Mondoposte.it
Agosto 26, 2019, 10:24:32 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Sviste, dimenticanze o siamo alle solite?!!??!!?  (Letto 3782 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
PancO
Utente non iscritto
« inserito:: Aprile 04, 2011, 08:23:59 »

Citazione
Poste Italiane S.p.A.

Responsabile RURNE

Mestre

Responsabile RI

Mestre

Responsabile RAM 4

Verona

p.c. Comitato Monitoraggio

 Nazionale

 Roma

p.c. Segreterie Generali

             SLC CGIL  SLP CISL UILPOSTE

             Roma

      p.c. Addetti al Recapito tutti

  Loro Sedi
 

Oggetto: applicazione accordo regionale del 6 ottobre 2010  -

graduatoria assegnazione zone CPD Mezzolombardo e CSD dipendenti.


In riferimento all'oggetto risulta alla scrivente Organizzazione Sindacale che, da parte delle S.V., vi è stata un'interpretazione, peraltro unilaterale, definibile "bizzarra" non volendo pensare ad un qualcosa di diverso ed identificabile come "discriminazione" fra i lavoratori.

                        Infatti l'accordo regionale citato risulta estremamente chiaro nell'Allegato 3 relativo alla procedura per l'assegnazione delle zone di recapito, infatti recita testualmente al capo II CRITERI,  punto 1A Graduatoria per assegnazione/rassegnazione zone/posti di recapito, comma 2:

"Conseguentemente sarà formata:

a) una graduatoria per il personale assunto in servizio con data di assunzione antecedente al 1° gennaio 2006

b) una graduatoria per il personale assunto in servizio dal 1° gennaio 2006 in poi"


..............................................


Successivamente al punto 1C PUNTEGGI recita ancora testualmente:


"Con riferimento ai requisiti utili ai fini della formazione e pubblicazione della graduatoria, le Parti concordano che le sotto specificate valorizzazioni dell'anzianità operativa e di servizio assumano quale riferimento la data di decorrenza economica in ruolo (per gli ex CFL, ex CIL ed ex apprendisti si farà naturalmente riferimento alla data di prima assunzione; per il personale ex CTD riammesso in seguito a provvedimento giudiziale a quella di effettiva riammissione in servizio).


...........Per definitivo inserimento in Azienda si intende: 1) coloro che hanno ab origine un contratto a tempo indeterminato 2) coloro che operano in Azienda in virtùdi una sentenza passata in giudicato 3) coloro che hanno sottoscritto verbale individuale di conciliazione in sede sindacale, ai sensi degli Accordi tematici del 13 gennaio 2006, del 10 luglio 2008 e del 27 luglio 2010."


            Successivamente l'Allegato 3 precisa i criteri con cui vengono assegnate le zone di recapito, prima utilizzando la graduatoria ante 2006 e, solo successivamente, utilizzando la graduatoria post 2006

            In data 10 marzo 2011 vengono comunicate alle OO.SS le graduatorie provvisorie del CPD di Mezzolombardo ed in data 11 marzo 2001, la stessa graduatoria, non viene pubblicata per la visione degli interessati ma rimane "sospesa". In data 18 marzo 2011 viene comunicata alle OO.SS. la graduatoria provvisoria, che viene, successivamente, comunicata a tutti gli uffici di recapito interessati.

            A quel punto è diventata evidente un'anomalia:

a) nella prima graduatoria ante 2006, presso il CPD di Mezzolombardo, ufficio di Mezzolombardo, risultavano nr. 5 unità, in      quella post 2006 nr. 4 unità, di cui l'ultima. M. I., assunta il 25/01/2011 punti 0;

b) nella prima graduatoria ante 2006, presso CSD di Malè, ufficio di Malè, risultavano nr. 5 unità, in quella post 2006 nr. 5 unità, di cui l'ultima P.N., assunta il 25/01/2011 punti 0;

c) nella seconda graduatoria ante 2006, presso il CPD di Mezzolombardo, ufficio di Mezzolombardo, risultavano invece nr. 6 unità, in quella post 2006 nr. 3 unità. Stranamente l'ultima unità, M.I., della prima graduatoria post 2006 con punti 0 era diventata la 6° nella graduatoria ante 2006, gli veniva riconosciuto un periodo lavorativo dal 30/05/2003 al 10/08/2004 facendola rientrare d) nella prima graduatoria con 1 anno di servizio e con diritto di precedenza nell'assegnazione delle zone su tutti gli assunti dal 1° gennaio 2006 al 24 gennaio 2011;

d) nella seconda graduatoria ante 2006, presso il CSD di Malè, ufficio di Malè, risultavano invece nr. 6 unità, in quella post 2006 nr. 4 unità. Stranamente l'ultima unità, P.N., della prima graduatoria post 2006 con punti 0 era diventata la 6° nella graduatoria ante 2006, gli veniva riconosciuto un periodo lavorativo dal 30/05/2003 al 09/08/2004 facendola rientrare nella prima graduatoria con 1 anno di servizio e con diritto di precedenza nell'assegnazione delle zone su tutti gli assunti dal 1° gennaio 2006 al 24 gennaio 2011;

E' indubbio che qualcosa non quadra:

forse non era scritto molto chiaro "data di effettiva riammissione in servizio" ?


Com'è possibile che 2 unità si vedano riconosciuto un periodo lavorativo di 7 anni prima, tra l'altro sembra siano ricorsisti con sentenza definitiva e riammissione effettiva il 25/01/2011, e che, per tale periodo, possano scavalcare tutti coloro che sono stati assunti prima di loro ?

Tra l'altro questo "incredibile"  criterio non è stato utilizzato in tutta la provincia di Trento ma solo sui casi citati.

Come possibile che tutti coloro che hanno aderito alla graduatoria prevista dall'accordo OO.SS. - Azienda del 2006 siano penalizzati in questa maniera ?

Com'è possibile che a personale "ricorsista", nessuno nega loro il diritto di farsi tutelare dalla Legge, vengano riconosciuti periodi precedenti mentre, a coloro che firmano gli accordi, gli stessi periodi vengono negati ?

Tra l'altro spiace constatare che i contenuti di un accordo siglato fra le parti siano interpretabili ed interpretati da una sola parte, e questo, oltre a succedere, va a penalizzare altri lavoratori.

 E non utilizzate la "giustificazione" delle sentenze dei giudici perchè, quando si fanno gli accordi si chiamano così perché sono tra le Parti, e non in funzione di qualcosa d'altro.

Infatti, se così non fosse, gli accordi non si farebbero ai tavoli ma nei Tribunali.

Per quanto descritto sopra si richiede quindi il ripristino delle graduatorie corrette per il  personale appartenente al CPD di Mezzolombardo ed ai CSD collegati e la conseguente riassegnazione delle zone assegnate, a tutt'oggi, illegittimamente.

Rimanendo in attesa di urgente riscontro si coglie l'occasione per inviare distinti saluti.


Trento 1° aprile 2011

                                                                               
                                                                           
                                                                            Il Segretario Regionale UILposte

                                                                                              Flavio Quaglierini

documento
Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!