Mondoposte.it
Gennaio 18, 2020, 20:45:20 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: 1 [2] 3 4   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Poste assume i figli di papà e si dimentica dei precari  (Letto 24197 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #30 inserito:: Dicembre 25, 2009, 18:25:20 »

i ricorsisti sono stati sistemati dai giudici e dalla legge e non dai sindacati
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
sup-posteit
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 127


« Risposta #31 inserito:: Dicembre 25, 2009, 18:56:58 »

i ricorsisti sono stati sistemati dai giudici e dalla legge e non dai sindacati
e tu credi che i sindacati non ci mettono il naso per niente?
Registrato
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #32 inserito:: Dicembre 25, 2009, 19:06:25 »

Non serve. Se sei riammesso lontano inizi un altro ricorso e lo vinci. le leggi ci sono. basta farle attuare e farle rispettare ma la prima cosa E' FARSI RISPETTARE Wink
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
sup-posteit
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 127


« Risposta #33 inserito:: Dicembre 25, 2009, 20:01:30 »

Non serve. Se sei riammesso lontano inizi un altro ricorso e lo vinci. le leggi ci sono. basta farle attuare e farle rispettare ma la prima cosa E' FARSI RISPETTARE Wink
si hai ragione  knuppel2 per fare questo da solo non ce la fai quindi  coolsmiley.
Registrato
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #34 inserito:: Dicembre 25, 2009, 23:17:29 »

quindi con un buon avvocato in poste si aprono tutte le porte. E ricorda che poste adora pagare gli avvocati Wink
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
selenealba
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 186


« Risposta #35 inserito:: Dicembre 26, 2009, 02:28:21 »

quindi con un buon avvocato in poste si aprono tutte le porte. E ricorda che poste adora pagare gli avvocati Wink
...Già ma ke sbattimenti, Undecided
vai dall'avvocato, paga la parcella salata, tribunale, documenti, giudice, liti e conflitti sul lavoro, testa alta,, rispettare sè stessi i propri princìpi torna dall'avvocato ke non si capisce fino alla fine da ke parte sta, il dubbio ke continua dopo 7 anni ancora non siamo in cassazione, certo forse anke firmare gli accordi ha le sue difficoltà, ma anke resistere ha i suoi costi e magari ne avrà ancora.
certo è ke i sindacalai (se gianni permette l'uso del termine) non hanno mica pensato alle lavoratrici ed ai lavoratori, han fatto i conti dell'azienda e allora perkè firmano e poi debbono pagare gli altri? sia ki ha accettato e ki non.
Registrato

PADRONI DI NIENTE SERVI DI NESSUNO
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #36 inserito:: Dicembre 26, 2009, 08:47:50 »

non hanno mica pensato alle lavoratrici ed ai lavoratori, han fatto i conti dell'azienda e allora perkè firmano e poi debbono pagare gli altri? sia ki ha accettato e ki non.

qusta potresti spiegarmela meglio
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
selenealba
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 186


« Risposta #37 inserito:: Dicembre 26, 2009, 10:09:13 »

Nel senso ke firmando quegli accordi che oltrepassano perfino la legge, diventando un pericoloso precedente, dove per una categoria di lavoratori(noi), la legge è superflua cioè noi siamo un caso a parte, ma la legge non è uguale per tutti i cittadini?
Art. 3 dalla costituzione

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.


così facendo il potere di poste è assoluto. e da lì una certa trasformazioni delle garanzie in generale.(si lavora sempre gratis, soliti abbinamenti perpetui, capisquadra grotteschi, direttori sceriffi etc.etc.)
cioè se tu passi col rosso e c'è un vigile ti becchi la multa perkè nn hai rispettato il codice della strada, se fai un contratto ke per la legge è sbagliato, furbesco dove sulla carta mi fai lavorare a roma e poi mi mandi a sabaudia tutti i giorni, il giudice ti condanna a pagare i tuoi errori.
allora ke facciamo per i meccanici vale e per i postini no?
per i ferrovieri sì e per i tranvieri no? e con quell'accordo la gente si è trovata a decidere sulla restituzione dei soldi per avere il lavoro, cioè quasi a pagare per una cosa ke una legge garantisce,( perdendo, dai un pezzo di dignità, testa bassa e rate, oppure io mi son trovata sola (l'unica in diversi uffici della zona) a mettere in pratica ciò in cui credo. ciò grazie a quei  lacchè, firmano accordi e hanno sempre il culo al caldo e vita tranquilla,a furia di sedersi coi padroni si son seduti accanto senza nemmeno accorgersi, capisci Gianni come la vedo?
Registrato

