Mondoposte.it
Ottobre 31, 2014, 22:10:24 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Tassazione buoni fruttiferi postali: facciamo chiarezza  (Letto 6781 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
ZarZ
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 478



« inserito:: Dicembre 15, 2011, 16:02:04 »

Qualcuno ben ferrato in materia può spiegare per bene come cambieranno le cose dopo la manovra?
Registrato

È facile, nel mondo, vivere secondo l'opinione del mondo; è facile, in solitudine, vivere secondo noi stessi; ma l'uomo grande è colui che in mezzo alla folla conserva con perfetta serenità l'indipendenza della solitudine. (Ralph Waldo Emerson)
pingus
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 316



« Risposta #1 inserito:: Dicembre 15, 2011, 18:31:22 »

Aspettiamo che venga varata la manovra, poi possiamo anche discuterne, perchè per ora c'è solo confusione.
Tanto che sul televideo della rai hanno scritto guesto:

Buoni postali
I buoni fruttiferi posta-
li saranno tassati dello 0,1% nel 2012
e dello 0,15% a partire dal 2013.Secon-
do la norma i Buoni saranno tassati al-
la scadenza con l'applicazione dell'a-
liquota sul valore dello strumento fi-
nanziario. L'impatto minimo prelevato
sarà pari a 32,2 euro, mentre l'importo
massimo,limitatamente al 2012, arriverà
a 1.200 euro.


Una cosa più astrusa era difficile da scrivere. Sembra scritto in codice uglystupid2
Registrato
tea
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 23



« Risposta #2 inserito:: Dicembre 15, 2011, 22:27:18 »

buonasera a tutti, io mi pongo solo una domanda: questa tassazione sarà valida per tutti i buoni compresi quelli già in essere o solo sui nuovi? Perchè chi ha già dei buoni ha anche ricevuto il FI vigente alla data di emissione in cui c'è specificato che sono gravati solo da ritenuta fiscale sugli interessi pari al 12,50%, mi pare alquanto illegale un'ulteriore tassazione. Dovrebbe accadere quello che è accaduto negli anni '80 quando è stata applicata la ritenuta fiscale, i buoni già in essere sono rimasti esenti. O sbaglio?!?!?!?!?
Registrato
VENUSIA
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 494


« Risposta #3 inserito:: Dicembre 16, 2011, 15:43:09 »

Ho posto questa discussione qualche giorno fa su questo forum ma non ho avuto alcuna risposta ... Vorrei capire se questa tassazione si applica sui nuovi  buoni o retroattiva ... Ieri comunque nel mio ufficio abbiamo cambiato buoni fruttiferi "vecchi" (1984 in poi), a gogo ... La gente è spaventata perchè non sa, ma anche noi non ne sappiamo nulla, per cui nel dubbio vogliono cambiare (penso che lunedì farò la stessa cosa anche io ..)
Registrato
matisse
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Sesso: Femmina
Messaggi: 52



« Risposta #4 inserito:: Dicembre 17, 2011, 22:47:33 »

.....Per i Buoni fruttiferi postali gli interessi continuano ad essere tassati secondo i regimi vigenti in relazione alla data di emissione. Non sono, quindi, interessati dalla nuova tassazione prevista per le rendite finanziarie. In particolare, ai Buoni fruttiferi postali, se emessi a partire dal 1° gennaio 1997, si applica l'imposta sostitutiva del 12,5% prevista dal Decreto Legislativo 239/1996, mentre a quelli emessi precedentemente (ma successivamente al 20 settembre 1986) viene applicata la ritenuta alla fonte prevista dalla previgente normativa. La ritenuta è applicata nella misura del 6,25% per i buoni emessi nel periodo che va dal 21 settembre 1986 al 31 agosto 1987 e nella misura del 12,5% per le emissioni successive. Le emissioni precedenti al 21 settembre 1986 sono, invece, del tutto esenti da ritenuta. I Buoni fruttiferi postali, infatti, sono ricompresi tra le obbligazioni e gli altri titoli pubblici di cui all'Articolo 31 del Dpr 601/73 (risoluzione 58/E del 2000; si veda anche la circolare Abi, serie tributaria numero 13 del ° aprile 1997). Il provvedimento (Articolo 2 commi 6 e 7 DL 138/2011), la cui entrata in vigore è prevista il 1° gennaio 2012.

Registrato
kingpin
Newbie
*
Scollegato Scollegato

Messaggi: 11


« Risposta #5 inserito:: Marzo 23, 2012, 12:40:10 »

ciao a tutti

se una persona OGGI si presenta allo sportello per riscuotere un buono postale, cosa gli viene calcolato in automatico dal computer?

Il bollo dello 0,1% (e 0,15% dall'anno prox) si pagherà sul singolo buono o si cumulano?
e se si cumulano, con cosa?

  • con il saldo dei libretti o dei conti corrente?
  • con il saldo del deposito titoli?
  • e se questi ultimi fossero cointestati?
« Ultima modifica: Marzo 23, 2012, 12:42:39 da kingpin » Registrato
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!