Assegno

<< < (4/9) > >>

Postelegrafonico:
Citazione di: Marg - Ottobre 05, 2011, 11:13:49

a proposito di assegni: se un cliente con conto cointestato si presenta per versare un' assegno intestato al cointestatario come vi comportate?


assolutamente non negoziarlo, pu succedere che vengano in posta i parenti a negoziare assegni intestati a uno zio deceduto. ragazzi non scherzate col fuoco, l'assegno deve essere negoziato solo ed esclusivamente dal titolare dell'assegno. Se malauguratamente la persona intestataria deceduta e voi lo negoziate sono dolori per lo sportellista.

post-her:
e se presenta la distinta con la delega firmata dall'intestatario dell'assegno e ovviamente del conto?

gallagher89:
credo nn ci sia una delega x l'assegno......l'intestatario deve firmare davanti a noi.....ditemi se sbaglio!

Postelegrafonico:
per l'assegno non c' delega, la delega la puoi fare per versamenti in contanti.
esiste la procura, quella la rilascia il tribunale, ma si deve pagare molto per averla.

hellooo:
visto che spesso ogni ufficio ha usi e costumi diversi (pazzesco!) vi chiedo...
se un assegno postale di un vostro correntista riporta una firma diversa da quella sul ch7 come vi comportate??

in ufficio mi fanno telefonare il cliente correntista "salve mi scusi ha emesso un assegno in favore di tale tizio?? ah si? ok allora glielo cambio!!"
ma vi pare normale??? vi pare professionale?!!?!?!? ... e poi cosi facendo il cambio dell'assegno non comunque a rischio che il cliente correntista dica a distanza di giorni "CHI TE L'HA DETTO DI CAMBIARLO? LA FIRMA ERA DIVERSA DALLA MIA!!"

Navigazione

[0] Indice dei messaggi

[#] Pagina successiva

[*] Pagina precedente