PADRONI DI NIENTE SERVI DI NESSUNO
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #38 inserito:: Dicembre 26, 2009, 12:58:37 »

a me sembra solo che tu l'ennesima incavolata con il mondo. tutto quello che ha ottenuto lo hai ottenuto perche alcune persone si sono battute per fartele avere. gli accordi sono, lo dice la parola, accordi, se vuoi li rispetti se non vuoi non li rispetti.
ti premetto che non ne ho mai letto uno e non so di preciso di cosa si tratta ma se è un accordo vuol dire che c'è stato chi ha offerto una cosa in cambio di un'altra, non credo che nessuno abbia obbligato qualcun altro a accettare questi famigerati accordi.
la tutela, c'è stata senno neanche dal giudice andavate.
tutto, e dico tutto quello che hai lo hai perche ci sono persone che "lavorano" per te e quelli come me.
ti posso assicurare che senza queste persone la vita di un operaio sarebbe ben diversa. non so quanti anni anni hai ma io ne ho 54 e lavora dall'eta di 13 e le condizioni di vita di un operaio, in specialmodo in quelli come noi e similari, cioe statali o quasi, sono migliorate in modo esponenziale da 40 anni a questa prte.
forse voi giovani non ve ne rendete conto, avendo sempre vissuto piu o meno tutti questi diritti acquisiti, ottenuti da battaglie sindacali.

i cittadini non sono tutti uguali, la legge è uguale per tutti, ma solo se la legge viene rispettata, se la legge viene fatta rispettare, la legge viene applicata. ma siamo uomini e siamo pure italiani, notoriamente popolo che "si sa arrangiare".

parli dei vigili, beh che dirti, non vorrei nenche uscire fuori tema o sembrare ...di parte, ma ti faccio presente che in certi posti in italia se giri senza cinture ti fanno la multa in certi altri, i vigili si girano dall'altra parte. nella mia citta se mi metto con un banchetto in mezzo alla strada a vendere sigarette di contrabbando nel giro di 10 mm mi portano in caserma, in certi altri sono adirittura i poliziotti che le comparano le sigarette dai banchetti, non parlo del sud , ma di una citta del nord. visto di persona.

allora non è che non ci siano leggi da rispettare, ma semplicemente perche a volte è piu comodo non rispettarle e far finta di non vedere.

la legge è uguale per tutti i cittadini ma ci sono varie leggi che regolano la nostra vita. quella citata da te è la base di partenza, dopo, di seguito ce ne sono altre che regolano, in particolare particolari situazioni.

come ti ho detto non conosco i particolari degli accordi, ma gli accordi necessitano di due parti, chi offre e chi accetta. e dopo, sarebbe meglio non piangere sul latte versato.


,( perdendo, dai un pezzo di dignità, testa bassa e rate, oppure io mi son trovata sola (l'unica in diversi uffici della zona) a mettere in pratica ciò in cui credo. ciò grazie a quei  lacchè, firmano accordi e hanno sempre il culo al caldo e vita tranquilla,a furia di sedersi coi padroni si son seduti accanto senza nemmeno accorgersi, capisci Gianni come la vedo?

che esistano i sindacalai e fuori di dubbio, ma ricorda che se loro hanno questo potere è perche quelli che chiedono glielo hanno dato. un sindacalaio in un ufficio di persone che non chiedono non ce lo vedrai mai.

io me ne sono sempre strabattuto sia dei sindacalai che dei colleghi che dai sindacalai ci vanno a pranzo, magari ho pure fama di essere quello che non sono, ma me ne strabatto le palle, scusa l'espressione, ho la coscienza linda, non solo pulita, mai chiesto un favore a nessuno, e a volte ho dovuto pure arrendermi, ma sempre con la dignita di quello che fa il proprio dovere, ma bada, non tanto verso chi mi paga o chi mi ordina, o chi mi guarda, ma sempre e solo verso me stesso.
che un collega dica in giro che io sono un ruffiano o peggio non me ne puo fregar de meno. quando passo davanti ad uno specchio mi guardo e non arrossisco per gli errori che commetto, sempre in buona fede, e mai perche cosi conviene, o per favori da ricambiare. a me nessuno puo chiedere la restituzione di un favore. e vivo bene e tranquillo. fai il tuo dovere a testa alta e degli altri fregatene e vedrai che arrivera ad aver 30 anni di servizio con un sacco di gente che ti apprezza e ti stima. e questo conta, il resto sono solo chiacchiere.

