € 35 di rimborso andranno a decrementare il monte annuale di € 300 (Massimo  rimborso per assistito per anno) disponibie per successive prestazioni, che scenderà così a € 265.

Anche le prestazioni di pronto soccorso sono normate e a partire dall'1/1/2007 la legge prevede, a carico degli assistiti, il pagamento di un ticket di 25 euro per le prestazioni erogate in Pronto soccorso ospedaliero non seguite da ricovero, classificate con 'codice bianco' (prestazioni non urgenti, paziente in condizioni non critiche) ad eccezione di traumi e avvelenamenti acuti. Il ticket non è previsto per i codici 'rosso' (paziente molto critico), 'giallo' (mediamente critico), 'verde' (poco critico).

Quindi, tornando all'esempio di prima, se il nostro assicurato va al pronto soccorso e viene dimesso con codice verde, paga € 25 per la prestazione, che gli vengono rimborsate in toto perchè di valore inferiore al massimo rimborso per ticket. A questo punto al nostro assicurato rimarranno € 240 per altre prestazioni.


Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #16 inserito:: Marzo 05, 2018, 13:21:12 »

...faccio una aggiunta al post precedente

non è chiaro se il "Massimo  rimborso per assistito per anno" nel caso della polizza Plus venga o meno conteggiato come negli analoghi casi della polizza base.

Per esempio, nella polizza Base, nelle note sul "massimo rimborso per assistito per anno" per la "diagnostica di alta specializzazione" (che ha un massimo rimborso di € 1750 anno/assistito) viene riportato quanto segue:
"N.B.  Si specifica che nel calcolo del plafond disponibile (cosiddetto massimo rimborso) concorre l’importo fatturato nella prestazione: nel caso in esame l’esaurimento del plafond potrebbe ad esempio avvenire dopo 10 prestazioni da 175 euro ognuna"
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #17 inserito:: Marzo 07, 2018, 10:23:14 »

Se io accetto l'adesione per me e il nucleo famigliare pacchetto base, ci ripenso, poi posso disdire ?

dalle "FAQ Piano Sanitario":
8: Cosa si deve fare per recedere e da quando decorre la cessazione della copertura
assicurativa?
Il dipendente deve stampare, compilare, firmare l’apposito modulo presente nella propria
Area Riservata e consegnarlo al proprio Focal Point o struttura di Risorse Umane di
riferimento (per le Aziende del Gruppo).
Il dipendente può recedere in qualunque momento. Il recesso, se comunicato entro il
giorno 15 del mese, attraverso la consegna del modulo come sopra delineato, avrà
effetto dal primo giorno del mese successivo, in caso contrario, avrà effetto dal primo
giorno del secondo mese successivo alla comunicazione stessa. Il recesso del
dipendente al Fondo comporterà automaticamente la perdita delle coperture sanitarie per
il suo nucleo familiare, se assistito. Il dipendente può anche chiedere che il suo nucleo
familiare venga escluso dalle coperture, mantenendole invece per sé.

9: In caso di ripensamento dopo il recesso, ci si può iscrivere nuovamente?
No, l’uscita dal Fondo non prevede la possibilità di rientrare. Se il dipendente ha chiesto il
recesso per il solo nucleo familiare, una successiva richiesta di assistenza potrà
riguardare esclusivamente i componenti “sopravvenuti” (per es. per nascita di un figlio).


Non ho capito una cosa
Vado in un centro convenzionato, magari un dentista, mi faccio curare un dente e non pago nulla ?
O pago e poi mi rimborsano ?
Che cosa mostro alla cassa il tesserino di poste con il numero di matricola ?

..ho chiesto informazioni ad un centro convenzionato (struttura ospedaliera) su quale fosse la procedura per richiedere una prestazione con convenzione diretta:
1) chiamare o recarsi al centro convenzionato e prenotare la prestazione (es. ecografia, visita specialistica ecc.) in "regime PRIVATO"
2) mettersi in contatto o recarsi all'ufficio ALPI (Attività Libero Professionale Intramoenia) del centro e comunicarie i mie dati assicurativi e la prestazione prenotata
3) l'ufficio ALPI chiede l'autorizzazione all'erogazione della prestazione al Fondo Assistenza Sanitaria Poste (il quale verifica se la prestazione richiesta è coperta dalla convenzione, le eventuali franchigie, se rientra nel massimale annuo ecc (es. per una ecografia, che rientra nella "diagnostica alta specializzazione", la franchigia in convenzione diretta dovrebbe essere di € 25 e il massimale annuo di € 1750) e da il benestare (o lo nega) all'ufficio ALPI del centro. (quindi è necessario mettere in conto qualche giorno per le pratiche autorizzative)
4) l'ufficio ALPI comunica al richiedente l'esito dell'autorizzazione e le eventuali franchigie che restano a capo del richiedente
5) il richiedente, il giorno della prestazione, si reca alle apposite casse dell'ufficio ALPI per pagare le eventuali franchigie.
« Ultima modifica: Marzo 07, 2018, 10:26:10 da albus » Registrato
assoa1
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 59


