Mondoposte.it
Novembre 26, 2020, 13:49:01 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: 1 ... 4 5 [6]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: successioni....  (Letto 263817 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
Angelo64
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 6959



« Risposta #150 inserito:: Marzo 01, 2017, 11:29:49 »


Documenti pratica di successione – Ed. Febbraio 2017 : https://app.box.com/s/jhei3o9l9cymtl0f7xsyd21n2p7g1keo

Registrato

la certezza è degli sciocchi, ma nel dubbio la precauzione è dei furbi
Angelo64
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 6959



« Risposta #151 inserito:: Luglio 31, 2017, 22:25:57 »

Dal 25 luglio verrà applicata una commissione per l’istruzione della pratica di successione.

Tale commisione al momento è pari a € 10,00 FI – SV nr° 6 del 25.07.2017

e verrà versata tramite bollettino sul conto 666024 intestato a “Poste Italiane S.p.A. - Proventi Ricerca Titoli Postali"
Registrato

la certezza è degli sciocchi, ma nel dubbio la precauzione è dei furbi
Frodo
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1


« Risposta #152 inserito:: Novembre 09, 2017, 13:08:54 »

Salve,
in primis complimenti per la competenza e prontezza delle risposte e dei consigli.
Passo ad illustrare il quesito:
A distanza di quasi 5 anni, mia madre rovistando nei cassetti ha rinvenuto un libretto di risparmio postale intestato a mio padre (defunto nel 2012)
L'importo è irrisorio: 50,15 Euro.
In poste, lapidari, hanno detto che occorre aprire la successione.
In realtà la successione è stata aperta e chiusa, con modulistica e pagamenti fatti a suo tenpo all'Agenzia delle Entrate.
Tutto regolare (c'erano immobili)
Ora mi pare di capire che c'è una procedura semplificata per recuperare (a questo punto per una questione di principio) quei 50,15 Euro.
Mi chiedo se valga la pena considerando che tra i vari documenti occorrono i seguenti a pagamento:

una dichiarazione di credito del conto (10 Euro)
una dichiarazione sostitutiva di atto notorio degli eredi al Comune (bollo 16 Euro)
una istruzione pratica (10 Euro)

e varie ed eventuali.

Ha senso tutto questo o ci conviene (sempre per una questione di principio) attendere i 10 anni per l'estinzione del libretto dormiente e recuperare dal fondo mediante la relativa modulistica (e a che costi?)

Siamo tre eredi: mia madre, io e mio fratello.
Grazie




Registrato
Renata Petti
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1


« Risposta #153 inserito:: Maggio 07, 2020, 12:28:33 »

Salve, mi sono imbattuta in questo forum super e spero di ricevere una risposta da voi  smitten
Mio padre e mia madre avevano un libretto postale cointestato e quando mio padre è deceduto il 17/01/20 abbiamo iniziato la successione , l'anagrafica di mio padre non era aggiornata in quanto era allettato e il libretto è stato bloccato. Iniziamo quindi la successione, non avendo nulla se non quel libretto produciamo subito la documentazione richiesta ed il 03/02/20 arriva la nota di credito dal tsc di Bari . Sono passati più di 90 giorni oggi e non si è saputo più nulla. Cosa posso fare? L'ufficio è temporaneamente chiuso per covid19 😭 e mia madre non ne può più perché tutto ciò che ha sì trova sul libretto e deve ancora saldare il debito per il funerale . Aiutatemi voi🙏
Registrato
Angelo64
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 6959



« Risposta #154 inserito:: Maggio 07, 2020, 14:59:32 »

Mio padre e mia madre avevano un libretto postale cointestato e quando mio padre è deceduto il 17/01/20 abbiamo iniziato la successione , l'anagrafica di mio padre non era aggiornata in quanto era allettato e il libretto è stato bloccato. Iniziamo quindi la successione, non avendo nulla se non quel libretto produciamo subito la documentazione richiesta ed il 03/02/20 arriva la nota di credito dal tsc di Bari . Sono passati più di 90 giorni oggi e non si è saputo più nulla. Cosa posso fare? L'ufficio è temporaneamente chiuso per covid19 😭 e mia madre non ne può più perché tutto ciò che ha sì trova sul libretto e deve ancora saldare il debito per il funerale .

Per quanto riguarda l'apertura degli Up desidero rassicurarti perché, anche se con orari ridotti, stanno riaprendo.

In realtà la dichiarazione di credito è necessaria se devi ricorrere all'AdE per aprire presso di loro, sempre se necessaria, la pratica di successione.

Se, come riporti, non è necessario il passaggio per l'AdE avresti dovuto richiedere, assieme a tutti gli altri eredi, lo sblocco ed il rimborso di quanto depositato sul libretto. E' stato fatto?

In realtà tua madre avrebbe potuto richiedere, in fase di apertura della pratica di successione, la quota di sua competenza di ciò che è presente sul libretto in quanto cointestataria del libretto.
Registrato

la certezza è degli sciocchi, ma nel dubbio la precauzione è dei furbi
GIANNIEANTONELLA
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 1


« Risposta #155 inserito:: Maggio 31, 2020, 11:59:55 »

Salve, scusate mi sono appena iscritto, e non so se scrivo al posto giusto.
Mio padre e mia madre avevano un libretto postale cointestato nel 2003 alla morte di mia madre, mio padre andó a chiudere e riaprirne un altro a nome suo e di una delle mie sorelle , senza il consenso mio e dell'altra mia sorella..poteva farlo senza il nostro consenso??
Possiamo a distanza di 17 anni sapere facendo richiesta all'ufficio postale a quanto ammontava l'importo di allora..perchè mi hanno detto che ormai dopo 17 anni non é piú possibile..é vero ció???
Anche perché mio padre quest'anno é deceduto e abbiamo dei dubbi che abbia agito regolarmente scoprendo anche che ha lasciato un testamento alla figlia con cui aveva aperto l'altro libretto nel 2003.
Vorremmo capire se hanno fatto qualcosa di illegale per poter agire legalmente.
Grazie
Registrato
Angelo64
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 6959



« Risposta #156 inserito:: Maggio 31, 2020, 16:34:38 »

Salve, scusate mi sono appena iscritto, e non so se scrivo al posto giusto.
Mio padre e mia madre avevano un libretto postale cointestato nel 2003 alla morte di mia madre, mio padre andó a chiudere e riaprirne un altro a nome suo e di una delle mie sorelle , senza il consenso mio e dell'altra mia sorella..poteva farlo senza il nostro consenso??

Certo che si anche perché non avete fatto opposizione scritta a P.I. per richiedere la quota ereditaria di vostra competenza.

  Possiamo a distanza di 17 anni

Sono troppi. La documentazione finanziaria viene conservata per 2 + 1 anni.

Anche perché mio padre quest'anno é deceduto e abbiamo dei dubbi che abbia agito regolarmente scoprendo anche che ha lasciato un testamento alla figlia con cui aveva aperto l'altro libretto nel 2003.

Sono dinamiche familiari per le quali bisogna far riferimento ad un legale.

Registrato

la certezza è degli sciocchi, ma nel dubbio la precauzione è dei furbi
Pagine: 1 ... 4 5 [6]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!