sono iscritto ad un sindacato perche chi me lo ha proposto, dopo circa 20 anni di astinenza, solo perche mi ha dimostrato con i fatti che si meritava il mio appoggio.  un sindacato nuovo di zecca qui da me, non esisteva prima, ma sopratutto ho appoggiato un gruppo di persone, che nel loro piccolo cercano di essere oneste e sincere e di ottenere il nostro bene, quando lo feci non sapevo neppure quale fosse questo sindacato, ma conoscevo le tre persone che mi contattarono e questo mi basto.il giorno che mi manchera questa fiducia, smettero di appoggiare quelle persone.

la dignita di un uomo non passa attraverso quello che hai o che vuoi ma attraverso a quello che fai
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
selenealba
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 186


« Risposta #39 inserito:: Dicembre 26, 2009, 14:27:28 »

. tutto quello che ha ottenuto lo hai ottenuto perche alcune persone si sono battute per fartele avere.

no perkè mi faccio in 4 per essere informata e non pecora, e non spero ke qualke sindacalaio mi aiuti.. ma farei una bella tessera per godere dei privilegi e dei favoritismi adeguati, Tongue
 
.  gli accordi sono, lo dice la parola, accordi,
accordi? fregature!

 
. un accordo vuol dire che c'è stato chi ha offerto una cosa in cambio di un'altra,
Sì lavoro garantito in cambio della dignità, della forza delle sentenze
. non credo che nessuno abbia obbligato qualcun altro a accettare questi famigerati accordi.
coercizione = il costringere una persona ad agire come non vorrebbe 
                                                                     
 
. la tutela, c'è stata senno neanche dal giudice andavate.
sì mi ha tutelato l'avvocato dietro ad una lauta parcella. Sono anni ke i sindacalisti no fanno tutela e difesa della categoria con la quale si nustrono parassitariamente.

. tutto, e dico tutto quello che hai lo hai perche ci sono persone che "lavorano" per te e quelli come me.
idiot2
no mi alzo la mattina e cambio il mio tempo in moneta corrente, senza per ciò accettare servilismi e schifezze varie poichè ritengo di possedere un intelligenza mia da quando avevo circa 8-9 anni
 

. ti posso assicurare che senza queste persone la vita di un operaio sarebbe ben diversa. non so quanti anni anni hai ma io ne ho 54 e lavora dall'eta di 13 e le condizioni di vita di un operaio, in specialmodo in quelli come noi e similari, cioe statali o quasi, sono migliorate in modo esponenziale da 40 anni a questa prte.
forse voi giovani non ve ne rendete conto, avendo sempre vissuto piu o meno tutti questi diritti acquisiti, ottenuti da battaglie sindacali.
non ti scordare le piazze, i cortei, gli studenti e i lavoratori-trici tutt*

. i cittadini non sono tutti uguali, la legge è uguale per tutti, ma solo se la legge viene rispettata, se la legge viene fatta rispettare, la legge viene applicata. ma siamo uomini e siamo pure italiani, notoriamente popolo che "si sa arrangiare".
parli dei vigili, beh che dirti, non vorrei nenche uscire fuori tema o sembrare ...di parte, ma ti faccio presente che in certi posti in italia se giri senza cinture ti fanno la multa in certi altri, i vigili si girano dall'altra parte. nella mia citta se mi metto con un banchetto in mezzo alla strada a vendere sigarette di contrabbando nel giro di 10 mm mi portano in caserma, in certi altri sono adirittura i poliziotti che le comparano le sigarette dai banchetti, non parlo del sud , ma di una citta del nord. visto di persona.
allora non è che non ci siano leggi da rispettare, ma semplicemente perche a volte è piu comodo non rispettarle e far finta di non vedere.

non vuol dire ke sia giusto ed in effetti le sigarette costano molto...