« Risposta #18 inserito:: Marzo 07, 2018, 22:03:24 »

Alcuni colleghi mi chiedono : ho la polizza infortuni Basic,  mi conviene chiuderla dato che aderisco a questa ? Voi cosa ne pensate?
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #19 inserito:: Marzo 08, 2018, 08:20:06 »

Alcuni colleghi mi chiedono : ho la polizza infortuni Basic,  mi conviene chiuderla dato che aderisco a questa ? Voi cosa ne pensate?

Il Fondo Salute per i dipendenti è un fondo di assistenza sanitaria integrativa (quindi una polizza salute) mentre quella che citi, se si tratta della postaprotezione infortuni basic, è una polizza infortuni...ambiti differenti

Nella versione PLUS del Fondo Salute dovrebbe essere prevista una copertura di 30000 euro in caso di infortunio, ma non mi sembra una prestazione paragonabile alle coperture previste in una vera polizza infortuni.
Registrato
Voltoumano
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 885


« Risposta #20 inserito:: Marzo 11, 2018, 10:31:13 »

Qualcuno può.postare i casi di esclusione?
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #21 inserito:: Marzo 12, 2018, 13:20:10 »

Qualcuno può.postare i casi di esclusione?

Fonte:
"GUIDA AL PIANO SANITARIO per il personale non dirigente di Poste Italiane SpA e delle società del Gruppo Poste Italiane"
https://noidiposte.poste.it/wp-content/uploads/2018/02/Guida_Piano_Sanitario.pdf

Condizioni di non assistibilità (persone non coperte)(pag.16)
Ai fini dell’operatività delle garanzie Long Term Care (LTC), Critical Illness
e Temporanea Caso Morte (TCM) al momento dell’adesione alla copertura,
gli assistiti non devono rientrare in una delle condizioni di non assistibilità
previste dall’Allegato 5 alla presente Guida.
L’eventuale incasso del contributo, ove siano verificate le condizioni sopra
previste di cui all’Allegato 5, non costituisce deroga alla predetta regola. In
tal caso il contributo versato relativamente a soggetto non assistibile sarà
restituito e la garanzia non opererà.

Prestazioni escluse dall’assistibilità (pag.16)
La copertura di talune prestazioni ivi indicate non è operante in alcuni ben
definiti casi, illustrati negli Allegati 4 e 6 alla presente Guida.


Allegato 4: Prestazioni escluse dalle garanzie previste dal Pacchetto Base e dalla copertura Ticket
(per garanzie LTC, Grave Malattia e TCM vedere gli Allegati 5 e 6)

