Mondoposte.it
Aprile 04, 2020, 04:00:37 *
Benvenuto! Accedi o registrati.
Hai dimenticato l'e-mail di attivazione?

Accesso con nome utente, password e durata della sessione
Notizie:
 
   Home   Guida Ricerca Accedi Registrati  
Pagine: [1]   Vai giù
  Stampa  
Autore Discussione: Visita fiscale e non mi trovano nonostante avessi comunicato il nuovo domicilio  (Letto 14126 volte)
0 utenti e 1 Utente non registrato stanno visualizzando questa discussione.
dariom105
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 471


Don't stop me now


« inserito:: Maggio 12, 2012, 17:00:15 »

domanda, ero in malattia certificata dal 18/4/2012 al 18/05/2012. il medico fa un certificato elettronico e mette come indirizzo via taldeitali 1 roma (esempio). giorno 21/04/2012 vista la malattia (mi sono rotto una gamba) sono costretto ad andare a casa dei miei genitori per essere accudito, così giorno 20/04/2012 mando un fax in ufficio dove comunico la mia nuova reperibilità (via cavalli di bronzo 10 milano, esempio) rispettando quanto scritto nel contratto poste nazionale. giorno 22/4/2012 poste italiane segnala all'inps invio del medico fiscale, ma il medico fiscale va al PRIMO indirizzo (via taldeitali 1 roma) e non al secondo nonostante io l'avessi comunicato per tempo, tra l'altro avevo anche chiamato in ufficio per rassicurarmi se l'avessero ricevuto e ho avuto risposta positiva. oggi torno al mio indirizzo (via taldeitali 1 roma) e trovo l'avviso della visita fiscale e che non mi hanno trovato. chiamo il direttore e mi dice che chiamerà la ram lunedì per avere lumi e che non ne sa nulla..........che cosa succederà???
Registrato

Dalla Sicilia al Piemonte con furore
adelante82
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 124


« Risposta #1 inserito:: Maggio 12, 2012, 17:16:05 »

domanda, ero in malattia certificata dal 18/4/2012 al 18/05/2012. il medico fa un certificato elettronico e mette come indirizzo via taldeitali 1 roma (esempio). giorno 21/04/2012 vista la malattia (mi sono rotto una gamba) sono costretto ad andare a casa dei miei genitori per essere accudito, così giorno 20/04/2012 mando un fax in ufficio dove comunico la mia nuova reperibilità (via cavalli di bronzo 10 milano, esempio) rispettando quanto scritto nel contratto poste nazionale. giorno 22/4/2012 poste italiane segnala all'inps invio del medico fiscale, ma il medico fiscale va al PRIMO indirizzo (via taldeitali 1 roma) e non al secondo nonostante io l'avessi comunicato per tempo, tra l'altro avevo anche chiamato in ufficio per rassicurarmi se l'avessero ricevuto e ho avuto risposta positiva. oggi torno al mio indirizzo (via taldeitali 1 roma) e trovo l'avviso della visita fiscale e che non mi hanno trovato. chiamo il direttore e mi dice che chiamerà la ram lunedì per avere lumi e che non ne sa nulla..........che cosa succederà???
Quando ti sei fatto fare il certificato di malattia dal medico, dovevi farci mettere il tuo indirizzo di reperibilità, se diverso dalla tua residenza, in modo che il medico fiscale sapeva effettivamente dove trovarti;mandare un foglio in ufficio, dopo che hanno già il tuo certificato di malattia, non serve a niente, perchè fa fede il certificato medico e non il foglio conseguentemente da te scritto.Ora toccherà a te giustificare la tua mancata presenza all'indirizzo di residenza(poste sicuramente non ha, e non è tenuta a farlo, inviato il tuo foglio all'inps), altrimenti, il o i giorni in cui il medico non ti ha trovato ti verranno decurtati dalla malattia.
Registrato
pontello
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 670


« Risposta #2 inserito:: Maggio 12, 2012, 17:59:16 »

Quando ti sei fatto fare il certificato di malattia dal medico, dovevi farci mettere il tuo indirizzo di reperibilità, se diverso dalla tua residenza, in modo che il medico fiscale sapeva effettivamente dove trovarti;mandare un foglio in ufficio, dopo che hanno già il tuo certificato di malattia, non serve a niente, perchè fa fede il certificato medico e non il foglio conseguentemente da te scritto.Ora toccherà a te giustificare la tua mancata presenza all'indirizzo di residenza(poste sicuramente non ha, e non è tenuta a farlo, inviato il tuo foglio all'inps), altrimenti, il o i giorni in cui il medico non ti ha trovato ti verranno decurtati dalla malattia.