. come ti ho detto non conosco i particolari degli accordi, ma gli accordi necessitano di due parti, chi offre e chi accetta. e dopo, sarebbe meglio non piangere sul latte versato.
l'unica ke ha diritto di piangere sul latte versato è la mucca alla quale è stato preso ed in più sprecato..
io on credo di essere una piangina solo voglio confrontarmi con ki ha vissuto queste esperienze, per costruire un opposizione allo strapotere. certo ho le mie maniere di esprimermi ed il mio carattere...


. che esistano i sindacalai e fuori di dubbio, ma ricorda che se loro hanno questo potere è perche quelli che chiedono glielo hanno dato. un sindacalaio in un ufficio di persone che non chiedono non ce lo vedrai mai.
già ma da una delega non necessariamente debbono portare lo sfacelo, 2o3 cosine gliele spiegherei volentieri... knuppel2

.  la dignita di un uomo non passa attraverso quello che hai o che vuoi ma attraverso a quello che fai
quello ke faccio per raggiungere quello ke voglio
Registrato

PADRONI DI NIENTE SERVI DI NESSUNO
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #40 inserito:: Dicembre 26, 2009, 18:05:03 »

te lo giuro sulla testa dei miei figli non ho finito di leggere, mi sono bastate le prime due risposte. sara meglio che non ne parliamo piu.
non si puo parkare con choi non riesce neanche a capire quello che legge


[allegato eliminato da un amministratore]
« Ultima modifica: Dicembre 26, 2009, 18:05:41 da gianni il vecchio » Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
selenealba
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 186


« Risposta #41 inserito:: Dicembre 26, 2009, 19:03:15 »

e chiudi un pò quello ke ti pare.. ..
ciò non porta ad un granke ma saranno pure fatti tuoi
facile provocare e poi non accettare il punto di vista degli altri..
un pò infantilesco no?
e poi non credo sia il caso di citare la testa dei tuoi..
ma anke questi son fatti tuoi
 
« Ultima modifica: Dicembre 26, 2009, 19:05:18 da selenealba » Registrato

PADRONI DI NIENTE SERVI DI NESSUNO
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #42 inserito:: Dicembre 26, 2009, 19:55:15 »

tanto lo sanno tutti che non riesco a mantenere i giuramenti.
allora cara collega. mi sapresti fare un piccolo riassuntino sulla storia dei ricorsisi e degli accordi. non mi dire che il tuo avvocato è stato il primo a ricorrere ad un giudice, probabilmente tu o lui lo avrete saputo da chi gia lo aveva fatto, e mi sai dire chi e stato? giusto per sapere chi ringraziare, perche TU devi ringraziatre di siicuro qualcuno. il punto di vista degli altri lo accetto se suffragato da fatti e non da cavolate. i diritti che tanto decanti sono stati ottenuti da sindacalisti negli ultimi trentanni, non certo da pivelli appena assunti in seguito ad un errore. tu dici che ti faresti una bella tessera perche cosi potresti godere di privilegi. beh certi privilegi e favoritismi si possono ottenere anche senza tessera. quindi il solo fatto che tu non abbia una tessera non è una garanzia sulla tua immacolata permaneza in posta. se tu hai firmato un accordo e lo ritenevi una fregatura non avresti dovuto accettarlo, mi sembra ovvio, ed ora, se ti sei accorta di essewre stata fregata puoi semore ritornare sui tuoi passi e riprenderti la tua dignitò, ma e meglio sbraitare e tenersi quello che si ha piuttosto che rinunciare al "privilegio" che un errore umano ti ha concesso.
non capisco perche lavoando si debba perdere la dignita, ma forse è solo perche abbiamo due modi diversi di definire dignità, non so.
per quello che neso, dai ricorsisti e accordisti che sono qui a nessuno di loro e stato imposto il lavoro che fanno, lo hanno scelto di loro spontanea volonta, percui non vedo il perche devi dire che ci sia stata coercizione o obbligo.
il tuo avvocato riesce a far assumere delle persono, in seguito ad un errore umano causato da un postale poco accorto, solo perche esistono delle leggi che tutelano il lavoro e il lavoratore. quest leggi sono contenute nello statuto dei lavoratori che, ma tu lo metti in dubbio, è stato ottenuto dai sindacati dopo una lunga battaglia parecchi anni fa . queste sono le tutele che il tuo avvocato ha invocato e queste tutele non le ha inventate lui. quindi la tua frase sulla paternita della tua tutela e a dir poco sbagliata. lui ha solo messo in pratica cio che altri hanno ottenuto.