L’assicurazione non è operante per:
1) la cura delle malattie mentali e dei disturbi psichici in genere, compresi i
comportamenti nevrotici;
2) le protesi dentarie, la cura delle paradontopatie, le cure dentarie e gli
accertamenti odontoiatrici;
3) le prestazioni mediche aventi finalità estetiche (salvo gli interventi di chirurgia
plastica ricostruttiva resi necessari da infortuni o da interventi demolitivi
avvenuti durante l’operatività del contratto);
4) le cure e gli interventi finalizzati al trattamento dell’infertilità e comunque
quelli relativi alla fecondazione artificiale;
5) i ricoveri causati dalla necessità dell’Assistito di avere assistenza di terzi
per effettuare gli atti elementari della vita quotidiana, nonché i ricoveri
per lunga degenza. Si intendono quali ricoveri per lunga degenza quelli
determinati da condizioni fisiche dell’Assistito che non consentono più la
guarigione con trattamenti medici e che rendono necessaria la permanenza
in Istituto di cura per interventi di carattere assistenziale o fisioterapico
di mantenimento;
6) il trattamento delle malattie conseguenti all’abuso di alcool e di psicofarmaci,
nonché all’uso non terapeutico di stupefacenti o di allucinogeni;
7) gli infortuni derivanti dalla pratica di sport estremi e pericolosi, quali ad
esempio gli sport aerei, motoristici, automobilistici, il free-climbing, il
rafting e l’alpinismo estremo, nonché dalla partecipazione alle relative
gare e prove di allenamento, siano esse ufficiali o meno;
Cool gli infortuni causati da azioni dolose compiute dall’Assistito;
9) le conseguenze dirette o indirette di trasmutazione del nucleo dell’atomo
di radiazioni provocate dall’accelerazione artificiale di particelle atomiche
e di esposizione a radiazioni ionizzanti;
10) le conseguenze di guerra, insurrezione generale, operazioni, occupazioni
militari ed invasioni movimenti tellurici ed eruzioni vulcaniche ed
eventi atmosferici;
11) i farmaci, le visite e i trattamenti medici e chirurgici di medicina alternativa
o non convenzionale e sperimentale;
12) medicinali non somministrati in degenza;
13) le prestazioni non corredate dall’indicazione della diagnosi, le spese sostenute
presso strutture non autorizzate ai sensi di Legge e gli onorari
di Medici Specialisti non iscritti al relativo Albo professionale e/o privi di
abilitazione professionale. Sono altresì escluse le prestazioni di routine
e/o controllo, salvo quanto previsto dalle prestazioni di prevenzione cardiovascolare
e oncologica;
14) le cure ed interventi per l’eliminazione o correzione di difetti fisici o malformazioni
congenite preesistenti alla data di decorrenza della copertura,
nonché le patologie ad esse correlate, salvo quelle relative ai bambini
di età inferiore ad 1 anno assicurati dalla nascita;
15) i disordini alimentari (anoressia, bulimia, sindrome da alimentazione incontrollata)
e qualsiasi cura resa necessaria di questi disturbi, gli interventi
di chirurgia bariatrica finalizzata alla cura dell’obesità ad eccezione
dei casi di obesità di III° grado (Indice di Massa Corporea uguale o superiore
a 40);
16) la correzione dei vizi di rifrazione quali ad esempio: miopia, astigmatismo,
ipermetropia e presbiopia;
17) trattamenti non ritenuti necessari dal punto di vista medico e non resi
necessari da malattia ed infortunio nonché i ricoveri effettuati allo scopo
di praticare check-up clinici (ricoveri impropri);
18) qualsiasi terapia medica svolta in day hospital e ambulatorialmente
escluso quanto espressamente previsto;
19) i ricoveri in RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali), in strutture per lunga
degenza, le cure termali, i ricoveri in case di cura dedicate al benessere
della persona;
20) emodialisi, esami termografici; iniezioni sclerosanti (salvo quanto previsto
all’Allegato 1 per Intestino: Digiuno - Ileo - Colon - Retto – Ano); lenti
da vista, lenti a contatto e montature ;
21) le prestazioni determinate da positività HIV ed AIDS e sindromi ad esse
correlate, nonché da malattie sessualmente trasmesse;
22) le prestazioni non espressamente specificate nelle singole garanzie e
relativi allegati.

Allegato 5: Condizioni di non assistibilità garanzia rendita vitalizia per Long Term Care, Critical Illness e Temporanea Caso Morte

Ai fini dell’operatività delle garanzie in oggetto, le persone assistite non devono
rientrare in una delle seguenti condizioni di non assistibilità:
Condizioni di non assistibilità garanzia rendita vitalizia
per Non Autosufficienza se diagnosticate e note prima
dell’inizio della copertura
• avere bisogno dell’aiuto di un terzo per almeno uno degli atti ordinari della
vita quotidiana riportati nella sezione relativa alla garanzia LTC;
• aver diritto, aver richiesto e/o percepire una pensione di invalidità, e/o
una rendita per incapacità permanente che corrisponda ad un livello di
incapacità superiore al 25%;
• essere affetti dalla malattia di Alzheimer, di Parkinson, dalla sclerosi a
placche o da diabete non controllato o da ipertensione non controllata
(intendendosi per tali quelle forme particolari di ipertensione che, nonostante
l’assunzione di farmaci ipertensivi, mantengono valori di pressione
particolarmente elevati sui quali non è possibile intervenire clinicamente).
In deroga al precedente paragrafo, i dipendenti degli Enti aderenti al Fondo
Di Assistenza Sanitaria Integrativa Postevita appartenenti alle categorie
protette (ai sensi delle Leggi 482/68 e 68/99) sono considerati assistibili.
A tale specifico riguardo, si evidenzia che la garanzia non opera qualora lo
stato di “non autosufficienza” sia conseguenza diretta, ovvero un aggravamento,
del precedente stato di invalidità che ha costituito il titolo dell’assunzione
ai sensi delle predette normative (i.e., Leggi n. 482/68 e n. 68/99).

