Mondoposte.it
Giugno 01, 2020, 23:35:27 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Esuberi: punta dell'iceberg??  (Letto 6088 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
ellis
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 22


« inserito:: Ottobre 13, 2010, 20:42:55 »

Ciao a tutti!
Che ne pensate della ristrutturazione nazionale che l'azienda sta facendo, coll'assenso pieno dei sindacati, in vista della liberalizzazione del mercato col 1 gennaio 2011, data molto vicina da cui molte cose potrebbero cominciare a cambiare, per non dire precipitare? Si parte dal riassetto degli orari con i 5 giorni....ma è la punta dell'iceberg..
Ci sono esuberi regionali DICHIARATI a cui sarà obbligatorio porre rimedio con mobilità prima volontaria e poi forzata, in parole povere si verrà trasferiti dovunque e ci sarà una sportellizzazione selvaggia anche senza requisiti base con mete-specchietto per le allodole poi convertite in un tour regionale in cui ogni mattina comunicheranno una sede diversa...
Dove ci sono questi esuberi e devono chiudere dei centri i sindacati stessi invitano a levare le tende per non affondare con la nave in una mobilità forzata, ma ovviamente cosa c'è dietro non si sa bene, perchè i sindacalisti non dicono tutta la verità su cosa conviene fare o come andrà a finire. Addirittura vorrebbero far credere che nenache poste sa cosa farà, e come invece man mano "dismetterà" il recapito con tutte le lavorazioni annesse (cmp, cpo, ctp, videocodifiche, portalettere, uffici raccomandate ecc.) per concentrarsi su altre pratiche più redditizie e meno onerose come il bancoposta o i servizi bancari e di consulenza...la TNT per es. è prontissima a partire con il nuovo anno a lanciare in questo campo una sfida seria e organizzata a poste, se leggete qualche articolo vi renderete conto che questi fanno sul serio, e se si considera la carenza cronica di personale di poste, l'accorpamento di zone e uffici, l'immagine colata a picco della qualità dei servizi di poste...ci vorrà poco per far crollare gli incarichi di recapito in tutta Italia a favore dei concorrenti.
Mi piacerebbe sapere se non siete preoccupati, cosa sapete voi nella vostra realtà, quali informazioni SERIE trapelano, e cosa vi aspettate dai nuovi anni...molte cose stanno cambiando, e da troppo tempo nella trascuratezza di poste a far decadere il livello dei suoi servizi si può vedere un preciso piano interno, che mira appunto a una trasformazione del tipo di servizi da offrire...non credo che la maggior parte sia qualificata per passare dalle attuali mansioni a quelle di bancario, per cui mi chiedo se non siamo a un passo dalla crisi...non voglio fare terrorismo nè portare sfiga nè penso sia prematuro allarmarsi, perchè i tempi sono molto molto stretti....
Ma voi che ne dite? Cosa sapete?
Registrato
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #1 inserito:: Ottobre 13, 2010, 21:00:18 »

un brutto racconto, ma tu queste informazioni sul nostro futuro dove le ha prese?
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
ellis
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 22


« Risposta #2 inserito:: Ottobre 13, 2010, 21:03:36 »

Lavorando! Parlando con i colleghi, sindacalisti, e aspettando un cambiamento nel centro dove lavoro di cui non è chiaro molto..purtoppo l'assenza di confronto con le altre realtà anche extraregionali impedisce uno scambio di informazioni e il capire cosa caspita stiano tramando.
Registrato
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #3 inserito:: Ottobre 13, 2010, 21:05:22 »

quindi non ce niente di vero in quello che dici. è pura e semplice fantasia. cioe sono solo ipotesi.
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
ellis
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 22


« Risposta #4 inserito:: Ottobre 13, 2010, 21:06:43 »

Vi posto una mia discussione nata qui:
http://www.mondoposte.it/smf/index.php?topic=2885.0
Mi piacerebbe l'opinione di più persone possibile, visto che riguarda tantissimi..
Registrato
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #5 inserito:: Ottobre 13, 2010, 21:09:02 »

ne basta una di discussione, perche ne apri due sullo stesso argomento, anche se su due sezioni diverse?
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
ellis
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 22


« Risposta #6 inserito:: Ottobre 13, 2010, 22:15:55 »

Perchè non sono sicura di quale sia la sezione "giusta".
Tu che sei, una specie di moderatore?
Registrato
gianni il vecchio
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 16283



« Risposta #7 inserito:: Ottobre 14, 2010, 06:57:52 »

no, ma non occorre essere moderatori per capire e chiedere certe cose
Registrato

La disperazione più grande che possa impadronirsi di una società è il dubbio che essere onesti sia inutile.
c.o.
gp
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1


« Risposta #8 inserito:: Ottobre 14, 2010, 17:53:27 »