se non sei un servo del padrone buon per te, devi rendere conto solo a te stessa.

la gente che come hai detto tu, ha girato per piazze e strade ERA ED E' IL sindacato da te tanto odiato. loro, ed io con loro, perche io c'ero e su questo non son sicuro che TU abbia un benche minimo merito.

voi siete quelli che incassano un credito ottenuta da altri. e non siete neppure contenti.

nel momento in cui capirai che il sindacato, inteso come tante persone che combattono per il bene comune è quello che puo ottenere dei risultati avrai capito tutto. se poi mi parli di uomini che attraverso delle elezioni interne ottengono voti in cambio di posti sottocasa o altri favoritismi, beh, su quello c'è da sprecare km di parole. ma sono uomini non sigle e si possono combattere solo con l'onesta, un bene questo troppo spesso donato in cambio di una assunzione. e certi favori poi si debbono restituire.

magari tu in tutto questo non c'èntri nulla, sei la mosca bianca, ma quanti sono di tua conoscenza che possono dire la stessa cosa che affermi tu.

uno, almeno uno lo devi ringraziare. ti costa tanto farlo?
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #43 inserito:: Dicembre 26, 2009, 21:16:47 »

se non si conoscono i contennuti degli accordi qualsiasi giudizio è prematuro. e badate che si parla di accordi siglati fra poste e sindacati e non fra poste e ricorsisti. tutti coloro che hanno firmato gli accordi ricatto lo hanno fatto solo perchè costretti e non di certo per adesione cosciente e volontaria.
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #44 inserito:: Dicembre 26, 2009, 21:20:34 »

titti i sindacalai come ben definiti dall'amica collega in un primo momento hanno taciuto sui ricorsi vincenti e scoraggiavano chiunque a inoltrare ricorso temendo una cassa integrazione visto il possibile numero di riammissioni in servizio. poi quando hanno iniziato a chiedere le tangenti e a fiutare l'affare quei pezzi di merda mafiosi hanno iniziato a invogliare a fare ricorsi a destra e a manca. VENDUTI LADRI.
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #45 inserito:: Dicembre 26, 2009, 21:21:51 »

che la tangente-percentuale degli arretrati la spendiate tutta in supposte knuppel2 Angry
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
kronik revolution
Utente non iscritto
« Risposta #46 inserito:: Dicembre 26, 2009, 22:10:37 »

poi quando hanno iniziato a chiedere le tangenti e a fiutare l'affare quei pezzi di merda mafiosi hanno iniziato a invogliare a fare ricorsi a destra e a manca. VENDUTI LADRI.

Si infatti ora fanno a gara per accaparrarsi i potenziali ricorsisti perché in caso di vittoria si spartiscono il bottino!
Registrato
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #47 inserito:: Dicembre 26, 2009, 22:12:03 »

si vabbe ,ma chi ha fatto il primo ricorso? io lo so e voi?

 hanno fatto solo perchè costretti e non di certo per adesione cosciente e volontaria

costretti come e da cosa?
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #48 inserito:: Dicembre 26, 2009, 22:56:44 »

costretti dall EMERDAMENTO messo su dalla "triade"(altro che moggi-bettega-giraudo) poste-governo-sindacalai...
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #49 inserito:: Dicembre 26, 2009, 23:10:18 »

fine luglio 2008, il fomoso salvaposte, la lunga estate caldissima...
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
selenealba
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 186


« Risposta #50 inserito:: Dicembre 26, 2009, 23:48:44 »

