Mondoposte.it
Ottobre 22, 2020, 06:56:55 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Ciao! sono Letizia, ho una domanda sull'aumento unilaterale del monte ore  (Letto 991 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Letizia888
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 6



« inserito:: Febbraio 14, 2020, 20:28:22 »

Ciao a tutti,

mi chiamo Letizia, mi hanno informato che tra poco verrò assunta con orario di lavoro part-time al 50% in qualità di sportellista, tra qualche giorno dovrebbe esserci la firma del contratto. Cheesy smitten

Sono entusiasta di iniziare il lavoro, conosco e mi piace l' azienda ma ho un dubbio, che ho posto anche in un thread analogo nella sezione "Sportellisti" : l' azienda può aumentarmi le ore di lavoro unilateralmente, ovvero senza il mio consenso?
Io per questioni familiari preferirei non fare ore in più, mentre l' orario preannunciato è perfetto.
So che ci sono delle cosiddette clausole elastiche che permetterebbero al datore di lavoro di aumentare le ore totali, sapete se in genere vengono inserite in contratto? Ed in caso di presenza delle clausole elastiche possono aumentare quindi le ore senza prima chiedermi il consenso?
Nel caso posso anche scegliere di non firmare le clausole elastiche in sede di firma del contratto?
Insomma vorrei sapere se possono aumentarmi unilateralmente il monte di ore di lavoro settimanali e se c' è il modo per mantenere lo stesso monte ore proposto in fase di contratto.
Grazie a tutti per le risposte,
Letizia
Registrato
Angelo64
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 6919



« Risposta #1 inserito:: Febbraio 15, 2020, 17:04:20 »

Innanzitutto benvenuta

  l' azienda può aumentarmi le ore di lavoro unilateralmente, ovvero senza il mio consenso?

Dal CCNL di P.I.:

Il lavoratore potrà rifiutarsi di svolgere la prestazione di lavoro supplementare esclusivamente al ricorrere di comprovate ed adeguatamente documentate esigenze lavorative, di salute, familiari o di formazione professionale.
 
Registrato

la certezza è degli sciocchi, ma nel dubbio la precauzione è dei furbi
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!