L'analisi di ellis sulla ristrutturazione aziendale non mi pare frutto di fantasia ma un ragionamento chiaro, semplice e dato dalla capacità di certe persone di capire l'evoluzione di scelte aziendali.
Faccio presente che alcune direttive europee, in materia di mercato di lavoro,  invitano le nazioni ad aumentare la mobilità dei lavoratori e a fare in modo che la "risorsa umana"  possa cambiare lavori diversi senza difficoltà. Approffondire questo discorso sarebbe lungo e impegnativo per me ma vi garantisco che niente è fatto per caso. Uno caso a proposito è la clausola che firmano i neo assunti in poste italiane ossia che il contratto può essere ceduto ad altra azienda. Quindi, niente di strano, potrebbe essere che tnt dal 2011 vinca appalti di zone di recapito piuttosto che sportelli di uffici e che faccia cambiare casacca al portalettere o allo sportellista e che operi al posto di poste italiane. Per quanto mi riguarda, neoassunto, non cambia niente, anzi, peggio di così non si può. Solo per fare un esempio: lavoro in un pdd di tre zone dove la mia zona lavora anche per dare da mangiare le altre due......ancora per poco perchè una la devono togliere e farne solo due. Per dirla in poche parole, chi è abituato a lavorare non deve temere.
Con altrettanta precisione cogli il fatto che l'Azienda stia "facendoci sfigurare" per dare una chance in più chi dovrà partecipare alle gare d'appalto. Non  è terrorismo cara ellis ma ripeto, capacità di lettura delle scelte aziendali e se hai studiato materia in mercato di lavoro, competenze acquisite.


 
Registrato
Nok
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 29

Specialista Comm. Clienti Retail


« Risposta #9 inserito:: Ottobre 14, 2010, 19:20:53 »

Posteitaliane di certo non ha intenzione di cedere nessuno. La questione è se l'Italia e il mondo vuole il servizio universale oppure ne può fare a meno. Con l'avvento della tecnologia i servizi saranno sampre di più telematici quindi ci sarà una inevitabile contrazione del personale nei SP.
Appalti di chi??
La posta non si vince con gli appalti, c'è chi decide di inviarla viene in ufficio 14000 o ha accordi commerciali con i referenti business e la invia.

Poste semmai per i suoi innumerevoli compiti da svolgere esternalizza qualche servizio a ditte quasi senza potere contrattuale.

Siamo noi di poste a decidere se vogliamo far portare le racc a tnt o altri oppure siamo noi a dire alle cooperative varie di farci i viaggetti con i furgoni da UP a UP oppure i viaggetti dei portalettere.

Siamo come la FIAT con le ditte che fanno le marmitte, voi avete paura delle ditte che fanno le marmitte???

Sicuramente siamo immersi in un contesto di inesorabile calo dei volumi -10 -20% che deve essere affrontato, ma non credo che i nostri competitor vogliano ficcarsi in un mercato in declino come quello fin adesso proposto.

la riflessione sarebbe lunga, ora ceno... saluti a tutti e su col morale!!
Registrato

Concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare le cose che posso cambiare, e la Saggezza di capirne la differenza.   Spira mirabilis...
ellis
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 22


« Risposta #10 inserito:: Ottobre 14, 2010, 21:13:40 »

Infatti meno male che qualcuno ha capito lo spirito della mia riflessione, che nasce non da una becera voglia di pettegolezzo a vanvera, ma dalla mia elaborazione di questi anni passati in poste, in cui ne ho viste parecchie e mi sono fatta una mia personale idea di quale "progetto" l'azienda stia perseguendo, di cui secondo me svela solo una parte irrilevante e a breve gittata.
Ma sulla lunga (e qui intendo non 10 anni ma 1,2) le cose sono straconvinta che cambieranno radicalmente, e ne verranno travolti quelli con la vecchia mentalità statalista che non si rassegnano ai nuovi modelli d'efficienza.
Comunque anche non volendo credere a questi stravolgimenti, che a me sembrano molto realistici comunque, io parlavo di fatti concreti nel centro di smistamento dove lavoro, nel quale è stata avviata una riorganizzazione che porterà il centro stesso alla chiusura e alla conversione di chi ora ha certe mansioni a altre figure, tipo sportellista o operatore di videocodifica.
Ci sono decine di esuberi che se non accetteranno un trasferimento volontario in qualche altro ufficio o centro verranno messi in una graduatoria interna che si trasformerà in una mobilità forzata, e il tutto entro fine anno al massimo, quando pare dovrà partire il nuovo orario su 5 giorni.
Nella mia regione ci sono esuberi anche nelle altre provincie, ma non si tratta di aria fritta, bensì di una realtà concreta che smotterà completamente la situazione di centinaia di lavoratori postali.
Se non altro a me interessava una discussione su questa REALTA', com'è da voi, quali situazioni ci sono, come verranno affrontati gli esuberi, e poi se da qui si vuole fare una discussione in più sul VERO futuro che è dietro l'angolo dopo questo....non c'è nulla di folle penso a dedurla con la propria immaginazione, anche se si tratta per ora solo di ipotesi. Ma di ipotesi che non penso passeranno gli anni prima di trovare conferma o smentita...
Registrato
Annamaria80
Utente non iscritto
« Risposta #11 inserito:: Ottobre 16, 2010, 16:59:13 »