..Ricordo un inverno, dei postali a Milano per protestare contro alcuni licenziamenti, circa 600 e credo fosse il 2000/2001 e l'estate precedente lavorai come portalettere, facendomi sfruttare come un cencio, il bisogno? l'ignoranza? la paura? la speranza di esser confermata? boh.. Sad
ma torniamo a quella gente nella tenda, sì c'era una tenda in piazza missori, su un pezzo d'aiuola. e c'era un uomo Pippo Russo, postale in sciopero della fame da 20 giorni più o meno, la notizia di questa lotta girava sui giornali, non solo locali, alla radio.. e ricordo ke per solidarietà portai un thermos di thè speziato... smitten e da lì imparai qualcosa del mondo poste, inizia ad approfondire...nonostante il rifiuto d'impugnare la causa del 1° avvocato (consulenza gratuita in uno spazio sociale) (hai presente dove vanno i drogati?),
ne sentii altri, non  mi arresi, non trovai nessun piatto pronto, dovetti insistere, ritentare, e dopo tutti sti sbattimenti, non solo miei, ke faccio metto una firma e cancello tutto?
per cui Gianni come vedi mi capitò la voglia di capire e non un favore ricevuto. le informazioni me le sono andata a cercare tra ki lottava mettendosi in gioco non delegando.
ed anke in rispetto a quello ke incontrai ke non firmai nessun ricatto, per quanto capisco ki si è trovato a farlo per 1000 problemi e per 1000 paure, come anke riconosco la meschinità venduta come normalità dalla triplice.   Angry
e tutt'oggi sono convinta ke un presidio permanente valga di più di un'assemblea comunicativa dei sindacalai.
credo ke la lotta quella dove si combatte per ottenere ciò ke si ritiene giusto paghi più dei ricatti venduti come accordi.
e privilegi non ne voglio. non voglio essere come quella gente ke si approfitta delle rivendicazioni di altri leccando qua e là nel mentre, ma quelle stesse rivendicazioni mi sono naturali. Come naturale è ribellarsi alle ingiustizie,  pensare al mio ortino mi sembra mortificante
 stimo i sessantenni con passato socialsindacalpolitico, di oggi poikè negli anni 70 erano in piazza e ringrazio ki  si è battuto per lo statuto  dei lavoratori ma stimerei molto di più ki oggi potrebbe non solo difenderlo ma migliorarlo
« Ultima modifica: Dicembre 27, 2009, 01:10:03 da selenealba » Registrato

PADRONI DI NIENTE SERVI DI NESSUNO
selenealba
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 186


« Risposta #51 inserito:: Dicembre 27, 2009, 01:09:05 »

già

[allegato eliminato da un amministratore]
« Ultima modifica: Dicembre 27, 2009, 01:11:28 da selenealba » Registrato

PADRONI DI NIENTE SERVI DI NESSUNO
selenealba
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 186


« Risposta #52 inserito:: Dicembre 27, 2009, 01:32:32 »

dal corriere

http://archiviostorico.corriere.it/2001/gennaio/04/Sit_dei_lavoratori_delle_Poste_co_7_0101042866.shtml
http://archiviostorico.corriere.it/2001/febbraio/04/Corteo_centro_contro_lavoro_precario_co_7_0102043818.shtml
Registrato

PADRONI DI NIENTE SERVI DI NESSUNO
Sandime
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 53


« Risposta #53 inserito:: Dicembre 27, 2009, 10:13:16 »

Concordo quando Gianni dice che senza coloro i quali in passato hanno combattuto per i diritti dei lavoratori, oggi ci si potrebbe trovare in una situazione completamente diversa, non fosse altro che oggi, di questi “combattenti”, se ne vedono ben pochi e la fatica per ottenere un diritto ( anche già debitamente sancito ) e pressoché decuplicata.

I contratti impugnati e la conseguente fattibilità di fare ricorso viene reso possibile proprio grazie ai ricorsi precedenti ( pur con tutte le sfaccettature dei casi ) e non posso far altro che concordare anche sul fatto che le scelte di adesione ad accordi extragiudiziali, assolutamente tra le parti ( i sindacati si fecero portavoce dei lavoratori interessati, seppur in modo sconveniente ), non sono state imposte.  
Il primo accordo è  il risultato di una campagna informativa, da parte dei sindacati, che non ha visto un altrettanta preparata controinformazione, perlopiù di carattere giudiziario, da parte di e nei confronti di coloro che avevano motivazioni fondate e ragione da vendere.
Il secondo accordo potrebbe essere discutibile in quanto, sulla scia delle modifiche alla 368/2001 – in parte poi abrogate dalla Corte Costituzionale – si potrebbe ipotizzare un reato di coercizione indiretta.


il tuo avvocato riesce a far assumere delle persono, in seguito ad un errore umano causato da un postale poco accorto, solo perche esistono delle leggi che tutelano il lavoro e il lavoratore. quest leggi sono contenute nello statuto dei lavoratori che, ma tu lo metti in dubbio, è stato ottenuto dai sindacati dopo una lunga battaglia parecchi anni fa.