Per favore non diamo informazioni inesatte su questo tema ; Dariom ha seguito il contratto alla lettera e non ha alcuna responsabilità, conviene però avvisare il sindacato dell'accaduto.
Poi credo che dovrai recarti all' INPS per effettuare la visita e portare come giustificativo il fax in cui avvisavi il datore di lavoro, vedrai che non succede niente questo scherzetto l'hanno fatto anche a me qualche anno fa e dal sindacalista ho saputo che succede abbastanza spesso, forse qualcuno in ram o filiale si diverte a far tribolare i colleghi...

CCNL Art 41 comma VII e VIII :

VII. La Società ha diritto di disporre visite mediche di controllo dello stato di malattia ai sensi
dell’art. 5 della legge 20 maggio 1970, n. 300 e delle ulteriori disposizioni vigenti in materia.
Qualora il lavoratore durante l'assenza debba, per particolari motivi, risiedere in luogo diverso
da quello reso noto alla Società, ne dovrà dare preventiva comunicazione scritta, precisando
l'indirizzo di temporanea reperibilità.

VIII. Il lavoratore assente per malattia è tenuto fin dal primo giorno di assenza dal lavoro a trovarsi
nel domicilio comunicato al datore di lavoro, in ciascun giorno, anche se domenicale o festivo,
dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 17 alle 19.
Il lavoratore, che durante tali fasce orarie debba assentarsi dal proprio domicilio per visite,
prestazioni o accertamenti specialistici o per altri giustificati motivi, è tenuto a darne
preventiva comunicazione alla Società.
Registrato
dariom105
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 471


Don't stop me now


« Risposta #3 inserito:: Maggio 12, 2012, 18:35:12 »

Per favore non diamo informazioni inesatte su questo tema ; Dariom ha seguito il contratto alla lettera e non ha alcuna responsabilità, conviene però avvisare il sindacato dell'accaduto.
Poi credo che dovrai recarti all' INPS per effettuare la visita e portare come giustificativo il fax in cui avvisavi il datore di lavoro, vedrai che non succede niente questo scherzetto l'hanno fatto anche a me qualche anno fa e dal sindacalista ho saputo che succede abbastanza spesso, forse qualcuno in ram o filiale si diverte a far tribolare i colleghi...

CCNL Art 41 comma VII e VIII :

VII. La Società ha diritto di disporre visite mediche di controllo dello stato di malattia ai sensi
dell’art. 5 della legge 20 maggio 1970, n. 300 e delle ulteriori disposizioni vigenti in materia.
Qualora il lavoratore durante l'assenza debba, per particolari motivi, risiedere in luogo diverso
da quello reso noto alla Società, ne dovrà dare preventiva comunicazione scritta, precisando
l'indirizzo di temporanea reperibilità.

VIII. Il lavoratore assente per malattia è tenuto fin dal primo giorno di assenza dal lavoro a trovarsi
nel domicilio comunicato al datore di lavoro, in ciascun giorno, anche se domenicale o festivo,
dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 17 alle 19.
Il lavoratore, che durante tali fasce orarie debba assentarsi dal proprio domicilio per visite,
prestazioni o accertamenti specialistici o per altri giustificati motivi, è tenuto a darne
preventiva comunicazione alla Società.

grazie, vedrò cosa mi dice il direttore lunedì, in teoria è stato uno dello staff a far arrivare la mia comunicazione in ritardo, quindi chiarita questa cosa le cose dovrebbero essere ok, ma qualora non fosse così ho già il numero di un sindacalista da contattare
Registrato

Dalla Sicilia al Piemonte con furore
dariom105
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 471


Don't stop me now


« Risposta #4 inserito:: Maggio 12, 2012, 18:40:10 »

Quando ti sei fatto fare il certificato di malattia dal medico, dovevi farci mettere il tuo indirizzo di reperibilità, se diverso dalla tua residenza, in modo che il medico fiscale sapeva effettivamente dove trovarti;mandare un foglio in ufficio, dopo che hanno già il tuo certificato di malattia, non serve a niente, perchè fa fede il certificato medico e non il foglio conseguentemente da te scritto.Ora toccherà a te giustificare la tua mancata presenza all'indirizzo di residenza(poste sicuramente non ha, e non è tenuta a farlo, inviato il tuo foglio all'inps), altrimenti, il o i giorni in cui il medico non ti ha trovato ti verranno decurtati dalla malattia.

adelante forse non ti è chiara molto bene la cosa:
data del certificato: 18 aprile 2012 con indirizzo X (quello mio abituale)
data del fax in cui avvisavo che avrei cambiato indirizzo da X a Y: 20 aprile 2012 con decorrenza 21 aprile 2012

al medico non potevo dare un indirizzo diverso da X perche dal 18 al 20 ero appunto all'indirizzo X

dovresti leggere bene il CCNL prima di terrorizzare le persone
Registrato

Dalla Sicilia al Piemonte con furore
giuss71
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 517