Allegato 6: Esclusioni assistibilità Long Term Care, Critical Illness, Temporanea Caso Morte

(per garanzie previste dal Pacchetto Base e dalla copertura Ticket vedere
Allegato 4)

Senza pregiudizio per quanto disposto nell’ Allegato 5, i rischi di non autosufficienza
(Long Term Care), Grave Malattia (Critical Illness), e Decesso
(TCM) sono coperti qualunque possa esserne la causa, senza limiti territoriali,
ad eccezione dei seguenti casi.
6.1 Esclusioni assistibilità Long Term Care .
Sono esclusi dalla copertura Long Term Care i casi derivanti direttamente
e/o indirettamente da:
• dolo del Contraente o dell’Assistito;
• tentato suicidio e autolesionismo dell’Assistito;
• partecipazione attiva dell’Assistito a delitti dolosi;
• partecipazione dell’Assistito a fatti di guerra, salvo che non derivi da obblighi
verso lo Stato Italiano;
• partecipazione attiva dell’Assistito a insurrezioni, tumulti popolari, operazioni
militari, ribellioni, rivoluzioni, colpi di Stato;
• malattie intenzionalmente procurate, alcoolismo, uso non terapeutico di
psicofarmaci e stupefacenti, allucinogeni;
• negligenza, imprudenza ed imperizia nel seguire consigli medici: con ciò
si intende che la prestazione di rendita non viene erogata se è comprovato
che l’Assistito di sua volontà non ha consultato i medici, o non ha
seguito le indicazioni degli stessi al fine di migliorare il proprio stato di
salute;
• incidente di volo se l’Assistito viaggia a bordo di aeromobile non autorizzato
al volo o con pilota non titolare di brevetto idoneo e, in ogni caso, se
viaggia in qualità di membro dell’equipaggio;
• guida di veicoli e natanti a motore per i quali l’Assistito non sia regolarmente
abilitato a norma delle disposizioni in vigore;
• trasformazioni o assestamenti energetici dell’atomo - naturali o provocati
- e accelerazioni di particelle atomiche (fissione e fusione nucleare, isotopi
radioattivi, macchine acceleratrici, raggi x,ecc.);
• malattie, malformazioni, stati patologici e lesioni dell’Assistito, nonché le
conseguenze dirette o indirette da essi derivanti, verificatisi prima della
data di decorrenza dell’adesione al Fondo e già diagnosticati in tale data
all’Assistito;
• problemi mentali o del sistema nervoso non riconducibili ad una causa
organica;
• di infortuni derivanti dalla pratica di sport estremi e pericolosi, quali
ad esempio gli sport aerei, motoristici, automobilistici, motonautici, il
free-climbing, il rafting, l’alpinismo estremo, le immersioni subacquee, pugilato,
nonché dalla partecipazione a corse e incontri sportivi (e relative
prove ed allenamenti) comunque relativi a qualsiasi sport svolto a livello
professionistico.

6.2 Esclusioni assistibilità Grave Malattia (Critical Illness)
Sono esclusi i rischi di insorgenza di una malattia grave verificatasi a seguito
di:
1. Malattie dovute/correlate all’uso di droghe (se non prescritte) o da alcolismo
cronico o acuto dell’assicurato;
2. Eventi causati da armi nucleari, dalla trasmutazione del nucleo dell’atomo
e dalle radiazioni provocate artificialmente dall’accelerazione di particelle
atomiche, o esposizione a radiazioni ionizzanti;
3. Danni alla propria persona procurati dall’Assicurato stesso ovvero volontario
rifiuto di seguire prescrizioni o consigli medici.
Il Fondo si riserva di verificare l’indennizzabilità dei sinistri verificatisi in tutti
quei casi in cui la documentazione medica a supporto della richiesta di
prestazione sia stata prodotta da un medico che pratichi attività in un Paese
non compreso tra quelli di seguito elencati: Andorra, Australia, Austria,
Belgio, Canada, Città del Vaticano, Isole del Canale, Danimarca, Finlandia,
Francia, Germania, Gibilterra, Gran Bretagna, Grecia, Isola di Man, Italia,
Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Monaco, Paesi Bassi, Nuova Zelanda,
Irlanda, Norvegia, Portogallo, San Marino, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera.
6.3 Esclusioni assistibilità Temporanea Caso Morte (TCM)