Gli avvocati riescono a far assumere delle persone, a seguito di un errore dell’azienda che ha violato inizialmente delle disposizioni presenti nel ccnl e successivamente anche regole Comunitarie ( e quest’ultime non sono frutto di battaglie dei sindacati del tempo che fu ).  

Per quanto riguarda gli ultimi post di selenealba e l’amarcord ivi contenuto, sono sempre stato – personalmente -  contrario a quel tipo di manifestazioni che reputo, da vent’anni a questa parte, perfettamente inutili e controproducenti.


San

p.s. Un monito a razor 82 ma vale per tutti -  che, ancora una volta per mancata e debita moderazione in questo forum, non si ha ancora ben recepito le disposizioni del codice penale e delle leggi in materia di diffamazione e conseguenti rischi ( tra l’altro, senza la tutela che viene concessa ai prodotti editoriali ). Poi....fate vobis.
« Ultima modifica: Dicembre 27, 2009, 10:21:43 da Sandime » Registrato
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #54 inserito:: Dicembre 27, 2009, 10:38:21 »

Concordo quando Gianni dice che senza coloro i quali in passato hanno combattuto per i diritti dei lavoratori, oggi ci si potrebbe trovare in una situazione completamente diversa, non fosse altro che oggi, di questi “combattenti”, se ne vedono ben pochi e la fatica per ottenere un diritto ( anche già debitamente sancito ) e pressoché decuplicata.

I contratti impugnati e la conseguente fattibilità di fare ricorso viene reso possibile proprio grazie ai ricorsi precedenti ( pur con tutte le sfaccettature dei casi ) e non posso far altro che concordare anche sul fatto che le scelte di adesione ad accordi extragiudiziali, assolutamente tra le parti ( i sindacati si fecero portavoce dei lavoratori interessati, seppur in modo sconveniente ), non sono state imposte.  
Il primo accordo è  il risultato di una campagna informativa, da parte dei sindacati, che non ha visto un altrettanta preparata controinformazione, perlopiù di carattere giudiziario, da parte di e nei confronti di coloro che avevano motivazioni fondate e ragione da vendere.
Il secondo accordo potrebbe essere discutibile in quanto, sulla scia delle modifiche alla 368/2001 – in parte poi abrogate dalla Corte Costituzionale – si potrebbe ipotizzare un reato di coercizione indiretta.

Gli avvocati riescono a far assumere delle persone, a seguito di un errore dell’azienda che ha violato inizialmente delle disposizioni presenti nel ccnl e successivamente anche regole Comunitarie ( e quest’ultime non sono frutto di battaglie dei sindacati del tempo che fu ).  

Per quanto riguarda gli ultimi post di selenealba e l’amarcord ivi contenuto, sono sempre stato – personalmente -  contrario a quel tipo di manifestazioni che reputo, da vent’anni a questa parte, perfettamente inutili e controproducenti.


San

p.s. Un monito a razor 82 ma vale per tutti -  che, ancora una volta per mancata e debita moderazione in questo forum, non si ha ancora ben recepito le disposizioni del codice penale e delle leggi in materia di diffamazione e conseguenti rischi ( tra l’altro, senza la tutela che viene concessa ai prodotti editoriali ). Poi....fate vobis.


Se la verità è un reato in quanto diffamatoria il forum fattelo te e qualcun altro. Anche chi "diffamo" non ha capito che esiste una legge ben precisa, che non ci si puo sentire al di sopra di essa o calpestarla... Se facessimo cio io e te andremmo in galera, "loro diventano ministri e presidenti... Se poi ci sono tanti agnellini in giro non bisogna lamentarci dei tanti lupi....(forse è quello che accade in poste a cui tutto è concesso?Huh?) BUONA DOMENICA knuppel2
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #55 inserito:: Dicembre 27, 2009, 10:47:38 »

Forse perchè gli argomenti come il DDL 1167 non vi riguardano, ma mi dici se dovesse essere approvata e sarà approvata con questo governo amabilissimo(ti piace?) come farà un ricorsista a sborsare 70 80 mila euro che un giudice e non quello di forum di rete quattro giustamente gli ha concesso??? Dovrà fare un mutuo di 800 euro con poste ogni mese e magari porta i figli a mangiare a casa tua??? O magari poste sta già preparando un altro accordo favorevolissimo ai ricorsisti che con tanta gioia e letizia firmeranno.