« Risposta #5 inserito:: Maggio 12, 2012, 18:45:30 »

ciao se cambi luogo in cui sei dopo avere aperto malattia o infortunio devi contattare inps o inail e chiedere di far trasmettere la tua pratica alla sede più vicina al luogo in cui ti sposti.. così non avrai problemi in caso di visite fiscali
Registrato
dariom105
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 471


Don't stop me now


« Risposta #6 inserito:: Maggio 12, 2012, 18:55:56 »

grazie giuss quello che dici è difatti quello che farò per le prossime volte visto il problema che si è creato, semplicemente tramite sito dell'inps. sono registrato e da li si può variare l'indirizzo di residenza....semplice e veloce.
Registrato

Dalla Sicilia al Piemonte con furore
adelante82
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Messaggi: 124


« Risposta #7 inserito:: Maggio 12, 2012, 21:41:33 »

adelante forse non ti è chiara molto bene la cosa:
data del certificato: 18 aprile 2012 con indirizzo X (quello mio abituale)
data del fax in cui avvisavo che avrei cambiato indirizzo da X a Y: 20 aprile 2012 con decorrenza 21 aprile 2012

al medico non potevo dare un indirizzo diverso da X perche dal 18 al 20 ero appunto all'indirizzo X

dovresti leggere bene il CCNL prima di terrorizzare le persone
Urca spaventato per così poco?scusa, non avevo compreso che c'era già un certificato in atto prima che tu mandassi il fax, ho letto male io..cmq fai così dai comunicazione anche all'inps della tua variazione, così non incorri in pericolosi errori.Per quel che succederà, credo niente, altrimenti che Dio te la mandi buona. knuppel2 knuppel2
Registrato
pontello
Full Member
***
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 670


« Risposta #8 inserito:: Maggio 13, 2012, 10:58:45 »

ciao se cambi luogo in cui sei dopo avere aperto malattia o infortunio devi contattare inps o inail e chiedere di far trasmettere la tua pratica alla sede più vicina al luogo in cui ti sposti.. così non avrai problemi in caso di visite fiscali

Ma perchè dobbiamo sempre crearci problemi? Noi da contratto non abbiamo alcun obbligo di avvisare inps e inail, ma solo l'azienda : sarà poi l'azienda che comunicherà all'inps di annullare la visita fiscale, spostarla ad un altro orario o indirizzo.
Se avete voglia leggetevi questo manualetto :
http://www.slp-cisl.it/veneto/privato/notiziario/3/malattia.pdf
Registrato
dariom105
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 471


Don't stop me now


« Risposta #9 inserito:: Maggio 13, 2012, 11:40:48 »

e in effetti nel contratto c'è scritto che dobbiamo avvisare solo l'azienda! io sono relativamente tranquillo adesso anche perchè ho saputo che se fossi stato ritenuto in torto, avrei dovuto ricevere una raccomandata dove mi avvisavano della decurtazione dello stipendio di 10 giorni, siamo a metà maggio e non ho ricevuto nulla, probabilmente si risolverà tutto in una bolla di sapone.... del resto sanno che sono stato operato, ho 4 viti sulla tibia e una placca di 15 cm sul perone e non ho niente da nascondere, anzi se vengono mi fanno un piacere così si rendono conto di come sto realmente e si fanno due conti su come coprire la mia zona per i prossimi mesi....... e anche per andare a visita collegiale quando rientrerò per capire se posso continuare a fare il portalettere.
Registrato

Dalla Sicilia al Piemonte con furore
dariom105
Jr. Member
**
Scollegato Scollegato

Sesso: Maschio
Messaggi: 471


Don't stop me now


« Risposta #10 inserito:: Maggio 14, 2012, 20:41:10 »

news di oggi..... avevo ragione io Grin poste ha riconosciuto l'errore senza battere ciglio, perchè all'inps dovevano dire di andare al secondo indirizzo e non al primo. ci hanno perso anche i soldi della visita fiscale richiesta all'inps 2funny

certo che vedendo questa letterina al mio ritorno mi sono incazzato e non poco!!! tickedoff

avevo seguito il contratto alla lettera e non potevano dire niente....
e buonanotte al secchio smitten
Registrato

Dalla Sicilia al Piemonte con furore
Reds
Hero Member
*****
Scollegato Scollegato

Messaggi: 2656



« Risposta #11 inserito:: Maggio 15, 2012, 21:23:42 »

Ma perchè dobbiamo sempre crearci problemi? Noi da contratto non abbiamo alcun obbligo di avvisare inps e inail, ma solo l'azienda : sarà poi l'azienda che comunicherà all'inps di annullare la visita fiscale, spostarla ad un altro orario o indirizzo.
Se avete voglia leggetevi questo manualetto :
http://www.slp-cisl.it/veneto/privato/notiziario/3/malattia.pdf
esatto...
Registrato


Ricordati sempre....... dove finisce la logica iniziano  le Poste.......
Pagine: [1]   Vai su
  Stampa  
 
Vai a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines XHTML 1.0 valido! CSS valido!