Sono esclusi dalla copertura i casi di decesso causati direttamente, indirettamente
o parzialmente da:
1. dolo dell’ Assistito o dei Beneficiari;
2. partecipazione attiva dell’Assistito a delitti dolosi;
3. abuso di alcolici e psicofarmaci e dall’uso non terapeutico di stupefacenti
ed allucinogeni, radiazioni, reazioni nucleari o contaminazione radioattiva;
4. partecipazione attiva dall’Assistito a fatti di guerra, salvo che non derivi
da obblighi verso lo Stato Italiano; in questo caso la garanzia può essere
prestata, su richiesta degli aventi diritto, alle condizioni stabilite dal competente
Ministero;
5. incidente di volo, se l’Assistito viaggia a bordo di aeromobile non autorizzato
al volo o con pilota non titolare di brevetto idoneo e, in ogni caso, se
viaggia in qualità di membro dell’equipaggio.
« Ultima modifica: Marzo 12, 2018, 13:21:41 da albus » Registrato
Voltoumano
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Messaggi: 885


« Risposta #22 inserito:: Marzo 12, 2018, 15:12:19 »

Grazie mille
Registrato
pontello
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 670


« Risposta #23 inserito:: Marzo 12, 2018, 15:14:26 »

@albus
Ho letto solo poche righe ed ho già capito che siamo di fronte all'ennesima furbata! Praticamente un piano sanitario che non copre niente!
Registrato
Se7ven
Sr. Member
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1824



« Risposta #24 inserito:: Marzo 12, 2018, 17:33:02 »

@albus
Ho letto solo poche righe ed ho già capito che siamo di fronte all'ennesima furbata! Praticamente un piano sanitario che non copre niente!

Ma dai? Non posso crederci. E dire che i Sindacati e l'Azienda la stanno proponendo così 'dolcemente'.
Forse non tutti i 140.000 Pir...opps Postali, la faranno..?
Registrato

" Siamo ancora in tempo per convertirci e riparare i peccati del mondo, perché, come disse profeticamente una veggente di Kibeho, dopo sarà troppo tardi. Ma nessuno potrà dire di non essere stato avvertito" .
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #25 inserito:: Marzo 13, 2018, 06:48:08 »

ricordo a tutti i colleghi interessati che la versione BASE è GRATUITA per il dipendente e fornisce copertura per:
- Ricovero in Istituto di cura per i Grandi Interventi Chirurgici
- Indennità sostitutiva giornaliera per i Grandi Interventi Chirurgici
- Diagnostica di Alta Specializzazione
- Visite specialistiche ambulatoriali
- Mamma e  Bambino
- Prestazioni di prevenzione cardiovascolare e oncologica (solo rete convenzionata)
- Prestazioni odontoiatriche ( solo rete  convenzionata)

Sulla esaustività o meno di questa copertura si può discuture ma bisogna ricordare che non costa nulla, quindi, a mio modo di vedere, non vedo perchè non sfruttarla.
Registrato
Se7ven
Sr. Member
****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1824



« Risposta #26 inserito:: Marzo 13, 2018, 10:41:44 »

Continua la propaganda..
Registrato

" Siamo ancora in tempo per convertirci e riparare i peccati del mondo, perché, come disse profeticamente una veggente di Kibeho, dopo sarà troppo tardi. Ma nessuno potrà dire di non essere stato avvertito" .
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #27 inserito:: Marzo 13, 2018, 11:40:17 »

nessuna propaganda, solo informazioni tel quel, di libero dominio e di libera valutazione
Registrato
pontello
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 670


« Risposta #28 inserito:: Marzo 13, 2018, 12:00:14 »

ricordo a tutti i colleghi interessati che la versione BASE è GRATUITA per il dipendente e fornisce copertura per:

- Prestazioni odontoiatriche ( solo rete  convenzionata)

Sulla esaustività o meno di questa copertura si può discuture ma bisogna ricordare che non costa nulla, quindi, a mio modo di vedere, non vedo perchè non sfruttarla.

Poco prima hai postato il lungo elenco di esclusioni di cui al punto due :

2) le protesi dentarie, la cura delle paradontopatie, le cure dentarie e gli
accertamenti odontoiatrici;


Quindi il dentista è compreso o no?
Registrato
albus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 279


« Risposta #29 inserito:: Marzo 13, 2018, 12:26:53 »

Poco prima hai postato il lungo elenco di esclusioni di cui al punto due :

2) le protesi dentarie, la cura delle paradontopatie, le cure dentarie e gli
accertamenti odontoiatrici;


Quindi il dentista è compreso o no?


... ho postato anche il link al documento che spiega tutte le prestazioni coperte  Wink...forse non lo hai letto:
Fonte:
"GUIDA AL PIANO SANITARIO per il personale non dirigente di Poste Italiane SpA e delle società del Gruppo Poste Italiane"
https://noidiposte.poste.it/wp-content/uploads/2018/02/Guida_Piano_Sanitario.pdf


Registrato
Pagine: [1] 2 3   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!