Accordi come quello del 2008 sono ILLEGALI. CHI LO NEGA O E' IN MALAFEDE O NON CAPISCE. ( OLTRE A DIRLO IO DIFFAMATORE L'HA DETTO LA CONSULTA... MA SICCOME PER QUESTO GOVERNO I GIUDICI SONO ROSSI E LA CONSULTA è DI SINISTRA...DIFFAMANO ANCHE LORO... ORA MI è TUTTO CHIARO).

CHI COMMETTE GETSI ILLEGALI DEVE ANDARE IN GALERA COME TUTTI.

SI PUO' DIRE???
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
Sandime
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 53


« Risposta #56 inserito:: Dicembre 27, 2009, 10:53:44 »

Se la verità è un reato in quanto diffamatoria il forum fattelo te e qualcun altro. Anche chi "diffamo" non ha capito che esiste una legge ben precisa, che non ci si puo sentire al di sopra di essa o calpestarla... Se facessimo cio io e te andremmo in galera, "loro diventano ministri e presidenti... Se poi ci sono tanti agnellini in giro non bisogna lamentarci dei tanti lupi....(forse è quello che accade in poste a cui tutto è concesso?Huh?) BUONA DOMENICA knuppel2

La verità va supportata con le prove, nelle sedi opportune. Di certo non con quei toni e non in un forum pubblico, spacciandola come tale, verso l'intera categoria.
Poi ripeto, fate vobis... il mio era un monito, non certo un obbligo ( ma se fossi amministratore, lo sarebbe ).
 
Per inciso, non sono un sindacalista e non sono tesserato ad alcun sindacato. Ex ctd e ricorsista in attesa di Cassazione.

IL resto di ciò che dici è demagogia spicciola.

San
« Ultima modifica: Dicembre 27, 2009, 10:54:31 da Sandime » Registrato
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #57 inserito:: Dicembre 27, 2009, 10:55:01 »

E NON CONFONDETE LA LIBERTA' DI ESPRESSIONE CON L'ISTIGAZIONE ALLA VIOLENZA PERCHE' QUI NON STIMO NE' A DIFENDERE TARTAGLIA O INNEGGIARE A LUI NE' A INNEGGIARE O ESALTARE QUELLA CHE HA TENTATO DI AGGREDIRE IL PAPA OPPURE OSAMA BIN LADEN.

SI STA GIUDICANDO SOLO FATTI NON CHIACCHIERE, SENTENZE DI CONSULTA NON DI RAZOR 82, CRITICHE PALBABILI E NON FANTASIE DI UN ISCRITTO AL FORUM.

MI SEMBRA TANTO BANALE SCRIVERE CERTE COSE. DEVO PENSARE CHE MOLTI DI VOI SONO IN MALAFEDE PURTROPPO.
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #58 inserito:: Dicembre 27, 2009, 10:56:07 »

La verità va supportata con le prove, nelle sedi opportune. Di certo non con quei toni e non in un forum pubblico, spacciandola come tale, verso l'intera categoria.
Poi ripeto, fate vobis... il mio era un monito, non certo un obbligo ( ma se fossi amministratore, lo sarebbe ).
 
Per inciso, non sono un sindacalista e non sono tesserato ad alcun sindacato. Ex ctd e ricorsista in attesa di Cassazione.

IL resto di ciò che dici è demagogia spicciola.

San

 LA SENTENZA DELLA CONSULTA CHE BOCCIA PER INCOSTITUZIONALITA' PER TE NON è UNA PROVA? ANDIAMO BENE...
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
razor 82
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2538


Il primo sindacato in Poste Italiane


« Risposta #59 inserito:: Dicembre 27, 2009, 10:57:36 »

SE LA MIA E' DEMAGOGIA SPICCIOLA IL TUO E' LECCHINAGGIO PURO
Registrato

Il leccaculismo è una pratica sempre molto diffusa, cui si dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e uomini inclini al baciastivali.

Costoro, privi di qualsiasi decente dote per emergere, si rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina di vita: la leccata
Pagine: 1 [2] 3 4   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!