Mondoposte.it
Agosto 26, 2019, 10:06:03 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: COMUNICATO AI LAVORATORI MERCATO PRIVATI DI CHIETI  (Letto 3389 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
PancO
Utente non iscritto
« inserito:: Gennaio 26, 2011, 13:48:40 »

Citazione
Chieti 24/01/2011
COMUNICATO AI LAVORATORI MERCATO PRIVATI DI CHIETI


Ci sono pervenute in questi giorni lamentele da parte dei lavoratori applicati  alla linea Mercato Privati della  Filiale  di Chieti.

I lavoratori denunciano l’atteggiamento del Direttore il quale adotta un comportamento incomprensibile: quello di vessare  il personale degli  uffici postali.

Quotidianamente la Filiale di Chieti fa giungere nei posti di lavoro continue e ripetute telefonate tutte tese  a spingere  il personale alle vendite, e qualora  il personale non raggiunga gli obbiettivi, partono le umiliazioni.
Noi della Uilposte siamo convinti che questo comportamento demotiva  chi comunque ogni giorno con il suo lavoro  difende questa azienda.

Siamo convinti inoltre che  questo metodo intollerabile lede  nel profondo la dignità del lavoratore.

Tutto ciò determina due clamorosi effetti: da una parte non si alimenta la cultura di appartenenza all’impresa, dall’altra si pregiudica irrimediabilmente il conseguimento dei risultati.

In questi giorni l’azienda ha emanato l’ordinanza sulla mobilità volontaria del personale per l’anno 2011  sia in ambito  Provinciale e sia in ambito Regionale.

Noi della UILPOSTE  siamo convinti che tutto ciò è una vera presa in giro per i lavoratori, tanto i movimenti possibili in ambito Provinciale  sono stati già  fatti in questi giorni,  al di fuori della graduatoria e riteniamo che questo comportamento scorretto  e furbesco leda gli interessi  e i diritti  legittimi del personale.

Durante l’anno 2010  sono  stati disposti pochi trasferimenti e quello che si è fatto è stato solo a discrezione della Filiale di Chieti: questo non è piaciuto a chi è in graduatoria ed attende da anni di essere trasferito nella proprio luogo di residenza.

Per poi non parlare delle assegnazioni degli uffici resisi vacanti per effetto del pensionamento dei responsabili dell’ufficio.

Ci sono Dup che attraverso  gli anni hanno acquisito una professionalità ed una dedizione al lavoro conclamata, alcuni di  questi sono stati messi da parte mentre altri, per amicizia con  qualcuno, hanno acquisito il diritto ad occupare quel  posto, e questo naturalmente genera una frustrazione ed un crollo motivazionale del personale  con conseguente ripercussione sui ricavi finanziari.

Alla luce di quanto sopra, riteniamo che l’atteggiamento della Filiale di Chieti sia improntato alla prevaricazione e all’imposizione e ben lontano da motivazioni di squadra.

Come UILPOSTE, naturalmente, non condividiamo questo atteggiamento che sarà sicuramente posto all’attenzione degli organi superiori.


        Il Segretario Provinciale Uilposte                    Il Presidente  Uilposte
                    Giuseppe Fusari                                  Luigi Poliandri

documento
Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!