Anche io vedo le cose dal lato pessimistico...Confesso però che io sono vicina alla pensione, mi dispiace solo per chi dovrà rimanere, questo sì!
Registrato
Zagor.m
Utente non iscritto
« Risposta #12 inserito:: Ottobre 24, 2010, 18:54:25 »

dice del vero Ellis
nella nostra realtà è partita la volontarietà per la sportellizzazione, quanti andranno non è datoda  sapere ,di sicuro posti lontani e non vicinori alla residenza questo hanno fatto capire dicono .........ho dei dubbi e perplessita di cosa raccontano le O:S
Mi chiedo
se la mobilità è praticata in tutti gli uffici periferici ,i postini degli uffici periferici  andranno allo sportello quindi occupati da portalettere che perdono la zona, come è possibile che i posti da sportellista ,dicono,  sono solo lontani diversi km .
Poi, come mai tutti sti sportellisti quando riducono gli uffici periferici per la crisi che sta attanagliando l'Azienda  non c'è più posta......... dirottate allo sportello  i dirigenti manager ,  basta noi della produzione ne abbiamo viste troppo!!!
E' anche vero che ci saranno gli esodi incentivanti ma non si giustifica questa manovra da Kamikazze  firmata dai sindacati .
Ci dicono di non preoccuparci troppo ma il sottoscritto assunto 82 è stufo di vedere e assistere impotente sul groppone  come è cambiata questa azienda negli ultimi 20 anni ...tutte le sto vedendo come guerre mondiali prima quella del 1915 poi del 45 poi la guerra nel golfo e poi le torri gemelle che vitaemmerda così NON è possibile è uno stres dietro l'altro da impazzire.
Adesso mi tocca andare anche allo sportello, e poi dove quando i cittadini non hanno più soldi da mettere nelle banche e in posta .
10 anni mi mancano speravo di non passarli così  in fretta a questo punto e dalla situazione attuale vaff spero che arrivino  subito

che brutta fine azz

Zagor
 
« Ultima modifica: Ottobre 24, 2010, 18:58:31 da Zagor.m » Registrato
ellis
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 22


« Risposta #13 inserito:: Ottobre 25, 2010, 00:28:17 »

Ma la riorganizzazione e gli esuberi sono quaindi stati dichiarati in tutte le regioni d'italia?Da me entro la fine di novembre dovrebbero essere trasferiti gli esuberi, decine.
Registrato
Zagor.m
Utente non iscritto
« Risposta #14 inserito:: Ottobre 25, 2010, 09:44:56 »

si
prima ci sono le mobilità volontarie (per modo di dire) .
poi quelle interne tra uffici eccedenti  e uffici carenti  per capire i posti disponibili ,poi quelle di reparto e dulcis in fundo quella collettiva .
A mio avviso i giovani assunti saranno quelli più sotto l'occhio del ciclone ma anche noi vecchietti saremo presi di striscio dipende tutto dai carichi di famiglia.

era meglio fare subito una graduatoria unica e  per coloro  (eccedentari ), dargli la possibilità di scelta perchè perdenti posto e non essere inclusi in una graduatoria collettica che non da scampo a chi risulta ultimo e finire nei posti lontanissimi

che brutta fine a 51 anni tutte le sto  vedondo!!!

Zagor
« Ultima modifica: Ottobre 25, 2010, 09:46:17 da Zagor.m » Registrato
giobby84
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 13


« Risposta #15 inserito:: Ottobre 25, 2010, 13:58:34 »

come faccio a offrirmi volontario per le sportellizzazioni???
Registrato

Convocato per il 14/05/10 RIF. 276/25

Benevento -Campania
Posizione Naz. 12721
Zagor.m
Utente non iscritto
« Risposta #16 inserito:: Ottobre 27, 2010, 11:13:24 »

devi aspettare che escano le domande per il passaggio alla sportelleria e poi fare domanda .
In questo giorni sono stati o saranno firmati accordi con i sindacati o per le mobilità volontarie o collettive di ufficio ............  spero che le regole vengano rispettate da tutti anche e soprattutto dal nostro datore di lavoro.
Basta raccomandazioni la legge è uguale per tutti

Zagor
Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!